Adolescenza

COME SI COSTRUISCE UNA BUONA RELAZIONE CON I FIGLI ADOLESCENTI

17 Ottobre 2018

contattami

Condividi su:

L'adolescenza  è una fase della vita particolarmente delicata  e complessa; è un periodo di  grande  trasformazione  sia  dal punto di vista biologico, sia  sotto l'aspetto    psicologico e sociale.  Ciò determina   uno stato di irrequietezza  e  fragilità   che talvolta  si riflette  in maniera evidente nel   comportamento. Quale può essere  il giusto modo di porsi con i figli  adolescenti?     Per rispondere a questa domanda in maniera efficace   può   essere utile      provare a sintonizzarsi sui  loro  bisogni  

 Di che cosa può avere bisogno  un giovane che si affaccia alla vita ed  è combattuto tra il desiderio di  scoprire il mondo e la paura  che questa scoperta  comporta?

  Gli adolescenti hanno bisogno di essere rassicurati riguardo alle loro paure e incertezze,  ma    hanno anche bisogno di fare le loro esperienze;  ciò  richiede  che   il genitore  sappia    stare  ad una distanza adeguata che  permetta al ragazzo di sperimentare, senza avere la percezione di sentirsi "spiato", ma al tempo stesso ha bisogno di sapere che il genitore è presente e che può fare affidamento su di lui. 

Il concetto chiave  chiave che sta alla base  di una buona relazione  genitori  figli  è la fiducia  reciproca.  Il   rapporto di fiducia si  costruisce nel tempo  ed è il risultato di un impegno costante,   di  un percorso  di crescita e di consapevolezza  durante il quale  il genitore  deve  avere  la capacità di  mettersi in discussione. Comincia  quando i figli sono molto piccoli, ha a che fare con lo stile educativo,   con  il  saper dare  delle regole  in maniera flessibile, col  saper  dire "no" al momento giusto  e  riuscire a   creare un'atmosfera di  armonia  e di serenità.

Se  i  genitori  sono sempre stati punitivi e controllanti nel timore  di  non  riuscire a farsi rispettare,   difficilmente  un bambino avrà   imparato ad autoregolarsi  perché il messaggio che è stato trasmesso con maggiore frequenza  è : "se  non farai questo... ti metterò in punizione".  Questa modalità educativa, sicuramente poco efficace,  non potrà più essere applicata   quando il  figlio  è  adolescente e  probabilmente avrà  reso il rapporto  ostile  e rabbioso.  Se al contrario  i genitori non saranno  riusciti a dare delle regole per timore di reprimere   la libertà dei figli, non sarà semplice dare loro dei limiti proprio  nel periodo adolescenziale.

Ecco  perché  è fondamentale essere riusciti a costruire quel rapporto di fiducia reciproca grazie al quale  gli adolescenti  sentono che i genitori si fidano di loro,  perché  li ritengono capaci;  ciò  è  estremamente importante poiché,  oltre ad accrescere la loro autostima   li rende  maggiormente responsabili.  Ma è di fondamentale importanza che anche  i figli  si fidino dei genitori,  che li  stimino, che li  reputino persone  in grado di ascoltarli ed accogliere le loro richieste di aiuto  nei momenti di difficoltà, senza paura delle loro  reazioni  e  senza paura di essere giudicati, nella certezza   di trovare in loro  un porto  sicuro  che li fa  sentire  protetti ed amati.

Gli adolescenti hanno bisogno di essere accompagnati nel loro percorso di crescita  senza  sentirsi né  controllati  dai genitori, né  tenuti per mano come fossero ancora dei bambini  o peggio ancora "trattenuti"   per le paure degli stessi  genitori.  Si tratta di un compito molto  difficile,  per questo  è importante cercare  di farsi aiutare  se ci si trova  in difficoltà. Rivolgersi a  degli esperti  non è un segnale di incapacità e debolezza, ma al contrario è indice di  senso di responsabilità ed è una chiara  dimostrazione di  amore e  interesse  verso i  propri  figli.     

Commenta questa pubblicazione

Condividi su:

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Adolescenza"?

Domande e risposte

Figlia ingestibile

Buongiorno, ho una figlia di 15 anni che da maggio 2017 e' completamente cambiata. E' sempre stata ...

6 risposte
Come devo comportarmi con mio figlio?

Ho un figlio di 13 anni e mezzo fa la 3 media, da un mese ho notato un cambiamento lui, vuole sempre ...

3 risposte
Tredicenne rifiuta la sua femminilità

Buongiorno, sono mamma di una ragazza tredicenne brillante e intellettualmente molto attiva, con ...

5 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.