Crisi di pianto, attacchi di panico e senso di oppressione al petto senza un motivo

CRISTINA

Salve a tutte/i. Sono una donna di 30 anni, al momento disoccupata, vita sedentaria.
È da un mese circa che ho crisi di pianto, attacchi di panico, senso di oppressione al petto con conseguente mancanza di respiro. Quello che mi manda ancora di più in panico è il non sapere da cosa derivino queste crisi e ogni giorno sto sempre peggio. Non so cosa fare, anche in questo momento mentre sto scrivendo la sensazione di oppressione al petto ecc si fanno più forti.
Inoltre ho una mancanza di desiderio e anche questo mi fa sentire peggio perché ho paura di deludere il mio compagno (molto attivo sessualmente parlando). Poi ogni giorno che mi guardo allo specchio mi faccio schifo sempre di più, mi vedo sempre più grassa e gobba.

3 risposte degli esperti per questa domanda

Salve Cristina, mi dispiace per il periodo che sta attraversando, non è semplice. Vorrei chiederle quando sono comparsi i primi sintomi disfunzionali e come sono evoluti con il passare del tempo. Credo che sia opportuno per lei intraprendere un percorso psicologico per riuscire a comprendere meglio l'origine del problema che descrive. Inoltre, che rapporto ha con l'ansia? Vedrà che con un percorso psicologico le cose miglioreranno. L'attacco di panico può essere gestito senza grandi difficoltà, ma bisognerebbe prima chiarirsi alcune idee.

Rimango a sua disposizione.

Buona giornata.

Dott. Fiori

Buonasera Cristina,

nel rispondere al suo messaggio vorrei sottolineare che quello che stiamo attraversando non e’un momento storico facile per nessuno  e che e’normale che la nostra psiche ne risenta o che accentui problematiche già preesistenti. Premettendo questo, mi sembra che all’origine dei suoi sintomi che, in maniera molto dettagliata mi scrive, ci siano  sentimenti di inadeguatezza,perdita di interesse, pensieri tristi e la diretta conseguenza di cio’ sono il calo del desiderio, le sensazioni di oppressione, gli attacchi di panico e le crisi di pianto.

Qualora decidesse di intraprendere un percorso psicoterapeutico volto ad un aumento dell’autostima e ad un rafforzamento delle sue capacità personali in modo tale da prevenire la comparsa di questi sintomi che la fanno stare male, può contattarmi o mandarmi una e mail Un saluto

Dott.ssa Giulia Marzolo

giuliamarzolo@libero.it

La sua problematica, da come la descrive, rientra in un quadro ansioso depressivo, fatto di attacchi di panico e sintomi depressivi. Si tratta in una condizione sempre più frequente in questi tempi di crisi economica e sanitaria. Sarebbe bene approfondire se l'ordine cronologico di queste problematiche parte dagli attacchi di panico, conseguente limitazione nelle proprie attività e depressione o se vi è una depressione a monte con relativa fragilità psichica cui seguono gli attacchi di panico. In ogni caso esistono protocolli terapeutici navigati