Adolescenza

Figlia adolescente introversa

Rosesella

Condividi su:

Da qualche tempo sono molto preoccupata, mia figlia quasi 14 anni non ne vuole sapere di relazionarsi con coetanei che non facciano parte della sua ristrettissima cerchia di amicizie. D'estate al mare, quindi lontana dal suo gruppetto, passa le giornate a leggere libri, stesa sul letto immersa nelle chat del proprio telefono... se qualche ragazzino/a coetaneo si avvicina e la saluta a stento accenna un saluto e a domande risponde si, no ah ah, mmmm.... insomma interazione zero. uscire non se ne parla, se ha sete e le dico vai pure al bar a prendere qualcosa, si rifiuta, piuttosto muore disidratata.
tutto ciò è motivo di discussione che termina in urla e pianti isterici senza che riesca a tirare fuori una motivazione, cosa realmente le faccia paura o la limiti.
adesso ha iniziato da 2 gg la scuola, 1 liceo, nuovi compagni. mi racconta che in classe con lei c'à un ragazzo che frequentava l'oratorio estivo che ricordandosi di lei le ha chiesto : "ciao XXX ti ricordi di me ?"
lei: si!
lui: "ti stavo antipatico all'oratorio, vero?
lei: mah mi sta antipatico tutto il mondo!
ovviamente si è dileguato, conversazione troncata.... questo accade sempre. le dico spesso che non bisogna essere buoni amici di tutti ma che intrattenere conversazioni non è un male, ci arricchisce, ci permette di conoscere altro, allargare i nostri orizzonti... risposta si si ok.
mi preoccupa, mi preoccupa questa suo autoescludersi, la paura di andare al bar a chiedere un the freddo di interagire con il mondo circostante. a scuola è sempre stata brava e in classe partecipe delle discussioni e lezioni, non so come aiutarla....

2 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Gentile Rossella,


l'adolescenza è un'età molto delicata ed è un periodo di transizione tra l'infanzia e l'età adulta, durante il quale si verificano notevoli cambiamenti fisici e psicologici e ogni ragazzo reagisce a suo modo a questi cambiamenti. Quello che consiglio sempre ad ogni genitore è di rispettare e rispecchiare i vissuti dei figli, comunicando loro comprensione, accettazione e sostegno. Se per sua figlia non è un problema relazionarsi solo con la sua "cerchia" di amicizie ristretta, è importante trasmetterle il suo supporto, che va bene così.


Qualora la situazione invece dovesse complicarsi e sua figlia iniziasse a percepire disagio o ad esplicitare un malessere, sarebbe opportuno rivolgersi ad un professionista, che possa aiutarla a comprendere cosa sta accadendo in lei e trovare dei modi alternativi di gestione della problematica.


Cordiali saluti


Dott.ssa Martina Patruno


Psicologa Clinica e dell'etàevolutiva, Psicoterapeuta, Analista Transazionale Certificato, Esperta in Psicologia Investigativa, Psicologia Forense e Psicodiagnostica applicata in ambito civile e penale, Tutor

Buongiorno,


come lei saprà il periodo dell'adolescenza è un periodo particolare per tutti, e ogni ragazzo lo vive a modo suo. Se sua figlia ha comunque un suo gruppo di amicizie più strette non c'è da preoccuparsi, è normale a questa età "estraniarsi" dal resto del mondo e portare a vanti i propri interessi e rapporti. Sarebbe da indagare più a fondo se anche sua figlia prova disagio o meno nel rapportarsi con altre persone, escluse le amicizie più intime, e se vive questa sua timidezza in modo negativo. Può provare a parlarle, ma a questa età mi rendo conto che è difficile e spesso gli adolescenti si rifiutano di confidarsi con i genitori, in caso potrebbe proporle di parlare con uno psicologo, anche solo un ciclo breve di 3-4 incontri per capire meglio la situazione, anche online se per la ragazza pensa possa risultare più semplice.


Dott.ssa Ficola


 

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Adolescenza"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Mia figlia ha bisogno della mia presenza per dormire

Mia figlia di dodici anni ha ancora bisogno della mia presenza per dormire. La sera andiamo tutti a ...

6 risposte
Cosa posso fare?

Io provengo da una famiglia marocchina molto rigida. Mi sono sempre sentita un uccello in gabbia...

1 risposta
Ho rotto con il mio ex

Buonasera, ho rotto con il mio ex da ormai 1 o 2 mesi, una relazione a distanza durata ben un anno ...

2 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.