Depressione

Buongiorno, vorrei sapere il costo di una seduta psicoterapeutica

Mattia

Condividi su:

Salve, presento diversi sintomi come la depressione e l'ansia sociale ed essendo che sono stufo di dire no alla vita vorrei tornare a voler vivere con la gioia di vivere...

Vorrei sapere di piu riguardo alla psicoterapia ovvero:

1) Come funzionano le sedute di psicoterapia?
2) Quante sedute ci vogliono per completare un percorso?
3) ogni quanto andrebbe consigliato di fare una seduta?
4) costo medio di una seduta psicoterapeutica e quanto tempo dura una seduta?


Grazie mille e buona giornata

6 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Buongiorno. Sono tutte domane ampie la durata della terapia dipende dell'argomento, da come si reagisce al lavoro e dai traguardi da raggiungere. Il costo si aggira ai 65 € l'intera ora. Generalmente la seduta viene fissata l'ora e la data ci si vede in presenza o online con il link e si conversa una volta a settimana è la frequenza standard, ma in base tutto alla persona. 
Spero d'essere stata esaustivareato a disposizione 


dott.ssa Elena Conter


 

Buongiorno Mattia,


sono la dott.ssa Cristina Bozzato, psicologa psicoterapeuta cognitivo comportamentale. Ricevo a Jesolo (ve) e online. Se vuole può visitare il mio sito nopanicproject.it (un sito che ho creato specificatamente sui disturbi d'ansia e dell'umore).


Ho letto la sua richiesta e le risponderò punto per punto sulla base del mio approccio psicoterapeutico e del mio "modo" di fare psicoterapia..


1. le sedute di psicoterapia sono dei colloqui in cui è prevista una fase iniziale di raccolta di informazioni per giungere a una descrizione condivisa della problematica del paziente e del "funzionamento" della persona nel suo problema (possono essere utilizzati dei test o dei questionari per raccogliere le informazioni importanti). In questa fase si ricostruisce la "storia" del problema. Dopo di che avviene la stesura degli obiettivi condivisi e una ipotesi di durata del trattamento. Da quel momento le sedute si compongono di una parte di "lavoro" sul problema (guidata dal terapeuta) in seduta e di una parte di "lavoro" a casa che viene richiesto al paziente.


2. Non è facile stabilire a priori la durata di un trattamento, ma è possibile individuare degli "step", dei momenti di verifica dell'andamento della terapia e procedere a "blocchi" di sedute. La terapia cognitivo comportamentale mira ad ottenere il massimo risultato in tempi non troppo lunghi, ma consideri che si ritiene "breve" una terapia che preveda una ventina di incontri. Nella mia esperienza ho affrontato problematiche che si sono risolte anche con meno incontri, ma è, appunto, difficile stabilirlo dal primo colloquio!


3. Io lavoro per i primi tempi settimanalmente con la persona e poi spesso proseguo con un appuntamento ogni due settimane fino a ridurre a dei controlli mensili prima della chiusura. Cerco sempre di andare incontro alle esigenze di tempo della persona, per cui se la richiesta iniziale è di un colloquio ogni due settimane accetto di procedere in questo modo.


4. Le mie sedute durano un'ora ma non sono fiscale...il costo delle mie sedute va dai 50 euro (terapia online) ai 60 in studio.


Se vuole ulteriori informazioni mi contatti pure senza impegno.


Cordiali saluti


Dott.ssa Cristina Bozzato

Buongiorno Mattia,


una piccola premessa: nel mondo della psicoterapia ci sono molte affinità ma anche molte differenze tra professionisti, principalmente in base all'orientamento teorico (ce ne sono di diversi) ma anche in base alla propria attitudine personale.


1) il principale strumento di lavoro è il colloquio, attraverso il quale si vuole sviluppare una relazione di fiducia così da mettere a proprio agio il  paziente/cliente così da rendergli possibile aprirsi riguardo alle proprie fragilità e difficoltà. Ci sono professionisti che lavorano in modo più strutturato (pongono domande definite e hanno un percorso a step prestabilito da seguire), mentre altri hanno un modo di lavorare più aperto e flessibile. generalmente si parte cercando di individuare il/i problemi attuali e si inizia un percorso con l'obiettivo di migliorare lo stato attuale del paziente. come questo obiettivo voglia essere raggiunto dipende dall'orientamento teorico del professionista. personalmente tendo a contestualizzare il problema e a lavorare sulle relazioni significative attuali e sulle esperienze passate, creando delle connessioni, con un'attenzione particolare al vissuto emotivo della persona.


2)generalmente non è possibile saperlo "a priori". l'obiettivo viene concordato ma il raggiungimento può richiedere diverso tempo, dipende da diversi fattori. per quanto mi riguarda quando il paziente ha il desiderio che il problema venga risolto rapidamente (è molto comune) lavoro anche sulla necessità (in generale) della persona di risolvere le cose rapidamente e sulla consapevolezza di questo aspetto. per un lavoro efficace ci vuole tempo. capita tuttavia che il percorso possa durare poco con un buon esito.


3) personalmente propongo un incontro a settimana, che mi pare sia un punto in comune con molti altri approcci ma non tutti. la psicoanalisi classica ad es. prevede più di un incontro a settimana.


