Famiglia e bambini

Reagire ad una provocazione di una bambina di 5 anni

Elena

Condividi su:

Buongiorno, scrivi in merito ad un fatto accaduto a casa del mio compagno con la sua nipotina di 4 anni.
Sono una ragazza di 35 anni e convivo con il mio compagno da 3 anni. Prima di me ha avuto una relazione di 5 anni con una ragazza che a quanto pare ha avuto un ruolo importante nella sua famiglia tanto da essere nominata dalla sorella del mio compagno “Madrina” della bimba.
Alcuni giorni fa ho tenuto per tutta una mattinata la bimba a giocare, parlare, colorare ecc ecc perché genitori, nonni e zii impossibilitati a guardarla ( l’ho fatto con molto piacere); nel momento che siamo rimasta solo noi due la bimba mi dice “ sai che lo zio prima che arrivassi tu era insieme alla zia Francesca che è più bella e brava di te... tu non sei come lei” mi sono sentita morire ( non tanto per la bellezza è la bravura ci mancherebbe e nemmeno per rubare il posto); le sue parole mi hanno ferita molto, ci sono rimasta molto male ed ora cerco di evitare di frequentare la sua famiglia ( ho detto al mio compagno di non sgridare assolutamente la bimba). Ora non so come comportarmi. Se parlare alla bambina e cercare di spiegarle che ora sono io la compagna e cercare di farmi rispettare o sotterrare tutto in attesa di un’altra un’etica bile frecciatina che mi farà ancora più male?

3 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Cara Elena, capisco che lei si sia sentita ferita per le parole della nipote del suo fidanzato però deve anche mettersi nei panni di una bambina di 10 anni. Lei ha scritto che la precedente fidanzata è stata una figura importante per la nipote tanto da essere definita “madrina” della bambina, quindi probabilmente questa bambina era molto affezionata a questa ragazza e le è dispiaciuto molto perderla. I famigliari della bambina ed il suo fidanzato hanno tenuto conto di questa cosa? Cos’hanno spiegato alla bambina? Questa bambina ha perso completamente i contatti con questa ragazza o ha ancora modo di frequentarla? A volte le famiglie, gli adulti fanno cose, decidono delle loro frequentazioni ed i bambini subiscono tutto ciò, a volte senza spiegazioni. Tra l’altro la bambina potrebbe pensare che è meglio non affezionarsi alle fidanzate dello zio dopo questa esperienza … “e se poi perdo anche questa?”. Oppure sente un conflitto di lealtà per il legame che aveva con la precedente fidanzata e le sembra di tradirla se fa amicizia con lei.


Quindi, siccome lei è adulta deve cercare di avere pazienza e comprendere le difficoltà che può avere questa bambina. La bimba non fa apposta a farle un dispetto, probabilmente ha un disagio che non sa come gestire e non è stata aiutata.


Non s’imponga e non sgridi la bambina, chieda alla mamma della bambina ed al fidanzato cosa le hanno spiegato per l’assenza della precedente fidanzata, come ha vissuto questo distacco. Sia presente con la bambina soprattutto in una posizione di ascolto e disponibilità, pronta ad accogliere il suo dolore e disappunto per la perdita di una figura per lei importante ma è anche importante che la famiglia della bambina (i suoi genitori, nonni) ed anche lei le facciano capire che si può provare dolore e disagio quando non si frequenta più una persona a cui siamo affezionati ma si può anche fare amicizia con una persona nuova che anche se non è uguale a quella di prima ma ci può dare affetto, disponibilità ed accoglienza.


Disponibile per qualsiasi ulteriore chiarimento, la saluto cordialmente, Monica Gozzi.

Cara Elena, non attui nulla di tutto ciò che immagina. Una bimba di 4 anni assorbe ciò che incautamente gli adulti dicono, senza cattiveria. Sono gli adulti che dimostrano poca intelligenza nel parlare in presenza dei bimbi, ovviamente. Si dimostri più intelligente di loro e ignori ciò che ha udito, il tempo le darà ragione. Comprendo la sua amarezza, ma passi oltre con signorile superiorità, in futuro certamente non mancherà occasione di far cenno dell'indelicatezza dimostrata da queste persone. Ciò che deve starle a cuore è il suo rapporto col suo compagno e la sua opinione. È con lui che deve chiarire la questione. Un caro saluto

Buonasera Elena,


credo che le parole della bambina mostrino quanto lei sia legata alla figura della sua madrina (che lei sente come la "zia") e che non siano da intendere come un attacco personale nei suoi confronti, ma piuttosto un gesto per proteggere la sua madrina. Credo che sia importante far capire alla bambina che anche lei le vuole bene come la sua madrina e che può fidarsi di lei, in questo modo la rassicurerà e potrete iniziare ad instaurare una buona relazione.


Rimango disponibile per ulteriori dubbi o curiosità.


Dott.ssa Giada Foradini

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Famiglia e bambini"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Vorrei avere un consiglio con il rapporto tra me e mio figlio di 4 anni

Buonasera Vorrei avere un consiglio con il rapporto tra me e mio figlio di 4 anni. Ho una figlia ...

1 risposta
Non saper disegnare può essere sintomo di incapacità emotiva?

Buonasera, sono la mamma di un bambino di 4 anni che non ama disegnare ed ha difficoltà a ...

5 risposte
Attaccamento alla mamma

Salve,sono la mamma di un bambino di 3 anni che è molto attaccato a me. Ha iniziato a frequen ...

4 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.