Domande e risposte

leggi tutte le domande
Controllare le emozioni

Buongiorno, Sto vivendo un periodo della mia vita che è bellissimo per alcuni aspetti, in quanto ho sposato da un anno e mezzo l’uomo che amo e che ho sempre voluto al mio fianco, ma è anche buio sotto altri punti di vista. Il buio deriva dal fatto che mio marito ha una cultura completamente diversa dalla mia, e a volte faccio fatica a conviverci. Il problema per me più frustrante è che nella sua cultura la sposa non è rispettata, non è ritenuta importante, la sua opinione conta poco. Io, sempre per una questione di cultura, devo convivere con i suoceri, che sono persone piacevoli tutto sommato, sono simpatici ed educati, ma nonostante il tutto sia molto limitato nei miei confronti, essendo io di una cultura diversa, di fondo questa mentalità io la percepisco e me la sento addosso. Questo mi fa stare male, colpisce la mia autostima e il mio orgoglio. Mi sento ignorata e non ritenuta importante e mi tengo spesso tutto dentro, esplodendo magari quando sono da sola con pianti e nervosismo. Mi sento a volte molto felice e a volte molto infelice. Siccome per motivi che, per non dilungarmi troppo, non sto qui a raccontare, io questo fatto non lo posso cambiare, voglio riuscire a cambiare la mia visione rispetto a questo fatto. Ma è così difficile e mi sento sempre in un bordo tra luce e buio e quando parto convinta per andare verso la luce, prima o dopo qualcosa mi fa tornare nel buio. Io credo che il primo passo per trovare la pace dentro di me sia imparare a controllare le emozioni, a non esplodere sempre a non reagire con nervosismo ma lo trovo estremamente difficile. Qualcuno mi può aiutare? GraZie

4 risposte
Ho bisogno di aiuto?

Vorrei fare una domanda semplice, quanto complessa. Come faccio a sapere se ho bisogno del supporto di uno psicologo o se posso gestire le mie problematiche interiori in maniera autonoma?
Scrivo questo, poichè non ho disturbi eccessivi o appariscenti, per questo motivo non riesco a capire se potrei aver bisogno di un aiuto di un professionista o meno.
Grazie.

4 risposte
Mi sento sempre male

Buonasera vorrei esporvi brevemente la mia situazione. Da almeno un anno soffro a giorni alterni di debolezza, senso di vertigini ed affaticamento. E' successo tutto una mattina, dove per colpa di crampi al polpaccio, ha iniziato a girarmi la testa. Da lì tutto è peggiorato, ho iniziato a soffrire di anemia e pressione bassa e ho le difese immunitarie basse, quindi mi ammalo spesso di influenze, questo stato alterno mi sta rovinando la mia giovinezza (ho 21 anni ma mi sento come se avessi 78 anni), non riesco a fare le cose della mia età, cerco di ridurre lo sforzo al minimo, per evitare di stare male. Ho bisogno di aiuto.
Grazie

2 risposte
Non riesco a capire perchè mia figlia mi odia !!

Buonasera, mi trovo a scrivere dopo l'ennesima lite con mia figlia di 19 anni .. non so più dove sbattere la testa, ogni approccio che cerco per tentare di avere un rapporto con lei, risulta vano.
Da piccola era sempre attaccata morbosamente a me, dall'età di 15 anni ha iniziato a scontrarsi con me per piccole cose , il che ci poteva benissmo stare, ma più si andava avanti con gli anni e più questa sua ostilità diventava sempre più forte.. adesso all'età di 19 anni (mia figlia) non mi sopporta, sembra adirittura che mi odi, mi dice cattiverie, sempre pronta a dirmi che se ne vuole andare che non vuole avere rapporti con me che sbaglio che non sono brava, rimango veramete male da questi suoi sfoghi che sfociano in isterismi da parte sua .. in casa siamo in 4 e lei sembra non faccia parte della famiglia, anche con il fratello non si parla e con il padre parla un pochino di più, ma è pronta a scontrarsi anche con lui!!
Ho provato a scriverle delle lettere, dei messaggi, ma non ottengo nulla .. ho provato con calma a farle capire che tutti noi le vogliamo bene di non tirare su un muro .. ho provato a dirle che se le ho fatto qualcosa di parlarmene che avremmo potuto risolvere .. sono veramente disperata.
Ho provato anche a chiederle di andare a parlare con qualcuno (psicologo), ma non ne vuole nemmeno sentire parlare, dicendo che lei non ne ha bisogno .. Io penso che abbia qualcosa che non riesce a tirare fuori, non ride mai, non scherza non fa vita con i coetanei, anche con il ragazzo so che ha problemi perchè non riesce a manifestare i suoi sentimenti ...grazie

