Problemi relazionali

Bambino di 3 anni e 5 mesi che parla poco e male e scarsa/assente socialità

Massimiliano

Condividi su:

Buongiorno. Partiamo nel dire che sono un padre iper apprensivo. Mio figlio di 3 anni e 5 mesi parla poco e male. Spesso per comunicare utilizza frasi di cartoni animati o altro (contestualizzandoli). Ha frequentato l'asilo nido dai 6 mesi in poi. Ora da circa un mese ha iniziato il primo anno di asilo. Ama giocare nei parchetti (scivolo, ponte tibetano, ecc ecc). Ha la passione per i numeri e lettere. Li scrive perfettamente. Conta fino a 100 senza problemi. Con la plastilina modella i numeri alla perfezione. Se un genitore o il fratello (di 6 anni) ripete un numero anche a 2 cifre in inglese lui le riporta con le manine. Ma veniamo a quello che mi fa star male. Oltre alla scarsa comunicazione è un bambino che non socializza, preferisce giocare da solo. Se un bambino della sua età lo saluto lui non risponde e non si gira a guardarlo. Delle volte ho la sensazione che viva in un mondo tutto suo. Risponde solo se interessato. Affettuoso sempre con i suoi riferimenti (mamma, o maestra). Gioca col fratellino solo se stimolato. Non prende mai l'iniziativa nel gioco. E' stato visitato dal pediatra e non ritiene opportuno visita dal neuropsichiatra. Il Pediatra mi riferisce che il problema è la mia ansia. Non contento sono andato dalla neuropsichiatra infantile e dopo 3 sedute mi riferisce che sarebbe opportuno un percorso terapeutico ESND, psicomotricità ed eventualmente allo scoccare dei 4 anni fare logopedia. Cosa potete dirmi? Grazie infinite. Saluti. Un padre ansioso

1 risposta degli esperti pubblicate per questa domanda

Salve Massimiliano, mi spiace molto per la situazione che descrive poichè comprendo il dispiacere e le preoccupazioni di un padre. Ritengo che lei abbia fatto il giusto, ossia si sia rivolto ad una neuropsichiatra che le ha indicato il percorso migliore: affidatevi a dei professionisti esperti e seguite questo percorso.


Ritengo comunque utile che lei possa elaborare e canalizzare la sua ansia in maniera funzionale mediante un consulto psicologico: i bambini assorbono come delle spugne pertanto, insieme ad un professionista, trovi delle modalità funzionali per gestire gli stati ansiosi onde evitare che questi possano ostacolare i progressi di suo figlio.


Cordialmente, dott FDL

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Problemi relazionali"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

13 anni di differenza!

Buongiorno a tutti,mi chiamo Laura e sono una ragazza di 24 anni. Da circa due anni sto e non sto ...

2 risposte
Bimbo di 3anni e le relazioni

Buongiorno sono la mamma di un bimbo di 3 anni e mezzo, nato prematuro ha iniziato questo anno a ...

1 risposta
Aiutatemi con la mia famiglia

Soffro molto per i miei genitori.Li amo, ho una famiglia bellissima, mi sono sempre stati vicino, si ...

2 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.