Condividi su:

I momenti difficili fanno parte della vita, tutti prima o poi si ritrovano a viverli. Che si tratti di grandi traumi o di  eventi critici, legati al ciclo di vita, essi generano disorientamento, stress, rabbia e tristezza. In passato, la psicologia si è concentrata sullo studio degli effetti negativi di tali eventi, curandone le conseguenze deleterie. Attualmente, anche in seguito a studi che si sono occupati di definire quali siano i fattori protettivi del benessere psicologico, si lavora con il paziente sullo sviluppo delle caratteristiche che favoriscono la resilienza, ossia quella capacità delle persone di affrontare gli eventi avversi e di ritrovare il proprio equilibrio psicologico.
Essere resilienti non significa semplicemente resistere o non soffrire: chi è resiliente vive la sofferenza, ma non la subisce, reagendo  in modo proattivo e ristrutturandosi alla luce dell’accaduto. 

Resilienti si nasce o si diventa?

Non tutti siamo resilienti allo stesso modo. Ci sono caratteristiche personali che fanno si che una persona sia più resiliente di un’altra. La notizia positiva però è che si può diventare resilienti o quantomeno incrementare la propria resilienza.
Il primo passo da compiere è prendere consapevolezza dei propri punti deboli e lavorare su questi.
Innanzitutto la resilienza è associata all’autostima: solitamente la persona resiliente ha una buona autostima. Pertanto un primo passo da fare per aumentare le proprie competenze di resilienza è lavorare su di essa.
Un altro aspetto importante, è curare la vita sociale e relazionale: avere una buona rete fonte di sostegno sociale, condividere le difficoltà e comunicare efficacemente consente di coltivare la resilienza.
Infine, saper leggere gli eventi, cambiando prospettiva, è utile per dare un senso a ciò che accade, senza esserne sopraffatti: la crisi talvolta può essere un’opportunità di cambiamento, da non lasciarsi sfuggire.

 

Condividi su:

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Psicologia del benessere"?

Domande e risposte

Non riesco a capire perchè mia figlia mi odia !!

Buonasera, mi trovo a scrivere dopo l'ennesima lite con mia figlia di 19 anni .. non so più dove ...

9 risposte
Sono ossessionato dal sogno di diventare un bravissimo clarinettista

Mi presento, sono Riccardo Lollo e ho 16 anni... il mio più grande sogno è diventare ...

7 risposte
Ansia di non riuscire a fare alcunchè di positivo nella vita lavorativa

Buonasera, ecco il mio problema. Sono ansiosa, ho l'ansia di restare l'ultima rispetto agli altri...

6 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.