Da un pò di tempo non sto bene

Sam

Buonasera, da  alcuni mesi mi sto sentendo molto triste, come da non farcela più. Mi sono sentita triste, persa molte volte ma mai come questa volta, sento di aver perso letteralmente me stessa. Mi sento veramente strane delle giornate mi sveglio pensando "ok, ho 20 anni ho una bellissima vita davanti a me devo solo godermela" e invece la maggior parte dei giorni non riesco ad alzarmi, appena sento la sveglia suonare la mattina non riesco neanche ad  alzarmi dal letto che già penso "non c'è l faccio più, ecco oggi dovrò affrontare un'altra giorno, vorrei solo morire..". Alzarmi mi è difficilissimo per non parlare in giornata...prima mi sento come se ho tutto e dovrei solo cercare di essere più positiva possibile ore dopo sono distesa nel divano pensando a cosa ci faccio ancora qui. La sera piango molto, da quando è morta la mia cagnolina che avevo da 12 anni, è stata un colpo forte al cuore, non sono mai stata così male nella mia vita credo sia il perchè del mio dolore non lo so. Alcune volte sono così stressata o in ansia che mi manca il respiro anche dopo ogni pasto mi manca sempre il respiro anche se io non mangio tanto. Quando mi siedo non riesco mai a stare ferma muovo sempre la gamba. Vi ho scritto perchè vorrei dei consigli prima di consultare un medico, grazie.

3 risposte degli esperti per questa domanda

Gentile Sam

la perdita di un animale non è facile anche perchè leggendo la sua età mi sembra di capire che è cresciuta insieme a lei.

Da come descrive la sua vita attuale le consiglio di valutare una visita psichiatrica per capire insieme se non ci sia la necessità per un breve periodo di non essere aiutata con l'assunzione di alcuni farmaci e di valutare anche un percorso di psicoterapia individuale per essere aiutata in questo momento a ritrovare le sue risorse anche se ora sembrano sotterrate da un macigno, per essere accolta e ascoltata. Qui inoltre gli incontri sono coperti da segreto professionale e senza giudizio.

Lei cosa sta facendo nella sua vita? Quali hobby praticava prima di entrare in questo tunnel buio? Ha delle amiche? 

Si potrebbe provare pian piano a pensare a 2 cose positive che ci sono nella sua vita? Anche solo piccole? Immagino che non sia semplice ma provando a focalizzarsi su ogni aspetto, anche solo un sorriso di un genitore, un'amica che ci scrive, mangiare un dolce che ci piace, ecc. 

Cerchi se per caso accade di non giudicarsi ma anzi di accogliere la sofferenza eventuale che percepisce e dirsi ok oggi è proprio un giorno no come mai? (provi a pensare, se dovesse stare male una persona a lei cara, come si comporterebbe con lei?)

Si potrebbe imporsi di andare a fare una passeggiata?

Queste sono solo alcune opzioni, magari non sono indicate nel suo caso ma senza conoscerla bene ho provato a darle alcune indicazioni generali.

Resto disponibile per informazioni, richieste aggiuntive, eventuale consulenza o se volesse rispondere in privato alle domande poste.

Le auguro di trovare presto una soluzione al suo problema.

Cordialmente

Dott.ssa Federica Ciocca

Psicologa e psicoterapeuta

Ricevo a Torino, provincia e online

Salve Sam, mi spiace molto per la situazione che descrive poichè comprendo il disagio che può sperimentare e quanto sia impattante sulla sua vita quotidiana. Ritengo fondamentale che lei possa richiedere un consulto psicologico al fine di esplorare la situazione con ulteriori dettagli, elaborare pensieri e vissuti emotivi connessi e trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.
Credo che un consulto con un terapeuta cognitivo comportamentale possa aiutarla ad identificare quei pensieri rigidi, disfunzionali e maladattivi che le impediscono il benessere desiderato mantenendo la sofferenza in atto e possa soprattutto aiutarla a parlare con se stessa utilizzando parole più costruttive.
Credo che anche un approccio EMDR possa esserle utile al fine di rielaborare il materiale traumatico connesso ad eventi del passato che possono aver contribuito alla genesi della sofferenza attuale.
Resto a disposizione, anche online.
Cordialmente, dott FDL

Buonasera Sam! Leggendo la sua richiesta noto subito che mancano informazioni molto importanti su elementi di contesto che potrebbero permetterci di capire meglio cosa sta succedendo. Mi spiego meglio: di cosa si occupa durante il giorno? Da quanto tempo manifesta questo malessere? Sono accaduti eventi significativi nell'ultimo periodo (oltre la perdita dolorosa della sua cagnolina)? Ci sono intorno a lei delle persone significative che la supportano? 

L'apatia e la mancanza di motivazione di cui lei parla, e che le rendono così difficoltoso affrontare le giornate, possono essere determinate da una svariata serie di motivi, riconducibili ad esempio a cambiamenti di vita, aspetti affettivi ed emotivi, mancanza di stimoli e progettualità per il futuro, ecc.

La invito caldamente ad affrontare, con l'aiuto di un esperto, i motivi profondi che stanno determinando questo abbassamento del tono dell'umore che la rendono triste e priva di energie. Parlare con un terapeuta la può aiutare a tirare fuori le emozioni, a sistemare e riordinare i suoi pensieri (per capire cosa sta succededno e perchè il suo corpo e il suo umore stanno rispondendo in questo modo) e a superare questa fase di malessere.

Resto a disposizione per eventuali altri chiarimenti e confronti. 

Cordiali saluti!