Adolescenza

Cosa posso fare in questa situazione di stress, ansia, paura e delusione?

Martina

Condividi su:

Salve, sono una studentessa al primo anno di medicina, ma purtroppo non mi sta piacendo, continuo a piangere e disperarsi ogni singolo giorno. Medicina è sempre stato il mio sogno ed ad un tratto non lo è più, io non so più che fare, ho paura di aver deluso tutti coloro che mi stanno intorno. Non vedo un futuro per me e ormai non riesco a fare niente nella mia vita, sono bloccata. Penso che la mia vita sia inutile e che io non serva a nulla se non ad uno spreco di risorse. Ho paura ad aprirmi con le persone a me care, sia perché ho paura di essere una delusione e sia perché ho paura di essere giudicata.

1 risposta degli esperti pubblicate per questa domanda

Gentile Martina,


le scelte scolastiche possono riscontrarsi in futuro non “totalmente” coincidente con le nostre idee iniziali. Cosa non la soddisfa di questo corso di studi? Cosa vorrebbe fare lei?


Non deve sentirsi in colpa ma cercare di far "valere" il suo pensiero, la sua volontà e riuscirei a farsi "forza" verso un altro obiettivo personale che sia altro corso di studi o anche una scelta lavorativa.


Lei ha avuto la psosibilità di osservare, di toccare da sola, il percorso di studi e non si deve sentire in colpa o ingrata se per caso non è la scelta alla fine corretta per i suoi "gusti" e sogni futuri.


Non deve sentirsi imperfetta, incapace o non degna di amore e affetto. Una persona quando si avvicina ad un possibile anche sogno non può già sapere come vivrà la scelta fatta e nello specifico le materie e gli argomenti che andrà a trattare. Come mai riferisce che i genitori potrebbero non capirla? Come è il vostro rapporto? Avete un dialogo aperto o chiuso? Potrebbe farsi aiutare nel discorso da un'amica o da un altro adulto vicino alla vostra famiglia (es. uno zio o se presente sorelle o fratelli)?


Magari questa scelta università non la soddisfa o ad oggi riferendo di essere "bloccata" non riesce ancora a vedere possibili nuovi obiettivi futuri ma sicuramente ci saranno altre opportunità o altre scelte dove lei si potrà realizzare coem persona, giovane adulta, studentessa o lavoratrice.


Le consiglio di valutare una consulenza psicologica per:


- Decidere se intraprendere in futuro un percorso di psicoterapia individuale rivolto ad una conoscenza maggiore di se stessa; imparando a osservare e valorizzare i suoi punti di forza.


- Farsi aiutare nel comunicare alla sua famiglia questo suo cambio di rotta e capire come avvicinarli o come superare le sue “paure” riferite al giudizio.


Resto disponibile per chiarimenti o possibili indicazioni riferite alle sue scelte.


Cordialmente


Dott.ssa Federica Ciocca


Psicologa e psicoterapeuta


Riceve a Torino, a Collegno e online

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Adolescenza"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Possibili motivi dell'esclusione di una bambina di 11 anni

Buongiorno, ho una bambina di 11 anni che da circa un po di tempo viene esclusa dalle sue compagne ...

2 risposte
Qualcuno potrebbe aiutarmi a capirmi?

Salve, sono un ragazzo di 15 quasi 16 anni, negli ultimi periodi sto riscontrando vari problemi e ...

3 risposte
Come può una figlia di 14 anni avere un odio così estremo per la sua famiglia?

Salve, sono il padre di 2 bimbe una di 14 e una di 5 anni. Vi scrivo perche' ultimamente in casa ...

1 risposta

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.