Adolescenza

Possibili motivi dell'esclusione di una bambina di 11 anni

Giovanna

Condividi su:

Buongiorno, ho una bambina di 11 anni che da circa un po di tempo viene esclusa dalle sue compagne di classe. Con una di loro si frequenta dall'asilo con le altre dalla prima elementare ora sono in prima media. Ho iniziato a notare e, mia figlia farmelo notare, questa esclusione da quando il resto delle bambine hanno il cellulare, circa un anno, mentre lei lo ha, per motivi organizzativi miei e di mio marito, da circa 4 mesi. Inoltre, per questa pandemia, la cosa è peggiorata.... Con l'inizio della scuola, noto che formano gruppi e lei non viene considerata, organizzano passeggiate e lei non viene chiamata, quando lei chiede il motivo per il quale non viene presa in considerazione le vengono dette svariate scuse.... Gruppi studio dove lei chiede di partecipare e rispondono prima vediamo e poi il gruppo è già fatto senza di lei. Lei spesso rimane molto molto male, a volte rimane indifferente ma la vedo che soffre. Sinceramente io più di lei, perché non so come aiutarla.... Come posso aiutare mia figlia, spesso penso di aver sbagliato in qlc. Grazie infinite

2 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Salve Giovanna, lei può aiutare sua figlia ascoltandola ed accogliendo le sue preoccupazioni, se ci sono...è importante che sua figlia si senta compresa ed abbia la possibilità di esprimere quello che sta provando in questo momento, cercando di esternare le sue emozioni. 


La saluto cordialmente e resto a sua disposizione per qualsiasi chiarimento o informazione. 


Dottoressa Chiara Cerafischi 

Gentile Giovanna,


Da quanto scrive mi sembra di capire che ci sia un buon dialogo aperto tra lei e la figlia.


Potrebbe però essere capitato qualcosa in classe e non solo in riferimento al gruppetto di amiche?


Vi siete soffermate, fino ad ora, alla differenza dell’avere o meno il cellulare. Cosa potrebbe esser cambiato nel periodo in cui lei non lo aveva? La ragazza è venuta a conoscenza di uscite o “aspetti” nuovi? Lei comunque continuava a sentirsi al telefono magari al pomeriggio o nel week end? Era una cosa che usavano fare?


Non è la prima volta che sento che alla sua età i gruppetti amicali subiscano delle diversità e ci si allontani. La cosa importante come lei sta già facendo è starle vicino, cercare di non “colpevolizzarla” ma valutare:


- E’ una ragazza timida?


- Pratica dello sport? Come sono stati gli ingressi e le conoscenze? Ci sono amiche in questo contesto?


- Con il resto della classe come sono i rapporti?


- A sua figlia vengono in mente discussi magari nel presente ritenute “sottigliezze”?


Le consiglio però, se non riuscisse a darsi delle risposte da sola o insieme a voi di valutare un percorso di supporto psicologico dove la ragazza, in un luogo neutro e senza giudizio può aprirsi, parlare e osservare i suoi vissuti, “ragionare” da una nuova prospettiva ed essere accompagnata verso un maggiore benessere personale. Talvolta, seppure, in casa ci siano ottimi rapporti, apertura e buon dialogo i ragazzi possono tenere “dentro” di loro paure o ansie per non far soffrire i genitori, per paura di essere giudicati (e questo può essere presente anche in un buon clima ma dipendere dalla struttura emotiva della persona) ecc. aspetto non sempre molto semplice, di rivolgersi ad uno psicologo di sua fiducia per iniziare un percorso volto a una maggiore conoscenza di se stessa e dei suoi bisogni più intimi.


Vi auguro di trovare al più presto le vostre risposte e di avvicinarsi a “vecchie” o nuove amicizie.


Resto disponibile per informazioni, richieste aggiuntive o se volesse rispondere in privato alle domande poste per poterle dare un rimando più dettagliato o per una eventuale consulenza online.


Non si colpevolizzi lei come donna e/o madre, lei dal racconto mi sembra una persona molto presente e attenta alla felicità familiare!


Cordialmente


Dott.ssa Federica Ciocca


Psicologa e psicoterapeuta


Ricevo a Torino, provincia (Collegno) e online

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Adolescenza"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Mia figlia ha bisogno della mia presenza per dormire

Mia figlia di dodici anni ha ancora bisogno della mia presenza per dormire. La sera andiamo tutti a ...

4 risposte
Cosa posso fare?

Io provengo da una famiglia marocchina molto rigida. Mi sono sempre sentita un uccello in gabbia...

1 risposta
Ho rotto con il mio ex

Buonasera, ho rotto con il mio ex da ormai 1 o 2 mesi, una relazione a distanza durata ben un anno ...

2 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.