Depressione

Melissa

Buongiorno a tutti, vorrei un consiglio gentilmente, io e il mio ragazzo siamo fidanzati da 1 anno, ci sono stati alti e bassi come in ogni coppia ma sono 2 settimane che mi tratta veramente male ed è come se mi provocasse un danno psichico, non riesco a mangiare, mi viene l'ansia e attacchi di panico. Durante queste due settimane lui non si sentiva bene accusava di sentirsi paranoico, angosciato, nervoso e cosi via, ho cercato in tutti i modi di starle affianco tant'e che ci siamo riappacificati, lui e un ragazzo molto molto geloso che secondo me al di fuori non lo da a vedere, vuole avere il controllo di ogni situazione e cosi via, 4 giorni fa sono uscita con una mia amica e l'indomani ha iniziato a dirmi cose del tipo "tu hai un altro" "c'è qualcosa che mi devi dire me lo sento" "sono sicuro che tu ti sia stancata di me" la situazione si e calmata solamente ieri quando appunto ha iniziato ad essere più dolce e a chiedermi di dormire insieme a lui in hotel, io da innamorata ho accettato.
Stamattina di punto in bianco il suo umore è cambiato nuovamente dopo aver sentito la mamma a telefono e ha nuovamente ripreso a dire che non si fida di me, che ha tante domande e tanti dubbi e che la cosa e grave, io sapendo di non aver fatto assolutamente nulla per farlo arrivare a questo punto scoppiai a piangere e mi disse se vuoi che ci vediamo va bene altrimenti fai come vuoi...... io sto impazzendo non mi sento per niente bene ho proprio bisogno di aiuto non capisco cosa mi stia succedendo e perché lui faccia cosi con me

4 risposte degli esperti per questa domanda

Salve Melissa, mi spiace molto per la situazione che descrive poichè comprendo il disagio che può sperimentare e quanto sia impattante sulla sua vita quotidiana. Ritengo fondamentale che lei possa richiedere un consulto psicologico al fine di esplorare la situazione con ulteriori dettagli, elaborare pensieri e vissuti emotivi connessi e trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.
Credo che un consulto con un terapeuta cognitivo comportamentale possa aiutarla ad identificare quei pensieri rigidi, disfunzionali e maladattivi che le impediscono il benessere desiderato mantenendo la sofferenza in atto.
Resto a disposizione, anche online.
Cordialmente, dott FDL

Gentile Melissa,

si sente subito dalle parole del suo messaggio che lei forse in questo ha paura, è confusa, sta mettendo in dubbio sè stessa ma anche il suo compagno.

Lei cosa prova per lui? Se non capisco male è solo da 2 settimane che è cambiato? Potrebbe essere successo qualcosa che gli ha creato questa paura? Lei ha delle amiche? cosa fa nel tempo libero? Lavora o studia?

Si potrebbe provare a dialogare bene col suo fidanzato, dirgli quello che lei sta vivendo, cercando di stare sul fatto che se l'amore c'è è presente ma che per entrambi è un momento di coppia molto faticoso e che si deve cercare insieme di "mandar via" questa pesantezza. Lui come potrebbe reagire?

Se le difficoltà o la confusione persistono nei giorni potrebbe valutare un breve percorso di supporto psicologico dove essere lei accolta, ascoltata e aiutata a ritrovare la sua strada e una traiettoria maggiormente lineare per tornare a vivere la sua vita a 360°.

Le linko degli articoli scritti da me:

- https://www.psicoterapiacioccatorino.it/quando-richiedere-una-consulenza-psicologica/

-https://www.psicoterapiacioccatorino.it/supporto-psicologico-torino/

-https://www.psicoterapiacioccatorino.it/aumentare-la-propria-autostima/

-https://www.psicoterapiacioccatorino.it/attacco-di-panico/

Resto disponibile per informazioni, richieste aggiuntive, eventuale consulenza o se volesse rispondere in privato alle domande poste per poterle dare maggiori rimandi.

Cordialmente

Dott.ssa Federica Ciocca

Psicologa e psicoterapeuta

Ricevo a Torino, provincia e online

Buongiorno Melissa,

Da quello che scrive mi arriva tutta la sua sofferenza, si vede che tiene molto al suo fidanzato, da cui però sente di essere trattata male e ingiustamente, non capendo le ragioni di questo suo comportamento.

Lavoro da anni su problematiche a livello relazionale, se sente il bisogno di un supporto le do la mia disponibilità.

Cordiali saluti

Dott. Federico Samele

Buongiorno, mi dispiace per la sua situazione e capisco quanto disagio possa crearle. Parlarne con il suo fidanzato sicuramente è un'ottima scelta ma da quanto ho capito non ha portato a gradi risultati. Però ha capito quali pensieri hanno fatto scattare nel suo fidanzato questa insicurezza? Perchè non si fida, quali elementi ha per dire ciò? Lei è cambiata in qualche comportamento e non se ne sta accorgendo? Ne ha parlato anche con persone che conoscono il suo fidanzato? Magari hanno notato anche loro dei cambiamenti nel suo fidanzato... può avere altri disagi che vengono sfogati verso di lei ... Ci sono tanti dubbi da chiarire