Separazione

Superare un tradimento

Daniele

Condividi su:

Salve, ho 48 anni, bello, ho successo nel lavoro, chi mi conosce mi giudica un figo, un duro, uno di successo, grintoso e tutto il resto....
Sono sposato da 5 anni con una bellissima donna, di tre anni più giovane, con la quale convivo da 13.
Abbiamo 2 splendidi bambini.
Da 3 mesi ho scoperto che mia moglie mi tradisce, da quasi un anno, con il suo capo di 20 anni più grandi di lei, separato, e, cosa ancora più grave, lo ama e ha deciso di far naufragare il nostro matrimonio.
Ha letteralmente perso la testa e non trovo la chiave per farla ragionare.
Ho tentato in tutti i modi di salvarlo, ma ho fallito miseramente.
Oramai ho deciso di mettermi l'anima in pace e di provare a riprendere in mano la mia vita, ma l'amore che ho nutrito, e che forse nutro ancora, per la donna che mi ha tradito, che ha distrutto i miei sogni, il mio progetto di vita, il mio ideale di famiglia è talmente forte che mi sento perso e l'esatto opposto dell'incipit.
Ho l'impressione che il dolore che provo non finirà mai e che non riuscirò a recuperare il matrimonio, perché questo voglio, sarebbe un insuccesso terribile.
Sentimentalmente sono debole e non riesco a trovare la forza di reagire, mia cugina mi definisce "fracicone sentimentale" e mi ha suggerito di rivolgermi a voi per rinforzarmi.
Non riesco a trovare la forza di staccarmi dal concetto di moglie ideale che ho avuto fino a 3 mesi fa.
Cosa e come possa fare per superare questo momento?

8 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Buongiorno. Leggendo la sua storia mi e' venuta in mente la canzone 'Alle porte del sogno' di Irene Grandi....una strofa fa esattamente cosi "Grazie per avermi spezzato il cuore, finalmente la luce riesce ad entrare". Le sembrera' incredibile ora,  ma, anche se dolorosamente, questa esperienza puo' essere un'occasione di crescita per lei, per il suo modo di vivere la relazione. Mi ha colpito molto la descrizione che lei fa della sua vita prima del tradimento....bellezza, successo, moglie ideale,  famiglia ideale.....mi ha fatto pensare ad un bel quadro da ammirare a distanza. Credo che il suo dolore le stia chiedendo uno spazio per essere ascoltato. Le sarebbe molto utile intraprendere un percorso terapeutico per elaborare la separazione, rileggere la sua storia e poi riprendersi la vitalita': 

Buongiorno Daniele,


sarebbe strano se Lei non avvertisse questa Sua fragilità.


"Fracicone sentimentale" lo diventa (prima o poi) chiunque si trovi a vivere il dolore di vedere naufragare una relazione nella quale si è creduto, investendo parti del proprio se' nel rapporto con l'altro. 


Il dolore che adesso La attraversa, oltre ad essere la naturale conseguenza di tale vissuto, è anche il passaggio necessario che ciascuno è chiamato ad attraversare per poter riemergere e ri-trovare un Io integro, nonostante la propria ferita affettiva.


Per tale ragione, dunque, si dia tempo. 


Cordiali saluti

Il suo smarrimento è comprensibile, Daniele, perché quando perdiamo qualcosa o qualcuno che amavamo tanto e su cui avevamo investito tutta la nostra vita, la perdita sembra inaccettabile. Direi che la delusione sembra troppo forte ma .... dove c’è delusione vuol dire che prima c’era illusione e questo è in fondo quello che lei stesso dice quando riconosce consapevolmente di aver inseguito l’idea di una moglie ideale. Se qualcuno che diceva di amarci non ci ama più non vuol dire che noi non valiamo niente e che siamo dei falliti; vuol dire semplicemente che alcune cose sono cambiate, che siete cresciuti, che sono affiorate altre esigenze. Una breve psicoterapia potrebbe aiutarla ad elaborare il lutto della perdita, se davvero sua moglie deciderà per una separazione, oppure le fornirà la forza necessaria per provare a riconquistarla. Abbia fiducia in se stesso e non permetta a nessuno di essere così potente da farla tanto soffrire.

