Ho una figlia di 14 anni da 2 mesi non la riconosco più.

Doriana

Buongiorno ho una figlia di 14 anni frequenta la 1 superiore, sono circa 2 mesi che è completamente cambiata. Rientra da scuola e si chiude nella sua camera, mi sono accorta (sentendola parlare con i nuovi compagni), che c'è una ragazza molto mascolina (lesbica dichiarata) nella sua classe più grandi di lei xché ripetente. Insospettita dai discorsi fra loro mi sono accorta che questa figura sta' poggiando e confondendo mia figlia, lo scorso anno gli piaceva un suo compagno .......stiamo discutendo molto in questi giorni, ieri dopo l"ennesima discussione ci ha detto che x ora è così (cioè attratta da questa persona) ma che magari fra 2 mesi la pensa diversamente. Non sappiamo più come e cosa fare, la nostra paura e timore che si faccia plagiare e convincere al tal punto di credere che le piacciano le ragazze. Grazie a chi mi può consigliare oi indirizzare nel miglior dei modi.

3 risposte degli esperti per questa domanda

Gentile Doriana,

quello che sta accadendo a sua figlia, e alla vostra relazione, è molto comune quando i figli entrano nell'adolescenza. Ciò non significa che sia facile da affrontare. La sensazione di smarrimento che prova, il "non riconoscere più" sua figlia, va affrontato nella maniera corretta, rivolgendosi a persone esperte di questa fascia di età. E' molto importante che i genitori abbiano una guida e un supporto adeguato per non allontanare i figli e continuare a essere loro di supporto nella crescita, ma con una modalità differente da prima. Ed è altrettanto fondamentale che anche i ragazzi abbiano un loro spazio per raccontare quello che sta loro accadendo e provare a capirlo. Lavoro da oltre quindici anni con gli adolescenti e le loro famiglie. Se lo desidera mi contatti in privato. Ricevo a Monza, eventualmente anche via Skype.

 

Buongiorno Doriana, vorrei invitarla a riflettere su questi  spunti. In una età cosi giovane la personalità si costruisce anche attraverso il desiderare di essere come l'altra persona per le qualità che sembrano importanti, la sicurezza la determinazione ... è molto frequente, questo  innamorarsi  degli aspetti non significa necessariamente  amare l'altro in  senso reale

Buongiorno Doriana,

L’età adolescenziale rappresenta il momento in cui ci si definisce, in cui si raggiunge un’identità più stabile sia personale, che sessuale. L’attrazione non si può indirizzare consapevolmente. Vostra figlia sta sperimentando i propri affetti, i sentimenti d’amore, affetto e sintonia che a questa età possono essere davvero molto intensi. Non è sempre semplice da accettare, ma è molto importante che i genitori siano si una guida per i figli ma anche una base sicura in cui potersi esprimere e raccontare, con la consapevolezza di essere accettati. Continuando per la strada del confronto e della libertà di espressione sincera, ciò che sta accadendo verrà capito e affrontato, qualsiasi sarà la direzione futura.