Adolescenza

Difficile rapporto con mia figlia

Antonella

Condividi su:

Buonasera,

sono una madre separata da 5 anni, che da un paio di mesi non riesce ad avere un rapporto sereno con la figlia quattordicenne, non segue più le regole, non le si può dire nulla, che si scatena nei miei confronti, mi risponde, mi accusa di aver lasciato il padre, mi critica fino ad arrivare a dire che non mi vuole bene che vuole andare via...si è fatta del male...Io cerco di essere presente x lei, sono assillante...in verità sono sfinita...Grazie

2 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Carissima Antonella,


L'adolescenza è un periodo estremamente critico e la separazione dei propri genitori costituisce un trauma profondo da elaborare in una fase della vita già di per sè difficile. Le consiglio di richiedere un consulto con uno psicoterapeuta sistemico-relazionale, che è l'orientamento psicoterapico d'elezione per le problematiche adolescenziali e familiari in generale) al fine di ricevere aiuto per Lei e per Sua figlia, affinchè possiate ritrovare una comunicazione efficace e l'armonia e la serenità nella Vostra relazione.


Un caro saluto.


 

Buongiorno Antonella,


mi spiace per la situazione che sta attraversando con sua figlia. Diciamo che ci sono diversi fattori che vanno valutati rispetto a questa modalità relazionale che si è attivata. La prima è legata all'età della ragazza. 14 anni è una un'età adolescenziale a tutti gli effetti e come tale, comincia ad implicare momenti anche di fatica per ciò che riguarda i confini da tenere. In questa fase è fondamentale essere autorevoli facendo attenzione a non sfociare nell'autoritarismo. E' una fase delicata in cui le regole non vengono seguite ma ce n'è fondamentale bisogno.


L'altra variabile da approfondire è la sua reazione/vissuto alla separazione. Sono dell'idea che una separazione non causi grossi traumi se gestita in maniera buona e protettiva. Ciò che comporta frustrazione sono i possibili conflitti tra i coniugi e il rapporto che si sceglie di mantenere con i figli.


Se sua figlia è arrivata a farsi del male è perchè c'è qualcosa che probabilmente fatica a gestire (che non necessariamente arriva dalla separazione o da ciò che è successo. Scuola? Amici? Relazioni?) e che, procurandosi dolore fisico, in qualche modo le permette di spostare l'attenzione.


Spero di averle dato degli spunti di riflessione. Essere genitori e figli, è tra i mestieri più difficili del mondo. La invito a prendersi cura della sua stanchezza e a valutare anche un percorso per sua figlia.


Resto a disposizione (lavoro anche via Skype).


Cordialmente


 

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Adolescenza"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Aiuto cosa devo fare?

Diciamo che ho problemi relazionali, non ho nessun amico e vita sociale praticamente inesistente ...

1 risposta
Da quando ho saputo da mia figlia 14 enne che le piacciono le ragazze non so come comportarmi.

Salve scrivo perché ho una figlia di 14 anni a cui piacciono le ragazze, in un anno è ...

2 risposte
Mio figlio 13 anni non rispetta le regole

Mi figlio non vuole andare a scuola, ha un atteggiamento irrispettoso sia a scuola che a casa, conti ...

1 risposta

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.