Famiglia e bambini

Gravidanza e Nascite ai tempi del Coronavirus

23 Marzo 2020

contattami

Condividi su:

In questo momento storico così particolare, vorrei rivolgermi ad una particolare fetta della popolazione, che si trova a vivere un evento bello e positivo in un periodo così caotico e allarmante: tutte le persone che stanno aspettando un bambino, le donne in particolar modo.

La gravidanza, il parto e il diventare genitori sono tra i più grandi e profondi cambiamenti nella vita di una persona, tanto più se vissuti in un periodo così particolare, in cui la propria salute e la salute dell'umanità è a rischio.

I CAMBIAMENTI DELLA DONNA IN GRAVIDANZA

Il periodo della gravidanza è un particolare momento di cambiamenti e di vulnerabilità molto grandi, principalmente per la donna. I principali sono:

1)   Fisici e fisiologici

2)   Emotivi

3)   Relazionali

4)   Mentali

5)   Sociali ed economici

COME COMPORTARSI IN QUESTO PERIODO?

In questo periodo è fondamentale proteggersi, in modo da proteggere il proprio piccolo/a.

Ecco una serie di Consigli per future mamme (e papà):

INFORMAZIONI SU TG, INTERNET, SOCIAL

• Scegli 1 o 2 momenti al giorno per informarti: sappi che il tuo bambino/a è in grado di percepire le tue emozioni, quindi sii attenta a quali emozioni provi e sceglile con cura. Non sovraesporti inutilmente ad immagini e video legati al Coronavirus, in cui ci sono statistiche di morti e contagiati. Ricordati che l’angoscia che suscitano certe immagini e notizie hanno un impatto non solo su di te ma anche sul nascituro/a. Scegli di informarti attraverso fonti ufficiali, senza cercare in continuazione nuove informazione o leggere tutti i post dei Social, in cui ci sono inevitabilmente commenti allarmanti e angoscianti.

L'ISOLAMENTO E COSA FARE

• Trasforma questo periodo di isolamento in un momento di cura e connessione profonda con il tuo bambino/a. Non puoi cambiare l’andamento dell’epidemia, puoi però coccolarti e coccolare il tuo piccolo/a attraverso massaggi, rilassamento o yoga, oppure una speciale visualizzazione che ti spiegherò tra poco. Puoi cercare on line video con tecniche di rilassamento, respirazione e yoga: in questo momento ne trovi davvero tantissime. Tutto quello che di bello e positivo riuscirai a fare, ti procurerà altrettante emozioni positive che nutriranno te e il tuo bambino/a in questo momento. Ed è quello di cui hai bisogno.

LA FAMIGLIA E I TUOI CARI

• Isolamento non significa essere completamente soli. Puoi condividere questo periodo così unico della tua vita con amici e parenti attraverso telefonate, videochiamate e qualsiasi modalità utile per sentirti in connessione con altri genitori o con altri famigliari. Se non sei capace, è il momento di imparare ad usare Skype o altre piattaforme. In questo momento poi molte ostetriche sono disponibili per consulenze a distanza: prova a cercarne qualcuna.  

EMOZIONI E COME GESTIRLE

• E’ normale avere paura. Sai che hai una piccola creatura da proteggere, ti senti responsabile e stai già facendo del tuo meglio. Se in questo periodo hai voglia di piangere o hai già pianto, non sentirti in colpa: è un po’ di paura, rabbia o tristezza che defluisce via, fuori da te. E’ normale e umano. A volte piangere fa bene, l’importante è poi ritornare a centrarti sulle attività che ti rassicurano e ti fanno stare bene.

IL TEMPO

• Il Coronavirus non deve togliere ma donare tempo alla gravidanza. Rimanere più tempo a casa ti permette di preparare con cura e amore tutto ciò che ti servirà (la famosa valigia della partoriente, per esempio), leggere libri sulla gestazione e l’allattamento e magari trovare un corso pre-parto on line o dei buoni consigli da parte della tua ostetrica di fiducia. Passare più tempo con il tuo partner ed eventuali altri figli ti fa anche sentire protetta.

IL SISTEMA IMMUNITARIO

• Rafforza il tuo sistema immunitario con le emozioni positive attraverso ciò che ora è possibile fare che ti piace e gratifica. Se hai un terrazzo, cura le tue piante. Se ti piace dipingere e colorare, continua a farlo. Cura la tua alimentazione al meglio e fai degli esercizi fisici che ti aiutano a rimanere in forma e a scaricare le tensioni.

LE PREOCCUPAZIONI E IL LAVORO

• E’ normale essere preoccupati per il lavoro, ora che il mondo del lavoro si sta modificando velocemente e la famiglia si sta per allargare. Possono subentrare ansie importanti legate alla perdita o alla diminuzione dell’attività lavorativa. Pensa  a ciò che si può fare giorno per giorno: buttare lo sguardo troppo oltre può farti cadere in un vortice di pensieri negativi che davvero non ti aiutano. Un giorno alla volta, un passo alla volta.

