Separazione

Scelte da donna imposte ai figli

SARA

Condividi su:

Buongiorno, ho una domanda che mi blocca nella situazione in cui sono: non riesco ad andare oltre al pensiero di dover far subire le mie scelte ai miei figli. ho 36 anni, convivo col mio compagno da 20 anni e abbiamo due bambini di 8 e 5 anni. da tempo mi sono accorta che mi mancava qualcosa, si è appiattito tutto, e non mi sembrava di poter avere altre prospettive per il futuro, tutto sempre uguale. Ho avuto una storia l'anno scorso, durata qualche mese. Da febbraio ho un'altra relazione, ancora dura, e vorremmo durasse, vorremmo creare una vita insieme. Ho confessato al mio compagno che non lo amavo più, che non sentivo più desiderio sessuale verso di lui, tutto questo perchè ho iniziato a provarlo per l'altro, ci siamo innamorati. Gli ho confessato inoltre, probabilmente per paura che lo venisse a sapere da altri, che lo avevo tradito, ma non sa di tutta la storia iniziata a Febbraio. abbiamo deciso di procedere con la "separazione" anche se non siamo sposati. Chiaramente lui ha subito tutto questo, lui ancora mi amava e non avrebbe mai messo in dubbio tutto questo. adesso mi trovo nel limbo mentale, seguo la mia felicità imponendola a tutti, e chiaramente non posso e non voglio tornare indietro, non riesco a pensare di riprendere in mano la mia storia, la impongo ai miei figli. questo è il blocco mentale. come posso superare questa sensazione di imporre una cosa che vorrei, con la paura che possa essere solo un capriccio? Grazie mille...

2 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Buonasera,


è molto comune il senso di colpa quando si ha paura di anteporre la propria felicità a quella dei propri figli. Rifletta, però, sul fatto che i bambini risentono molto del benessere familiare, quindi della serenità dei propri genitori. Se lei non si sente più felice con il suo compagno probabilmente i suoi figli se ne saranno resi conto e, di riflesso, si sentiranno anche loro "fuori posto". Sicuramente avranno bisogno di un po' di tempo, di comprensione e di poter contare sulla sua presenza prima di abituarsi al cambiamento della situazione familiare. L'importante sarà avviare un percorso di separazione in accordo con il suo compagno, quindi serenamente, senza conflitti.


Per gestire al meglio la situazione, potrebbe comunque esserle utile rivolgersi ad un professionista.

Gentile Sara,


dal momento in cui un rapporto d'amore si esaurisce, non ha senso forzarsi a rimanere ancora con quella persona, magari per il fatto di aver condiviso una parte di vita insieme o perchè ci sono dei figli. La separazione non è certo semplice e priva sentimenti dolorosi, ma anche rimanere in una relazione svuotata dal punto di vista affettivo non è positivo, ne per la coppia e nemmeno per i bambini. I bambini si accorgono quando i genitori non sono in armonia tra loro ed il rischio per i genitori è di essere una coppia infelice, che non vive con piacere i momenti famigliari condivisi.


Saluti.


 

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Separazione"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Amore o bene infinito?

Ho una storia con un ragazzo da circa 8 anni e da una settimana gli ho chiesto una pausa. Il motivo? ...

4 risposte
Disturbo di personalità o semplice immaturità?

Buongiorno, sono sposato da 10 anni (12 complessivi dall'inizio del rapporto). Dal matrimonio sono ...

1 risposta
Moglie che tradisce e mostra rabbia e rancore nei confronti del marito

Salve, ho 45 anni e questa è la mia storia. Sul finire del mese di dicembre del 2018 il mio ...

1 risposta

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.