Pensieri ossessivi

Ansia e continui sbalzi d'umore

Sharon

Condividi su:

Salve a tutti fin da piccola ho sofferto di ansia e ho anche avuto diversi episodi di attacco di panico, i miei genitori sono separati ed io vivevo con mia madre al quale non ho mai avuto un bel rapporto. Da quasi 5 anni sono fidanzata con un ragazzo, inizialmente quando ci siamo conosciuti lui è venuto a vivere nel mio paese che dista 40 km dal suo, abbiamo preso una casetta e dopo un anno che stavamo insieme siamo andati subito a convivere poi con il passare degli anni lamentava il fatto che doveva viaggiare tutti i giorni per andare al lavoro perché il lavoro si trovava nel suo paese Oltre al fatto che Economicamente non avevamo una bella situazione. Dopo tre anni mi ha detto che avremmo dovuto trasferirci nel suo paese perché non riusciva più a fare avanti e indietro per il lavoro e oltre tutto avevamo problemi economici. Io gli ho dato ascolto anche a malincuore e sono venuta qui nel suo paese a vivere con lui. Ma la situazione è completamente andata fuori controllo per quanto riguarda il mio stato emotivo perché da quando vivo qua non ho ho fatto amicizia con nessuno non mi sono adattata e ho proprio un rifiuto a vivere qui, l'ansia ha preso il sopravvento, mi manca il mio sentirmi libera e poter passare le mie giornate come voglio nel senso che non per forza devo stare a casa ad isolarmi ma bensì uscire e stare in compagnia quello che qui non posso fare perché mentre lui passa le sue giornate al lavoro e torna la sera e qualche ora per la pausa pranzo io mi ritrovo a dover passare le mie giornata da sola Almeno che non prendo continuamente il treno che mi porta al mio paese dove ho parenti amici e dove mi sento più tranquilla. Ho iniziato un corso osa ma non ha cambiato nulla, In questo periodo che mi sono ritrovata più sola che mai durante le mie giornate ho riflettuto parecchio su che cosa potesse essere questo mio stato d'animo che mi impedisce di adattarmi ma non so darmi delle risposte, Sarà il fatto che sono continuamente sola oppure sarà il fatto che sono morbosamente legata al mio paese, sarà il fatto che qui non mi sento realizzata e non sto bene psicologicamente ed emotivamente. Mi capita spesso di sentirmi un nodo in gola di provare rabbia e allo stesso tempo tristezza, tante volte ho parlato con il mio ragazzo e spiegato i miei stati d'animo e chiesto di tornare al mio paese ma mi è stato detto che lui non verrà Perché avendo il lavoro qui non ha intenzione di ritornare a vivere nel mio paese almeno che non trovi un lavoro lì Ma io nel frattempo continuo a vivere male e non so quale sia la cosa più giusta da fare ho pensato che magari potrei ritornare io da sola a vivere nel mio paese ma dopo una convivenza Sarebbe davvero triste ritornare a vivere separatamente anche perché io mi sono legata tanto a lui e alla nostra quotidianità quando è a casa, ma allo stesso modo starei male se continuassi a vivere qui perché mi sento sola, mi sento un pesce fuori l'acqua e mentalmente é come un chiodo fisso che batte tutti i giorni sullo stesso problema. Tutto questo ha influito sui miei pensieri, sulle mie giornate e sulla vita quotidiana di tutti i giorni. Non ho più appetito, e penso e ripenso sempre a questa situazione, Non mi sento più la ragazza spensierata di una volta, ho sviluppato diverse insicurezze su di me e paranoie. Non so se a qualcuno è mai capitato di ritrovarsi nella mia stessa situazione.

1 risposta degli esperti pubblicate per questa domanda

Gentile Sharon,


dal suo racconto traspare profondamente la sua confusione ma si intravede anche molta determinazione e ricerca di risposte.


L'identità, la propria autostima, la ricerca di "forza" sono dei tasselli importanti, non solo per sentirsi bene con se stessa ma anche per riuscire a trovarsi a suo agio nel mondo circostante.


La mancanza di appetito può essere determinato dallo stress o dalla pesatezza di questi continui pensieri forti.


L'aspetto su cui però porre maggiore attenzione è che lei riferisce di non star bene e sta chiedendo aiuto. Le consiglio di intraprendere un percorso di psicoterapia dove potersi osservare da una nuova prospettiva, riflettere su questi pensieri ed emozioni che la stanno "schiacciando" e cercare così dentro di lei alcune risposte, alcuni perchè ed eventualmente anche riformulare in una modalità maggiormente positiva per lei alcuni pensieri o ciò che le crea difficoltà.


Resto disponibile per informazioni, domande aggiuntive o eventuale consulenza online.


Le auguro di trovare presto una soluzione al suo problema.


Cordialmente


Dott.ssa Federica Ciocca


Psicologa e psicoterapeuta


Ricevo a Torino, provincia (Collegno) e online

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Pensieri ossessivi"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Paranoia che tutti mi odiano

La farò molto breve, è un periodo che continuo a pensare che tutti i miei amici mi ...

1 risposta
Come ''dimenticare'' una persona del passato?

Buongiorno! Ho sempre avuto pensieri ossessivi per una donna della quale mi innamorai circa una ...

4 risposte
Non si fermerà mai

Un saluto a tutti ed in particolar modo a chi si soffermerà a leggere queste mie parole. Sono ...

5 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.