Problemi di coppia

Che devo fare

Silvia

Condividi su:

Buona sera.
Avrei bisogno di aiuto.
Ho 51 Anni e ultimamente sto male. Il mio problema logicamente sono io che non riesco a superare questa ennesima prova. Mi sento stanca, stanca di comprendere gli stati d'animo di mio marito che si è una persona gentile premurosa ecc ecc. Ma anche e molto spesso infantile soprattutto nei rapporti con gli altri. E tende a prendere e assorbire le loro personalità, come se non si distaccasse da essi. Uguale nel guardare i film che poi se li fa in testa e va in crisi davanti alla Realtà. È molto riservato e ti dice solo quello che gli pare,ed il bello vuole da me che tra di noi non ci siano segreti. Non affronta mai un suo disagio per primo ma pretende che sia capito. A volte mi pare abbia una doppia faccia e che faccia troppo il buonista,anche se non lo è...anzi è molto bravo a come in un passato tradimento a gestire il tutto. Io per riconquistare la sua fiducia ciò messo un po' di tempo. Ora ad oggi era rifilato in un gruppo di whazap dove era zeppo di pornografia. Lui non partecipava ma ha detto che ogni tanto mettevano cose divertenti. Il fatto mi ha fortente infastidito perché il Cell lo prende anche mio figlio di 10 anni. Bhe' lui si è giustificato che è stato ingenuo. Si si è dato la colpa
Ma io da quel giorno sto male e non riesco a stargli vicino. Anche se era da un po' che mi sentivo così ma ora è peggio. Poi lui chiede attenzioni come messaggini se non lo fo si sente trascurato. Telefona molte volte a i sua. È figlio unico che ha avuto molte attenzioni ed è come se una parte di se le pretendesse. Cmq premetto non è un Mostro anzi,ma io non lo capisco più forse non l'ho mai capito e non so più cosa fare. Scusate lo sfogo forse un po' sconfusionato ma spero in una risposta. Grazie

Cordiali saluti silvia

6 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Cara Silvia, 


Se non riesci a parlare con tuo marito, magari facendo un respiro profondo e pensando a negoziare con lui, almeno 3/4 colloqui, in riservatezza per parlare delle cose che 'non vanno', con lui... 


Ti consiglio di farlo con una terapeuta psicologa, relazionale sistemica o terapeuta Ghestalt. Nella tua citta'. 


Cerca di farlo Silvia , per te stessa soprattutto.


Vedrai che se ti troverai bene,  presto o 'tardi, le dinamiche relazionali cambieranno.


Ma il cambiamento parte sempre dal nostro primo 'movimento'...


Fammi sapere, spero esserti stata d'aiuto

Buongiorno Silvia. Ciò che può fare come primo passo è provare ad esternare, con le modalità ed i tempi che ritiene più adeguati, il suo disagio a suo marito, per avere un confronto costruttivo in merito alla situazione. Vista la delicatezza del caso, potrebbe comunque esservi d’aiuto un percorso di supporto per arrivare a chiarirvi di cosa sentite reciprocamente il bisogno e trovare un punto d’incontro comune per ripartire e superare questa crisi nella quale siete capitati.
Le soluzioni terapeutiche possono essere diverse e vi aiuteranno anche a tutelare i vostri figli in un momento delicato come questo, in cui sta venendo a mancare la complicità che, da quello che dice, avete avuto in passato. Analizzando le circostanze e gli eventi che hanno caratterizzato la vostra coppia si potrà arrivare a fare un quadro generale per il vostro supporto.
Mi rendo disponibile, anche online, per un percorso di questo genere.
Cordialmente,
dott. Alfonso Panella.

Ciao Silvia,


non so che risposta stai cercando però mi immagino la domanda che ti potresti fare: cosa è che non mi piace e voglio cambiare nel rapporto con mio marito? Credo che questa sia una domanda fondamentale dalla quale partire per uscire dalla sofferenza.


Se vogliamo cambiare qualcosa nel rapporto con le altre persone, e di conseguenza anche con il nostro partner, dobbiamo necessariamente essere disposti a cambiare qualcosa nel nostro comportamento e nel modo di rapportarsi con queste, in quanto non è possibile cambiare gli altri ma solo cambiare noi stessi.


