Depressione

Soffro di depressione da quando sono piccolo

alex

Condividi su:

Ciao sono alex e penso di soffrire di depressione da quando ho ricordo. Quando ero piccolo, mio padre si ubriacava, mi insultava e picchiava ogni giorno, non avevo amici perché essendo povero nessuno voleva rendersi ridicolo, sopratutto perché vivevo in una casa fatta come 300 anni fa cioè con terra e altre cose. Poi mia madre e andata a lavorare al estero e sono rimasto da solo con lui per 2 anni. Quando e tornata mi ha portato in italia dove per colpa del razzismo mi sono chiuso in casa per 2 anni senza uscire. Poi per colpa dell'eta ho fatto per 3 volte la III media , ma io non capivo niente perché ero arrivato qui che dovevo essere nella 5° elementare, quindi tutti mi prendevano per scemo. Poi ho finalmente fatto la terza alle serali e ovviamente quelli che conoscevo hanno scoperto la cosa ed e tornato tutto come prima cioè il scemo del posto. I sintomi che penso si leghino alla depressione e che io ho da quando ero al asilo sono. Problemi di sonno durante la notte, il piu delle volte per dormire bene, devo stare sveglio una notte quindi 2 giorni sveglio per 1 notte da dormiente. Ho poco appetito, continuo a dimagrire e a prendere peso una volta al mese o al anno. Mi sento stanco senza una ragione visto che non ho un lavoro non esco spesso. A volte mi sembra di non essere lucido o vero di star dormendo, e non e come quando sto sveglio 2 giorni, ho imparato a capire le differenze fra stanchezza e lucidità deviate per colpa del sonno e quelle che non capisco la ragione. Sonno sempre di pessimo umore, e il piu delle volte nervoso. e altre cose del tipo, mi sento inutile e mi sembra di sprecare la vita. Dicco di pensare di aver sempre avuto la depressione perché sono sempre stato cosi e ho scoperto di recente di avere -7 gradi agli occhi e di esserci nato con questo difetto. Ma per me il mondo e sempre stato quello, e pensavo che cosi si vede il mondo. Quindi siccome non ho ricordo di un diverso stato d'animo vi chiedo a voi se leggendo quello che ho scritto vi sembro depresso e cosa dovrei fare.

7 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Gentile ragazzo, 

Avere la certezza di essere depresso non la aiuterebbe a stare meglio. Più che interessarsi alla possibile diagnosi, le sarebbe utile consultare uno psicoterapeuta della sua città, privatamente o attraverso la sua Asl.

Resto a disposizione

Dott. Martino Miccoli Firenze (FI)

Caro Alex,

da quello che scrivi e da come lo scrivi capisco che stai soffrendo molto e che sei alla ricerca di un modo per uscire da questa situazione. Alcuni di quelli che hai descritto sono sintomi tipici di un disturbo depressivo ma per poter fare diagnosi in questo senso e quindi di conseguenza poterti aiutare credo tu abbia bisogno di rivolgerti ad uno psicoterapeuta che attraverso una serie di incontri potrà capire bene di cosa soffri. Articoli, letture su internet ed informazioni al riguardo forse sono già cose che hai fatto ma nel tuo caso è importante che ti affidi ad un professionista perchè è tutto più difficile da soli. E' altrettanto importante che tu sappia che la tua condizione attuale può migliorare se trattata ed affrontata. Oltre agli psicologi, che con una ricerca on line puoi trovare anche su questo sito, ci sono Centri di Consulenza Giovani (per ragazzi dai 14 ai 24 anni) dell'Asl su tutto il territorio ed anche a Firenze.

Se hai bisogno di indicazioni scrivimi pure. Ti aiuterò volentieri.

Buona sera alex 

Una padre che ti picchiava, una madre che per 2 anni va via poi ti porta in una scuola nuova dove pensano che tu sia stupido non e facile da sopportare, ora con chi vivi, hai rapporti con tuo padre, io cercherei un terapeuta e anche il centro del sonno per normalizzare le fasi del sonno, non puoi stare sveglio due giorni per poi dormire, hai parlato con i tuoi familiari  di questi problemi. Cerca di chiedere aiuto ad un terapeuta  cerca di trovare un giusto equilibrio Psico fisico.

Dott.ssa Rita Messini Latina (LT)

Salve in base alla tua domanda informati se nella tua città c'è un Centro di Salute Mentale per poter richiedere un colloquio con un collega e parlare in privato con lui, e poi cercati un lavoro, esci di casa e nonostante le difficoltà cerca lavoro, non è positivo restare in casa a non fare niente. Mi rendo conto dal tuo racconto che hai sofferto e soffri molto, ma lamentarsi senza rimboccarsi le maniche non è una soluzione. Spero di esserti stata di aiuto, cordiali saluti.

Gentile Alex,

al di là delle diagnosi, mi sembra che il suo stato d'animo sia improntato ad un discreto pessimismo e pertanto penso debba assolutamente e prima possibile rivolgersi ad uno psicologa / psicoterapeuta per migliorare il suo umore e le sue prospettive. 

Può provare a rivolgersi anche al SSN, da solo o tramite il medico di base. Se le cose poi andassero per le lunghe cerchi qualcos'altro, le segnalo che le psicoterapie brevi sono molto efficaci e, motivo della loro durata, anche economiche rispetto ad altri approcci.

Cordiali saluti e coraggio

 

Caro Alex, sicuramente i sintomi che descrivi sono compatibili con uno stato depressivo. Ma dalle cose che scrivi e dalla vita che conduci chi non lo sarebbe? Sei giovanissimo, e sebbene hai vissuto molte sofferenze, non e' detto che tu debba continuare così e non immaginare domani di poter avere una vita migliore: amici, affetti, un lavoro.

Rivolgiti immediatamente al tuo medico di base o vai presso il Consultorio Familiare più vicino a casa tua. Li troverai persone competenti in grado di aiutarti. Il consultorio familiare e' totalmente gratuito e puoi presentarti direttamente senza prescrizione del medico.

Cari Saluti

Ciao Alex, con precisione non è possibile risponderti in quanto per definire un disturbo come la depressione è necessario utilizzare degli strumenti diagnostici specifici. In ogni caso mi sembra di capire che non stai bene e probabilmente (lo dico per la mia esperienza da psicologa di un centro antiviolenza) aver subito violenza da tuo padre può esserne una delle cause. Non c'è una prassi o una cura da seguire, ma sarebbe opportuno che tu ricevessi un opportuno sostegno psicologico per elaborare tali situazioni vissute, di cui sicuramente ne hai consapevolezza razionale, ma forse meno emotiva.

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Depressione"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Non riesco a convivere con me stessa e vivo in un perenne stato di angoscia.

Per cinque lunghi anni ho sofferto di disturbi alimentari, legati a comportamenti bulimici, sfociati ...

5 risposte
Non riuscire né a vivere né a morire

E’ un eterno ritorno. Lo sento e penso da anni, e di fatto la strada continua in questa direz ...

3 risposte
Depressione e insoddisfazione a soli 18 anni

Ho 18 anni e faccio una gran fatica a vivere. Sono sempre stata una persona, per natura, malinconica ...

3 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.