Aiuto Psicologico senza coinvolgere i genitori

Luca

Buongiorno, sono un ragazzo di 20 anni che studia all'università e non sono economicamente indipendente. Ho bisogno di iniziare una terapia, prima del COVID ho perso i miei nonni, durante il COVID stando chiuso in casa dalla mattina alla sera ho perso invece tutto ciò che mi rendeva felice, lo sport, le mie passioni...da mesi, in particolare dall'ultimo anno mi ritrovo con un grande dolore dentro, frequenti crisi di pianto, mancanza di motivazione nel continuare il percorso di studi, mancanza di voglia in quasi qualsiasi ambito, non riesco a studiare senza dopo un ora crollare nel pianto. Non voglio coinvolgere i miei genitori che non sanno niente di tutto ciò e tantomeno voglio appoggiarmi ai medici dell'usl coi quali, cambiando di volta in volta, è impossibile costruire un vero e proprio percorso... Usufruire del bonus sarebbe impossibile inquanto avrei bisogno di fornire un isee e questo significherebbe coinvolgere i miei...come posso fare? Non ho i soldi e ho bisogno di aiuto... Non so davvero dove sbattere la testa..

1 risposta degli esperti per questa domanda

Salve Luca, mi spiace molto per la situazione che descrive poichè comprendo il disagio che può sperimentare e quanto sia impattante sulla sua vita quotidiana. Ritengo importante cercare di capire come mai lei sia così restìo nel comunicare ai genitori la sua necessità di farsi aiutare: immagino che avrà i suoi buoni motivi però onestamente non posso pensare che dei genitori, pur magari con delle resistenze e borbottando, alla fine possano negare un aiuto al proprio figlio. 
Resto a disposizione, anche online.
Cordialmente, dott FDL