Risata involontaria per la morte

Luca

Allora, è da qualche anno che quando vengo a sapere dai miei parenti della morte di conoscenti (non della mia famiglia) mi viene istintivo cominciare a ridere o quantomeno a sorridere pur provando un gran dispiacere per le persone coinvolte, la cosa si aggrava quando se ne inizia a parlare più approfonditamente, a quel punto mi scatta una risata involontaria che non riesco a contenere. Vi ringrazio in anticipo per la risposta e ci tengo a ripetere che è un meccanismo involontario forse di autodifesa e che non godo delle disgrazie altrui.

3 risposte degli esperti per questa domanda

Buongiorno Luca, posso solo immaginare quanto ciò che sta vivendo le crei disagio e sofferenza. Di fronte alla comunicazione della morte di una persona tutti ci aspettiamo di vedere nell'altro una manifestazione di dispiacere e dolore. Quando, come sta accadendo a lei, pur provando tali emozioni non riusciamo ad esprimerle, ci sentiamo totalmente impotenti. Come lei sottolinea, riconosce che questo le accade non per i membri della sua famiglia. Provi a pensare se ci sono altre situazioni in cui si verifica questa sensazione di non essere in grado di controllare il suo comportamento, quello che accade dentro di lei e quali sono i suoi pensieri. Alla sua età è anche molto difficile riconoscere e gestire quello che sta vivendo e il mio consiglio è quello di parlarne con qualcuno che la può aiutare ad affrontarlo.
Un caro saluto

Caro Luca, quelle cui Lei avverte  di primo acchitto sembrerebbe riferirsi ai conoscenti non parenti cui apprende del decesso dai Suoi parenti.
Cionondimeno, in quel punto del Suo post sembrerebbe pure riferirsi ai Suoi parenti cui apprende del decesso di conoscenti non parenti. In tal senso, potrebbe esser un lapsus cui converrebbe dedicare un'indagine.
A disposizione per eventuali dubbi e chiarimenti. Un caro saluto.

Caro Luca,

la morte è da sempre un argomento difficile da affrontare ed accettare. La perdita genera in noi molte emozioni, che non sempre vengono espresse in modo adeguato, in particolare quando ci sentiamo a disagio. Provi a soffermarsi sul suo modo di esternare le emozioni anche rispetto ad altri argomenti, riesce ad esprimere ciò che vorrebbe o il suo comportamento le appare in qualche misura incontrollato? Può esplorare il suo mondo emotivo e l’espressione dello stesso con un professionista psicologo, che le permetterà di conoscere meglio le sue reazioni ed emozioni.