9 risposte
Sono ossessionato dal sogno di diventare un bravissimo clarinettista

Mi presento, sono Riccardo Lollo e ho 16 anni... il mio più grande sogno è diventare un bravissimo clarinettista... sono ossessionato da questo pensiero da sempre... se non diventerò il migliore spero almeno di essere arrivato ad un punto di preparazione musicale che renderà soddisfatto me stesso... Sono un ragazzo molto pensieroso e curioso anche se non riesco a dimostrarlo agli altri... Mi ritengo anche un ragazzo abbastanza intelligente... Dico questo perchè sono triste... Infatti sono arrivato al punto di pensare che si è felici solo nell'ignoranza e io mi ritengo molto 'sfortunato' perchè capisco quel poco che basta per rendermi conto che sono TROPPO insoddisfatto di me, della mia vita e della società che mi circonda... So, anche, che ho lo 0,1% di possibilità di diventare un grande  clarinettista perchè mi manca la FORZA DI VOLONTA' di fare quel che è giusto!!! Per me è molto difficile dire NO a qualsiasi amico... Ogni giorno penso di studiare almeno una decina di ore lo strumento ma puntualmente mi faccio convincere dagli amici ad uscire di casa e sprecare il mio prezioso tempo in fesserie... Inoltre ho anche preso il vizio di fumare sigarette per dar conto ai miei 'amici' (non voglio dare la colpa a loro perchè la maggior parte della colpa è mia se mi sono fatto convincere)... Ogni giorno ho la sensazione di aver perso 24 ore della mia vita e che ormai a 16 anni credo di essere troppo grande per realizzare i miei sogni... Comunque io volevo un consiglio da parte vostra su come riuscire ad autoconvincermi a fare la cosa giusta: cioè studiare il clarinetto, sentirmi soddisfatto per non aver sprecato la mia vita in fesserie ed a riuscire a migliorare la mia forza di volontà... GRAZIE IN ANTICIPO!

7 risposte
Ansia di non riuscire a fare alcunchè di positivo nella vita lavorativa

Buonasera, ecco il mio problema. Sono ansiosa, ho l'ansia di restare l'ultima rispetto agli altri. Si, di non riuscire a fare alcunchè di positivo nella mia vita lavorativa che, per me, al pari di quella scolastica, rappresenta una ragione fondamentale dell'esistenza. Non ho superato l'esame di abilitazione alla professione forense e di qui il mio "dramma". Gli altri ce la fanno in tutto, io no, mi ripeto quando vedo tutto nero... Eppure laurea velocissima a 24 anni, massimo dei voti.. Ora tutto crolla e non mi sento più sicura di niente.. Perchè?? Grazie mille

6 risposte
Come posso uscirne da questa ansia che non mi fà piu' vivere?

salve mi chiamo angela ho 41 anni da 12 anni soffro di attacchi di panico e ansia..l' ansia si è manifestata dopo il parto del 2 figlio ke rispetto il primo e andato benissimo...oggi la mia ansia è aumentata faccio uso di alprazolam gocce ho fatto accertamenti come ecg e ecocardiagramma con esito normale solo presente tachicardia, i miei battiti arrivano a 130 dolore al petto difficoltà nella digestione..giramenti di testa tremori alle braccia e in tutto il corpo ho la pressione bassa e sono anemica...senso di testa vuota svenimenti...come posso uscirne da questa ansia che non mi fà piu' vivere?

6 risposte
Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.