Gent.mo, mi spiace per il momento abbastanza delicato e di sofferenza che sta provando. Ha / avete mai pensato a una terapia di coppia o individuale o una mediazione familiare? Ho visto che siete della provincia di Roma. Di dove se posso? Io ho studio a Roma ma volendo mi posso spostare in provincia. Rimango a disposizione per qualsiasi domanda. Distinti saluti.

Salve, mi dispiace per il momento che sta vivendo, ma allo stesso tempo mi complimento con lei per la forza che ha trovato nello scrivere questo messaggio.


Quasi sicuramente scoprire un tradimento, da parte della persona dalla quale ci si aspetta tutt'altro, fa vacillare l'Immagine che ci si è costruiti del partner e soprattutto di sè, e quasi automaticamente ci si chiede "dove ho sbagliato?" e si vive tutto questo come un fallimento personale. Il suo sentire al momento è in linea con i fatti appena accaduti. Per superare questo momento difficile è Importante elaborare tutto questo e dare un senso, per poter riprendere in mano la sua vita e continuare la sua crescita personale. Le consiglio a tal fine un percorso di terapia individuale.


Spero di esserle stata d'aiuto.


Cordialmente


 

Lei descrive una situazione ideale riguardo al raggiungimento dei propri obiettivi personali, di coppia e di famiglia. Una situazione ideale distrutta all’improvviso da questa scoperta: non solo quella situazione ideale nella quale pensava di stare non esiste più ma rischia di non esistere più nemmeno un rapporto imperfetto visto che sua moglie ha deciso di far naufragare il matrimonio.


Immagino quanto debba essere difficile per lei ritrovarsi all’improvviso in questa nuova realtà. Credo sua cugina abbia ragione a dire che forse in questo momento ha bisogno di aiuto.


Probabilmente non esiste un modo per superare questo momento senza dolore, può comunque farsi sostenere in questa difficile ristrutturazione dell’immagine di sé e della sua famiglia e magari cogliere questa terribile situazione per vedere meglio delle cose di sé e delle relazioni.


Se vuole può chiedere un appuntamento a me o a un’altra collega.


Un saluto

Gentile Daniele,


Mi spiace molto per il suo matrimonio. Quando un rapporto finisce è sempre molto doloroso.


Non penso sia un "fracicone sentimentale" piuttosto una persona che si trova difronte un difficile momento della propria vita.


Recuperare il matrimonio vorrebbe dire che sua moglie ha qualche dubbio sulla sua relazione extraconiugale o che comunque sia disposta a metterla in discussione, anche solo perché possiate chiarire cosa è accaduto fra voi. se cosi fosse potreste affrontare un percorso di coppia che vi aiuti e vi supporti.


Ma se sua moglie vuole chiudere il suo rapporto con lei definitivamente, le consiglio vivamente di affrontare una psicoterapia individuale. Potrebbe tranne molto beneficio.


Per porsi qualche domanda su ciò che ad esempio intende per moglie ideale.


Le auguro ogni bene.


 

Probabilmente  un  percorso di psicoterapia o colloqui con uno psicologo ( anche di breve durata) potrebbe aiutarla a riorganizzare le sue emozioni e decisioni da prendere, oltre a superare gli eventuali sintomi depressivi e lo stato confusionale che prova in questo momento. Si tratta probabilmente di elaborare il lutto della separazione, forse di affrontare problemi di dipendenza più o meno latenti che sono affiorati con l'evento.

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Separazione"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Informazioni

Buonasera, sono separato da circa due anni e la nostra separazione e seguita da sevizi sociali, sed, ...

4 risposte
Come fare a capire quello che voglio

Buongiorno Poco tempo fa vi ho scritto della mia crisi con il mio compagno con il quale ho una ...

2 risposte
Come posso stare meglio?

Buongiorno, ho bisogno di una risposta per potermi sentire meglio. Sono una donna di 42 anni e sono ...

6 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.