Il cambiamento, soprattutto nei rapporti di coppia, non è sempre cosa facile, ci vuole coraggio e spesso occorrono scelte dolorose o rinunce per ottenere ciò che vogliamo e stare nuovamente bene. A volte, quando ci sentiamo bloccati e non sappiamo cosa fare, occorre avere il coraggio di chiedere aiuto alle persone a noi care, ai nostri amici e familiari e, se occorre e ne sentiamo il bisogno, a professionisti in grado di supportarci nelle nostre scelte.


Spero che queste mie poche parole ti possano servire a qualcosa.


Rimango a disposizione per qualsiasi domanda o richiesta.


Un caro saluto

Cara Silvia,


ritengo che sia stata abbastanza chiara da far capire che sta implicitamente chiedendo di essere supportata all'interno di un percorso di terapia di coppia. lnoltre, il tema riguardante suo marito, che descrive come figlio unico dei genitori, sembra toccare "corde" che spesso vengono affrontate in terapia familiare. Non le resta che concretizzare questa volontà latente.


A disposizione


Dr. Giovanni Tempesti

Gentile Silvia, mi sembra di capire che questa "stanchezza, confusione e noia" in realtà siano presenti da molto tempo in lei. Il vostro rapporto su cosa si basa? Lui riesce a spiegare le sue difficoltà se lei gli da tempo o fatica ad aprirsi al dialogo? 


Lei oltre a pensare alla famiglia ha degli hobby personali? Come si prende "cura" di stessa e si fa "dei regoli/coccole"? 


Lei si sente male perchè si sente tradita e ferita? Cosa ha cambiato o rotto qualcosa in lei?


Le consiglio di valutare un percorso di psicoterapia individuale per trovare delle risposte dentro di lei, per capire cosa prova, cosa potrebbe volere dal suo/vostro futuro e per ritornare a sorridere a 360° e non solo parzialmente o di piccoli eventi quotidiani. Se il dialogo tar voi non è presente o fosse poco costruttivo le consiglio anche di pensare ad una terapia di coppia dove insieme trovare le vostre risorse, dialogare e migliorare la coppia e ritrovare un eventuale e possibile cammino insieme.


Le linko degli articoli scritti da me:


- https://www.psicoterapiacioccatorino.it/terapia-individuale-minori-adulti-cognitivo-costruttivista/


- https://www.psicoterapiacioccatorino.it/quando-richiedere-una-consulenza-psicologica/


- https://www.psicoterapiacioccatorino.it/terapia-famigliare-torino/


Resto disponibile per informazioni, richieste aggiuntive, eventuale consulenza online o se volesse rispondere in privato alle domande poste.


Cordialmente


Dott.ssa Federica Ciocca


Psicologa e psicoterapeuta


Ricevo a Torino, provincia (Collegno) e online

Salve Silvia, mi spiace per il momento delicato che state attraversando perchè comprendo il disagio che ciò possa recarle.


Valutate l'opzione di una terapia di coppia per affrontare le questioni che è in questo momento risultano di difficile risoluzione e cercare di spiegarvi esprimendovi, senza giudizio, pensieri, emozioni ed aspettative reciproche.


Potrebbe essere utile, al contempo, che Lei richieda un consulto psicologico al fine di esplorare e sistematizzare la situazione con ulteriori dettagli, elaborare pensieri e vissuti emotivi connessi e trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.


Resto a disposizione, anche online.


Cordialmente, dott FDL

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Problemi di coppia"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Ho problemi ad accettare il passato del mio fidanzato

Salve, mi trovo a scrivere qui perché non ho le possibilità economiche per affrontare ...

2 risposte
Problemi con il partner

Salve, Ho dei problemi importanti con la mia ragazza, a causa della mia assenza per i mille problemi ...

2 risposte
Non riesco a lasciarla nonostante non la ami più

Buongiorno a tutti, sono un “ragazzo” di 35 anni fidanzato da 14 anni con la stessa ...

3 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.