Separazione

Io lo amo, lui adora mia figlia ma non è innamorato di me

Fenix

Condividi su:

Sono Fenix ho 30 anni e una bimba stupenda di 18 mesi, ho cresciuto questa bimba da sola dal primo momento che è venuta al mondo, ho lasciato suo padre quando mia figlia aveva due mesi. Ero a pezzi è totalmente persa.
Da quando Aria è nata ho lavorato tanto su me stessa, sulla mia autostima, ho lavorato la pazienza, l'amore per me stessa . Mi amo, e amo ancora di più mia figlia Ho sempre sognato una famiglia, ho sempre voluto qualcuno che mi accompagnasse nella vita e da quando sono madre questo desiderio è ancora più grande. Mi sentivo sola, ma poi ho imparato a godermi questa solitudine. Nel lock down da covid-19 ho cominciato ad avere contatti telefonici con un amico conosciuto 3 anni fa in Portogallo, vive a Lisbona, ha 41 anni, lui mi ha confessato che 3 anni fa si era innamorato di me.
Entrambi avevamo lo stesso desiderio di provare a stare insieme, ci siamo scritti ogni giorno parlando e fantasticando, lui molto realista io molto sognatrice, io molto spirituale lui molto scientifico insomma due persone distinte ma abbiamo deciso di provare. Lui mi è sempre piaciuto come persona è come amico
dopo due mesi che ci scrivevamo io sono venuta qui a Lisbona.
Una volta arrivate qui io e mia figlia ci siamo sentite a casa dopo tanto che non ci sentiamo così, lui è dolcissimo con mia figlia, le insegna cose, la intrattiene, si fanno le coccole lei lo cerca sempre, giocano insieme, lei vuole camminare mano nella mano con lui.. Premetto che mia figlia non ha mai avuto una figura di riferimento maschile, paterna...Insomma io sono partita a mille mi sono innamorata di tutto questo, mi sono innamorata di lui e della sua calma, mi sono innamorata al vederlo come ama mia figlia. Viviamo insieme ma io ho il mio spazio e lui il suo. Io mi sono aperta e gli ho espresso le mie emozioni, giorno dopo giorno mi sono presa cura di lui e della sua casa Come se fosse mia. Lui invece è partito molto più pacato, non si esprime molto, è sulla difensiva come se si volesse proteggere, quindi diciamo che non si è aperto molto sentimentalmente, non mi bacia, non mi accarezza non mi cerca, sono sempre io ad andare da lui nel "suo spazio" , facciamo sesso o almeno facevamo fino ad una settimana fa, abbiamo avuto una discussione è lui mi ha detto tutto ciò che pensava di me, ferendomi e dicendomi che sono una persona poco realista, mi ha detto che non è innamorato e che per il momento non vuole una relazione con me.
Da li è cambiato tutto lui è sparito per due giorni e io in questi due giorni spinta dal impulso ho comprato un biglietto per andarmene tra 8 giorni. Prima di una settimana fa sembrava stesse nascendo qualcosa. Lo guardavo e vedevo un futuro, però qui mi sento sola, alla fine siamo sempre io e mia figlia con lui non facciamo molto, lui è pigro e quasi sempre resta in camera sua al PC o alla tv.
Lui mi ha detto che se voglio posso restare e che lui non mi ha detto di andar via, che gli mancheremo, mi ha detto che lui non deve essere il motivo se io decidessi di restare. Che tutto può succedere e che alla fine in queste 7 settimane è stato bene. Oggi sembra si sia aperto per la prima volta, l ho visto emozionarsi cantando la ninna nanna ad Aria, mi ha abbracciata(cosa che forse è successa una volta) Il mio cuore mi dice di restare e la testa mi dice che restare qui sarebbe come aspettare qualcosa che potrebbe non succedere mai...
Io ero venuta per restare, non posso tornare da dove sono venuta perché non saprei dove andare.
Ero venuta per tentare di ricreare una vita qui in Portogallo. E adesso non so che fare. Non voglio avere il rimpianto di non averci provato, e se prendo quell aereo e poi me ne pento? Sono molto confusa altero Stati di entusiasmo per la partenza a Stati di completa tristezza specialmente quando lo vedo con mia figlia....
Tutti i miei amici mi dicono di andare e che non posso aspettare che lui provi lo stesso per me perché ho la mia vita da organizzare. E una figlia da crescere.
Ho bisogno disperato di un Consiglio.
Mi scuso se ho fatto errori di ortografia ma tra portoghese, italiano e spagnolo a volte mischio un po tutto.
Scusate il papiro ma sentivo il bisogno di esprimere bene ciò che sento.
Vi ringrazio se troverete il tempo di darmi dei consigli. Ne ho davvero bisogno.
Grazie
Una mamma disperata
Fenix

