Condividi su:

“Dalla malattia deriva un dire si all’esistenza, un si incondizionato a ciò che è, l’accettazione delle condizioni dell’esistenza cosi come le vedo e le intendo.

La sofferenza ci guida verso la fonte da cui ripartire, perché la vita esige sempre di essere riconquistata da capo.”

(C.G.Jung)


Ogni sintomo ci parla della sofferenza del corpo e dell’anima, rende visibile ciò che è invisibile, ricorda chi siamo e cosa desideriamo, chiede di obbedire al  nostro bisogno di cambiamento, chiede di tornare ad essere autentici.

 

 

Condividi su:

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Psicoterapia"?

Domande e risposte

Psicoterapia e giocosità

Salve, mi sono reso conto che un elemento per me imprescindibile in un rapporto psicoterapeutico, ...

4 risposte
Andarsene di casa: significa davvero voler fuggire?

Salve a tutti, sono un ragazzo di 22 anni e sto pensando di andarmene di casa. Sono in terapia da ...

6 risposte
Lo xeplion è indicato per la sindrome di Asperger?

Salve sono un ragazzo di 26 anni affetto da SA, lo psichiatra mi ha prescritto lo xeplion, ma andand ...

2 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.