Uomo con tre figli

Barbara

Salve,
da settembre vivo una relazione con un uomo separato con tre figli di 9, 11 e 12 anni. Io non ho figli
Ancora non conosco i ragazzi se non per un fugace incontro, e sono io a prendere tempo.
Ho 44 anni e lui 53. Ho sempre desiderato un figlio. So che in questa storia non potrò mai avere un figlio mio, ma so anche che la biologia mi lascia poche possibilità di averne comunque.
Giorni fa un amico mi ha detto "questa storia risponde ai tuoi progetti di vita?"
La risposta sarebbe: no. Non ho mai sognato un uomo con dei figli che hanno un altra madre, ma ho sempre avuto desiderio di un figlio che fin qui non è arrivato.

In realtà vivo giorno per giorno per capire dove andremo.
Dopo anni di solitudine e di storie a metà, questa relazione mi da amore, dolcezza, conforto.
Faccio bene a viverla ogni giorno senza necessariamente pormi la domanda se davvero risponda ad un mio progetto?
Grazie

4 risposte degli esperti per questa domanda

Salve Barbara, mi spiace molto per la situazione che descrive poichè comprendo quanto possa essere difficile convivere con questa situazione riportata. Ritengo fondamentale che lei possa richiedere un consulto psicologico al fine di esplorare la situazione con ulteriori dettagli, elaborare pensieri e vissuti emotivi connessi e trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.

Credo che un consulto con un terapeuta cognitivo comportamentale possa aiutarla ad identificare quei pensieri rigidi e disfunzionali che mantengono in atto la sofferenza impedendole il benessere desiderato.

Credo che un supporto psicologico possa esserle utile anche per capire cosa questa storia possa offrirle di buono è gratificante, al di là della possibilità o meno di avere dei figli.

Resto a disposizione, anche online.

Cordialmente, dott FDL

Gentile Barbara,

se dovesse rispondersi da sola alla domanda posta, senza mettere filtri razionali cosa si direbbe?

I figli del suo compagno come si comportano con lei? Lei come sta con loro?

Cosa prova per quest'uomo? Cosa la ha fatta innamorare? Cosa le da?

Per trovare le sue risposte interne e per conoscersi meglio potrebbe anche valutare una psicoterapia individuale dove scoprirsi in una nuova prospettiva, osservarsi maggiormente, trovare ulteriori risposte personali ed essere inoltre accolta e ascoltata in questo suo momento di dubbio personale e così pian piano poter tornare a vivere a 360°.

Resto disponibile per informazioni, richieste aggiuntive, eventuale consulenza o se volesse rispondere in privato alle domande poste.

Cordialmente

Dott.ssa Federica Ciocca

Psicologa e psicoterapeuta

Ricevo a Torino, provincia e online

Buonasera Signora,

nelle sue parole trovo la risposta alla sua richiesta " questa relazione mi da amore, dolcezza, conforto", quindi assolutamente si.
Per quanto riguarda il suo desiderio di avere figli e le sue aspettative ideali, sono aspetti su cui potrebbe lavorare qualora ne sentisse la necessità. Intendo che può capitare che l'immagine ideale che abbiamo delle nostre relazioni può non corrispondere alla realtà, proprio perché IDEALE.

Saluti

 

Salve Barbara, da quello che scrive sembra che questa relazione le dia molto nutrimento. Approfondirei, però, il perché prenda tempo per conoscere i figli del suo compagno, il perché sia sicura di non poter avere un figlio in questa storia (bisognerebbe avere più informazioni in merito, es. se ne avete mai parlato) e come mai scrive "un figlio mio" e non "nostro". Spesso definiamo dei progetti di vita che non necessariamente poi abbiamo modo di realizzare, e accettare quest'ultima parte è difficile, ma ci permette anche di stare meglio. Le auguro di trovare le risposte che cerca.