3 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Cara Fenix, dal tuo racconto si percepisce l'indecisione che ti attanaglia e sembra chiaro che tu stia soffrendo. Il consiglio che mi sento di scriverti è quello di focalizzare l'attenzione su te stessa e sulla tua bimba, cercando di essere anche razionale perché avete entrambe bisogno di sicurezza. Sul lato amoroso se lui non è pronto a una relazione prova a valutare quale sia il tuo bisogno, se puoi accontentarti di quello che lui oggi può offrirti oppure se desideri altro. 
Un saluto


Anna Santoro

Gentile Fenix,


costruire un rapporto di coppia stabile e duraturo non è sicuramente un’impresa semplice e scontata, come tu stessa hai potuto sperimentare. Il desiderio di avere una persona accanto con la quale condividere gioie e dolori è legittimo e fai bene a coltivarlo, ma devi anche considerare che il cammino prevede degli ostacoli. Certo le parole pronunciate dal tuo amico potrebbero indurti ad andare via per sempre portandoti  dietro delusione e amarezza. Il consiglio che ti posso dare è quello di avere ancora un po’ di pazienza e di cercare di capire se le esternazioni fatte dal tuo “amico” volessero realmente comunicare quello che hai inteso oppure celano qualcos’altro che non è riuscito ad esprimere, magari riguardo alla convivenza o alla sua vita. La costruzione di un rapporto solido passa anche attraverso una comunicazione chiara ed efficace che non sempre si è in grado di esternare. Detto ciò, se dovessi realmente capire che nulla prova nei tuoi confronti, è bene prenderne atto e continuare il cammino della vita insieme a tua figlia, senza forzare la mano. La tua giovane età ti consentirà sicuramente di incontrare altre persone con il tuo stesso desiderio, il che faciliterà la convivenza e tutto ciò che ne consegue.


Cordialmente


Dott. Pasqualino Lupia


 

Cara Fenix


Non so se posso darle consigli ma posso farla riflettere su ciò che ha scritto all'inizio della sua "lettera". Dice di aver fatto un lavoro su di sè, di amarsi e soprattutto di amare sua figlia. Parta dal presupposto che se tutto ciò è reale, dovrebbe creare per la sua bambina un ambiente stabile e sicuro. Trasmettere alla piccola che la mamma è soddisfatta della sua vita, e farla crescere in un contesto sufficientemente sano.


Rifletta su questi aspetti e forse la decisione rispetto a ciò che dovrebbe fare arriverà. Abbia rispetto di sè e dell'amore che prova per la sua piccola.


Auguro con tutto il cuore buona fortuna


Dott.ssa Elisa Danza 

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Separazione"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Voglio ricominciare dopo quattro anni di relazione, come faccio?

Buongiorno, sono una ragazza di 24 anni e il 22 luglio di quest'anno sono stata lasciata dal mio ...

2 risposte
Come riesco a capire se vale la pena aspettare che possa scoprire la sua felicità?

Salve, ho 21 anni e una relazione da 6 anni con un ragazzo di 24. Il nostro rapporto è sempre ...

6 risposte
Figli- pacchi postali si o no?

Buonasera, Al momento della separazione voluta da me, non ho osato chiedere nulla al mio ex marito, ...

5 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.