Depressione

Non ho più voglia di combattere

ROSSELLA

Condividi su:

Ho 46 anni sono molto depressa, uscita da comunita' tramite un ex galeotto, ho paura stare sola, traumatizzata in comunita' andata 2 volte, per la seconda non mi hanno aiutato benche' avessi dei piccoli progetti. da quando c'è crisi tutti se ne fregano autostima zero, solitudine, la mia diagnosi bipolare affettivo/bipolare personalita dipendente anche multipla. verso ultimo dell'anno avevo ex ragazzo, anche lui non stava bene, ho conosciuto ex galeotto e mi ha fatto uscire dalla comunita' sono stata bene i primi giorni adesso mi sta pesando, ho perso da tempo fiducia e volonta', quest'uomo e' venuto da me in mansarda, io non credo sarei riuscita ad uscire dalla comunita' ma mi sono adagiata molto, ho girato tanti psicoterapeuti e tutti mi hanno detto che ho avuto forti traumi e che sono cronica, nessuno si puo' sostituire a me. ho fatto tutto da sola, in comunita' non c'è psicologo solo psichiatra io sono stanca di girare girare sempre questi posti adesso mi ritrovo a casa e non sapere quello che devo fare, non ho piu' voglia di combattere.

4 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Chiara Valentina Cianfano Monza e Brianza (MB)

Buonasera Rossella,

da quello che scrivi si capisce che stai soffrendo molto e che sei stanca. 
Ognuno di noi è l'insieme di tante cose… del patrimonio genetico , della propria famiglia, delle  esperienze positive e negative e da qui si sviluppa la personalità di ogni individuo.
Ti renderai conto che ci sono cose che non si possono modificare , come ad esempio la storia di ognuno di noi, ma si può imparare a conviverci e a gestire le giornate in modo diverso, nuovo e magari più leggero.
E' importante chiedere aiuto agli specialisti e trovare un terapeuta con il quale riesci a sentirti "alleata". 
Non fermarti e continua a cercare l'aiuto giusto per te, perché hai tutto il diritto di vivere la tua vita in modo sereno.
 
 

Dott.ssa Annalisa Orsenigo Monza e Brianza (MB)

Gentile Rossella,

grazie della sua mail densa di sofferenza. credo che in questo momento le sia utile rivolgdtsi al

cps per tenere sotto controllo il quadro bipolare e provi a valutate se dei colloqui psicologici di sostegno presso un consultorio, possano aiutarla a trovare dapprima qualcuno che la ascolta e poi anche un aiuto a fare un po' di chiarezza in lei.

gettate la spugna non la porta a nulla, per cui, di cuore, le consiglio di chiedere un piccolo aiuto farmacologico e psicologico.

in bocca al lupo e un sincero abbraccio.

Dott.ssa Rita Messini Latina (LT)

Da quanto racconta sembra che ha perso la fiducia in sè stessa, ma anche nelle comunità e negli psicoterapeuti, capisco che non sia facile trovare un aiuto che sia come lo desidera lei, ma proprio perchè un aiuto ideale non c'è bisogna fidarsi di quello che c'è, e non vedere tutto negativo. Se ha una visione negativa di tutto e tutti nessuno effettivamente potrà aiutarla, perchè è lei che non glielo permette. Capisco che combattere alla lunga stanca, ma forse bisogna cambiare il modo di farlo e le aspettative. E questo effettivamente dipende da lei, se vuole veramente essere aiutata o se ha scelto di adagiarsi e non combattere più. Nessuna persona può toglierci la fiducia e la volontà se noi non vogliamo negarle a noi stessi, perchè sono qualità personali che fanno parte di noi come il colore degli occhi o dei capelli. Perciò scelga lei se vuole tornare in comunità o andare in un'altra, e se vuole veramente farsi aiutare. Spero di esserle stata utile. Cordiali Saluti.

Dott. Artabano Febo Pescara (PE)

Cara Rossella, il tuo malessere psicologico è causato da un accumulo di eventi frustranti accaduti nel passato carichi di significanti emotivi ( Rabbia Trattenuta, Sensi di Colpa, Dispiaceri, Paure, Timori ), pertanto dovresti fare delle sedute di Psicoterapia tramite l'Ipnosi Terapia Vigile per " resettare il tuo passato ". Per ulteriori delucidazioni mi puoi telefonare per poi eventualmente incontrarci tramite Skype. Ciao, a presto.

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Depressione"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Non riesco a convivere con me stessa e vivo in un perenne stato di angoscia.

Per cinque lunghi anni ho sofferto di disturbi alimentari, legati a comportamenti bulimici, sfociati ...

5 risposte
Non riuscire né a vivere né a morire

E’ un eterno ritorno. Lo sento e penso da anni, e di fatto la strada continua in questa direz ...

3 risposte
Depressione e insoddisfazione a soli 18 anni

Ho 18 anni e faccio una gran fatica a vivere. Sono sempre stata una persona, per natura, malinconica ...

3 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.