Varie

Il valore della routine ai tempi della quarantena

23 Aprile 2020

contattami

Condividi su:

Ammetto, la prima settimana che hanno detto che alcune attività lavorative sarebbero state sospese, il mio primo pensiero è stato “bene, recupero un po' di ore di sonno, sistemo tutte quelle cose che rimando da tempo, finalmente posso leggere e recuperare tutti gli arretrati”.
Ebbene, di tutto quello che avevo in mente, dopo una settimana mi sono resa conto di aver fatto ben poco a beneficio di: pulizie maniacali di tutta la casa, esperimenti culinari, chat e videochiamate di gruppo degne di un call center, attività fisica più o meno forsennata seguendo il tutorial del momento.
Niente di male se non fosse per il fatto che rimanevo a fine giornata con la sensazione di non aver sfruttato per bene il mio tempo.
A questo sommiamo che le settimane di “messa a casa” sono diventate due, infine tre e molto probabilmente si prospetta ancora un lungo periodo di quarantena domiciliare. Nonostante questa disposizione di tempo mi rimaneva un'esigenza: NON SOLO FARE MA RIEMPIRE IN MODO COSTRUTTIVO LE MOLTE ORE A CASA.
Per ovviare a questo, ho dovuto instaurare una nuova routine per le mie giornate, un modello da seguire che mi trasmettesse sicurezza ma che allo steso tempo non fosse così rigido da non permettermi di improvvisare ed evolvere.
In realtà il termine “routine” ha sempre avuto una connotazione negativa nel mio vocabolario mentale, associandolo a qualcosa di ripetitivo e quindi, noioso; ma in un momento di apparente libertà totale della gestione del tempo ho iniziato a riflettere sull'importanza di avere un programma quotidiano da seguire, che dia un senso alle giornate.

E così, ho impostato una routine, riscoprendone i vantaggi. Ecco i principali:

LA ROUTINE CI RASSICURA: dà un senso di struttura alla giornata, facendoci svegliare con la sensazione di avere pieno possesso delle nostre facoltà, sapendo in anticipo cosa fare ogni giorno direzioniamo la nostra vita. In più avendo già una struttura della giornata possiamo avere lo stato d'animo giusto per avventurarci alla scoperta di cose nuove.

LA ROUTINE FA BENE ALL'AUTOSTIMA: ci permette di portare a termine le cose e concludere qualcosa è molto incentivante, ci fa sentire efficienti innescando la voglia di iniziare qualcos'altro... e concluderlo.

LA ROUTINE TIENE A BADA L'INQUIETUDINE: a volte siamo presi dall'ansia al pensiero di fare un'infinità di cose, poi scrivendo una lista delle cose da fare ci accorgiamo che non sono mille ma quattro. Avere una routine ci aiuta a circoscrivere le azioni automatiche e a toglierle dalla lista mentale delle mille cose da fare.
Ti togli anche il pensiero della forza di volontà e della motivazione: quando la routine è un’abitudine puoi andare avanti tranquilla con il pilota automatico senza dover spendere troppe energie nel pensare.

LA ROUTINE CI PERMETTE DI SCEGLIERE COME TRASCORRERE LA GIORNATA: siamo noi a decidere cosa fare e quando farlo, dandoci la possibilità di mantenere il controllo sugli aspetti per noi rilevanti.

LA ROUTINE CI FA RISPARMIARE TEMPO: Se viviamo nel disordine e nel caos, tutto sarà più difficile e ci farà perdere un sacco di tempo. Con la pratica nelle azioni si diventa efficienti risparmiando tempo.

Quello che ho capito alla fine dei miei primi giorni strutturati è che la routine ci aiuta ad avere dei ritmi e a non lasciare tutto al caso. Avere delle abitudini è benefico perché aiuta ad essere più organizzati e ad avere la mente più fresca e per quanto la routine possa far risultare prevedibili le nostre giornate, in realtà le rende più produttive e confortevoli.

COME COSTUIRE UNA ROUTINE?
1. scrivi il programma su carta o lavagna: rendilo visibile
2. asseconda il tuo ritmo naturale: concentra le attività più impegnative entro le ore in cui ti senti più attivo
3. impiega 10 minuti al mattino per riflettere sulla giornata che ti aspetta
4. lascia del tempo per attività libere e la creatività: abbraccia progetti e passioni
5. modifica la tabella di marcia in base all'esperienza

Dobbiamo tenere conto che la routine è NOSTRA, impostata sulle nostre esigenze e obiettivi e per questo è in corso d'opera.
Essenziale nella nostra quotidianità è prestare attenzione a come ci sentiamo.

Questa attenzione consapevole ha due VANTAGGI.

1. possiamo adattare il nostro programma secondo necessità per resistere alle settimane (mesi?) In anticipo.

2. possiamo prestare attenzione a come ci si sente ad essere meno programmati e liberi di determinare i nostri giorni.

Quindi quando il nostro periodo di quarantena finirà per fare spazio a ritmi di vita più frenetici, ciò che abbiamo imparato può modellare una vita che ha un po 'più di spazio per respirare rispetto a prima.

Commenta questa pubblicazione

Considerazione illuminante e consigli da mettere in pratica subito!

Loredana Vitale

23 Aprile 2020

Condividi su:

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Varie"?

Domande e risposte

Come essere meno autocritici con se stessi?

Salve, scrivo per chiedere consiglio su come gestire il mio problema. Provo vergogna per me stessa...

6 risposte
Come gestire un forte legame affettivo sincero con il proprio psichiatra

Buongiorno,ho 28 anni e sono seguita da uno psichiatra da circa due anni. Nello stesso periodo inizi ...

7 risposte
Non so più come andare avanti

Salve a tutti, sono una ragazza di venti anni ma sento che la mia vita sia già conclusa. ...

5 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.