IL SONNO

• Riposati adeguatamente: fai attività rilassanti la sera, evitando notiziari o speciali sul Coronavirus prima di addormentarti. Una tisana e/o un bagno caldo, un libro o una musica rilassante prima di addormentarti e luci soffuse ti aiuteranno ad addormentarti più facilmente e serenamente.

LA ROUTINE QUOTIDIANA

• Non interrompere per quanto possibile la tua routine: in questo momento bisogna ancorarsi a ciò che è certo, noto e prevedibile. Continuare il lavoro e le proprie abitudini, se possibile e necessario. Rispetta sempre le indicazioni di sicurezza vigenti. Coltiva i tuoi hobby come prima e perché no, più di prima: dipingi, canta, balla, cura le tue piante, i tuoi animali o qualsiasi altra cosa ti donano gioia e serenità.

PARLARE E CONDIVIDERE

• Stacca la spina! Ricordati di parlare anche di altro, magari con persone positive e che possano rassicurarti che tutto andrà per il meglio. Se ne senti il bisogno, in ogni regione sono attivi servizi psicologici on line con linee telefoniche dedicate al coronavirus. Prendi in considerazione anche l'idea di fare qualche colloquio psicologico on line se senti che stai vivendo uno stress eccessivo: in questo periodo quasi tutti gli psicologi e psicoterapeuti sono preparati per sostenerti ed aiutarti. Fai una ricerca sul web e scegli la persona che potrebbe magari seguirti anche successivamente. 

Inoltre ti voglio proporre una semplice visualizzazione da usare ogni volta che vuoi, durante tutta la gravidanza. Ti aiuterà a restare centrata su di te e sul tuo bambino/a. 

VISUALIZZAZIONE DELLA GRAVIDANZA

Puoi usare la tecnica delle Visualizzazioni per “conoscere” il tuo bambino prima che nasca. E’ un esercizio molto semplice ma d’effetto, che puoi fare da sola.

Scegli un posto e una posizione comoda, fai qualche respiro profondo oppure sbadiglia 1 o 2 volte. 

Chiudi gli occhi e riempi lo spazio visivo di nero.

Ora immagina un puntino bianco che si espande sul nero fino a farlo diventare tutto bianco.

Ora nel bianco immagina un puntino azzurro che si espande fino a coprire tutto il bianco.

Lo spazio visivo è ora completamente azzurro e appare un puntino rosso che si allarga sull’azzurro .

Ora è tutto rosso con un puntino bianco che si allarga e diventa tutto bianco. Bene. Continua a respirare.

Ora porta la tua attenzione al tuo utero.

L’utero è la fonte di tutti i cambiamenti del tuo corpo, delle tue emozioni e perfino del tuo mondo esterno.

Immaginati capace di vedere dentro il tuo utero.

Puoi guardare il tuo bambino in questo bellissimo e trasparente sacco, avvolto da questo chiaro e caldo fluido amniotico.

Guarda questo bellissimo cordone ombelicale.

Segui il cordone fino alla placenta, bene attaccata alla parete del tuo utero.

Immaginati l’ossigeno e tutte le sostanze nutritive che dal tuo corpo attraversano la placenta e scendono attraverso il cordone fino al tuo bambino.

Puoi ripetere: “Sono in grado di soddisfare tutti i bisogni che il bambino ha per crescere e mantenersi sano”.

Considera tutto quello che sa fare il tuo corpo.

Ringrazia il tuo corpo per il miracolo che sta compiendo e per tutto quello che farà. Resta con queste sensazioni per il tempo che ritieni necessario.

Poi, quando ti senti pronta, conta lentamente fino a 5, stiracchiati, sbadiglia, muoviti lentamente e apri gli occhi”. Rimani ancora un pò in questo stato di benessere e contatto con il tuo bambino.

 Se hai voglia, puoi prendere un foglio e fare il disegno del tuo unico e irripetibile bambino.

Ti faccio i miei più grandi auguri e che tutto possa andare per il meglio.

 

Commenta questa pubblicazione

Condividi su:

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Famiglia e bambini"?

Domande e risposte

Non saper disegnare può essere sintomo di incapacità emotiva?

Buonasera, sono la mamma di un bambino di 4 anni che non ama disegnare ed ha difficoltà a ...

5 risposte
Attaccamento alla mamma

Salve,sono la mamma di un bambino di 3 anni che è molto attaccato a me. Ha iniziato a frequen ...

4 risposte
Bambino di 4 anni e selettività alimentare

Buongiorno,sono mamma di un bambino di 4 anni che attualmente frequenta la scuola dell'infanzia...

2 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.