Psicologia del benessere

Emotività

Marco

Condividi su:

Sono una persona che tendenzialmente supera facilmente i dispiaceri, non piango, non ho alcuna valvola di sfogo ma mi sento comunque bene e mi metto l’anima in pace. Alcuni miei amici me l’hanno fatto presente e allora mi è sorto un dubbio: è dovuto al fatto che sono forte emotivamente o al fatto che sono un apatico senza cuore? O altre opzioni? Premetto di non avere mai avuto tragedie o dolori grandi in passato che possano avermi in qualche modo traumatizzato.

4 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Gentile Marco,


per essere apatico non dovrebbe provare neanche gli stati gioiosi, mentre lei fa specifico riferimento ai dispiaceri. Ci sarebbe da chiedersi come mai non può entrare in contatto con la propria tristezza o il proprio dolore, forse qualcosa glielo impedisce...? Mi permetto di dire che si è "forti" emotivamente quando si sa ascoltare e utilizzare bene le proprie emozioni, in quanto in esse risiedono mete evolutive, non quando non si riesce a sentirle... Pensiero ed emozioni dovrebbero andare di pari passo.


Concludo dicendo che i traumi non sono solo le grandi tragedie, succedono anche in vite apparentemente "normali". Forse i suoi dubbi meritano un focus, in tal caso la invito ad approfondire con un professionista.


Cordialmente.

Gentile Marco, le persone con un atteggiamento "apatico" tendono a non esprimere emozioni in generale. Se invece quello che le succede è non piangere, ma avere comunque una gamma di emozioni varie in altre circostanze,  la sua potrebbe piuttosto essere un'abitudine a non manifestare sentimenti come la tristezza, la rabbia e il dolore. Questo potrebbe avere sia il significato di una capacità di fronteggiare bene i dispiaceri, sia di una difficoltà a esprimere quelle specifiche emozioni. Le ragioni andrebbero approfondite se sente che le  sarebbe utile "sbloccare" alcune modalità di espressione cui ora sembra non riuscire ad accedere. Se desidera maggiori chiarimenti mi contatti attraverso il modulo apposito. 


Molti auguri


Francesca Fontana


 

Caro Marco, se lei non avesse una dimensione emotiva non si porrebbe il problema. Essendo lei molto generico nel suo scritto, non posso entrare in profondità attraverso la mia risposta. La sua giovane età e il fatto di non aver dovuto confrontarsi con grossi dispiaceri e delusioni non l'hanno messa in condizione probabilmente di dover elaborare, che è un processo che impegna le risorse più profonde. Vi sono esperienze nel ciclo di vita che portano a galla le emozioni grandi, che nella quotidianità non hanno modo di emergere; esperienze che incidono nel nostro vissuto emotivo più di altre e che in un certo senso ci cambiano e concorrono alla costruzione di ciò che siamo, costruzione che non ha mai fine, finchè abbiamo vita.


Spero di aver risposto al suo quesito. Cordiali saluti

Gentile Marco,


già il fatto che si stia domanda se c'è qualcosa di strano o su cui lavorare è una grande apertura mentale. Solo gli amici le hanno fatto venire questi dubbi? C'è qualche dubbio che risiedeva già in lei? Chiede se è apatico, come mai questo dubbio?


Non ho capito un aspetto se lei non sente la necessità o se non riesce esternare le sue emozioni ed i suoi pensieri.


Le pongo alcune domande e se vorrà resto disponibile in privato per darle maggiori informazioni: Come reagiva di fronte ad un voto negativo o positivo a scuola? Quando riceveva un regalo che le piaceva e attendeva da tanto? Quando, invece, ha vissuto una delusione cosa faceva, cosa provava a livello di pancia/stomaco?


A lei sembra di vivere e "mostrare" le emozioni che prova?


Potrebbe essere interessante, inoltre, avvicinarsi ad un breve percorso di psicoterapia dove indagare questa sua "rinchiusa" o non osservata abilità emotiva.


Resto disponibile per informazioni, domande aggiuntive, consulenza online o se volesse rispondere in privato alle domande poste.


Cordialmente


Dott.ssa Federica Ciocca


Psicologa e psicoterapeuta


Ricevo a Torino, provincia (Collegno) e online

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Psicologia del benessere"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

È normale che faccia male?

Ho realizzato di essere lesbica poche settimane fa e penso di averlo da sempre saputo! Però ...

4 risposte
Genitori oppressivi

Buongiorno sono una ragazza di 22 anni e mia madre non mi fa vivere. Non vuole che abbia un fidanzat ...

5 risposte
Preoccupazione

Ciao a tutti, ho paura che le poche cose che ho nella vita finiscano o che durino troppo breve, sono ...

6 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.