4) le mie sedute durano in media 50/60 minuti ed anche questo mi sembra un aspetto in comune con molti professionisti. il costo può variare molto, esiste un range di tariffe a cui attenersi che va dai 35 ai 115 euro a seduta circa. essendo professione sanitaria è da considerarsi esente iva. 


Se desedera maggiori informazioni può visitare il sito web nazionale degli psicologi (www.psy.it)


oppure il sito dell'ordine regionale della sua regione (è sufficiente cercare "ordine psicologi veneto").


Un cordiale saluto,


Dott.ssa Chiara Crespi

Gent.mo,


in generale bisogna dapprima fare una diagnosi del problema, in generale esistono due orientamenti: quello "cognitivista" che si caratterizza per percorsi di tipo breve e quello "psicodinamico" che mira a una modificazione delle motivazioni inconsce che stano alla base dei sintomi. Pertanto le indicazioni terapeutiche sono differenti, io la invito comunque a recarsi da uno psicoterapeuta e fare una valutazione de visu. per maggiori info la invito a leggere i documenti all'interno del mio sito, per gli aspetti economici mi contatti per tel e le spiegherò.


Cordiali saluti

Buongiorno, Mattia, sono una psicoterapeuta cognitiva comportamentale. Opero in questo modo: una o due sedute per inquadrare il problema e restituire al paziente un programma di massima di trattamento (numero sedute, frequenza, costi). Ogni caso è diverso e un percorso terapeutico, se il paziente collabora ed è motivato, non dura all'infinito, e comunque decide il paziente quando si sente meglio. Le sedute durano almeno un'ora ciascuna, il costo della prima è 50 e 60 le successive. Buona giornata.


Dr.ssa Daniela Benvenuti


Ricevo a Padova, Feltre e in modalità online

Gentile Mattia,


come prima cosa complimenti per voler riprendere totalmente in mano la sua vita e volersi mettere in gioco.


1) le sedute di psicoterapia sono coperte da segreto professionale e gli incontri sono senza giudizio. Potrebbe valutare il terapeuta o la terapeuta con cui si trova meglio. Le prime domande da porsi possono essere: meglio donna o uomo? Meglio giovane o più adulta/o?


Per quanto riguarda l'orientamento dipende anche dai suoi gusti, ad oggi a livello scientifico l'orientamento maggiormente indicato per i disturbi d'ansia e depressivi è di tipo cognitivo comportamentale.


Io consiglio sempre di valutare oltre al tipo di orientamento soprattutto come lei si trova col professionista perchè lei deve sentirsi accolto, supportato e non giudicato. Col passare delle sedute deve riuscire ad aprirsi ed essere totalmente se stesso.


2) Il numero di sedute varia in base al tipo di problema, dalla sua durata storica e da quanto lei è aperto ad un possibile cambiamento e ristrutturazione interna.


Si può comunque valutare insieme e darsi un minimo ed un massimo durante il percorso.


Io per esempio dopo 3/4 incontri faccio una restituzione alla persona chiedendo come si trova, se l'obiettivo che solitamente si decide all'inizio rimane questo, dò delle indicazioni e da li proviamo insieme a strutturare un ipotetico lavoro.


Esistono comunque percorsi della durata di pochi mesi come di circa 1 anno. Dipende anche la persona cosa vuole se risolvere solamente il problema mantenere per un periodo di tempo un'ora per sè, ecc.


3) Le sedute nell'orientamento cognitivo comportamentale si consigliano ogni settimana. Ad oggi io ad alcune persone propongo anche ogni 2 settimane (dipende anche dalla persona, dal bisogno, dalla riformulazione che si fa durante i giorni precedenti e successivi e anche dalla disponibilità economica).


4) Il costo può variare da professionista a professionista come anche in base alla città in cui si vive. Ad oggi non esiste più il tariffario quindi il costo è libero. Molti professionisti però lo usano comunque come linea guida.


Tendenzialmente da privato il costo può essere da circa 50 euro a 120 euro. Gli incontri sono fatturati e detraibili da 730 come spesa sanitaria. L'ASL invece prevede un ciclo di 10 incontri, solitamente, dove si paga solo il ticket.


La durata di una seduta può variare da 45 a 60 minuti anche qui dipende dal professionista.


Spero di aver risposto in modo esaustivo a tutte le sue curiosità. Non esiti a ricontattarmi per avere maggiori indicazioni, se avesse ancora dei dubbi o per eventuale primo incontro conoscitivo.


Cordialmente


Dott.ssa Federica Ciocca


Psicologa e psicoterapeuta


Ricevo a Torino, provincia (Collegno) e online

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Depressione"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Come salvare il matrimonio?

Buongiorno,Mi chiamo Andrea, ho 41 anni e la mia relazione matrimoniale dopo 15 anni e due bambini ...

2 risposte
Come aiutare qualcuno che non vuole essere aiutato?

Buonasera, quale consiglio mi potete dare per aiutare una persona cara in forte difficoltà, ...

2 risposte
Problema per vivere

Salve sono un ragazzo di 25 anni, non riesco a vivere perché ho dei problemi tra cui paranoie ...

1 risposta

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.