Come superare l' essere lasciata in gravidanza?

Chiara

Buongiorno, sono incinta, all ottavo mese, il mio compagno (2 figli lui da altro matrimonio + 2 io da altro matrimonio) ha deciso di buttarci fuori di casa, nonostante il mio stato interessante, perché i suoi figli non accettano un altro figlio di loro padre e di conseguenza me.
Lui ha definito che la priorità sono loro e mi ha invitato ad uscire con i miei figli aiutandomi con il trasloco....
Ovviamente le mie sensazioni sono talmente sgradevoli che non riesco neanche a commentare, ma ormai la priorità è il nuovo arrivato, mi ha detto che farà il padre nei suoi li eri, ma sinceramente mi sembra un lavarsene le mani e di responsabilità.....
Cosa ne pensate?!

3 risposte degli esperti per questa domanda

Gentile Chiara,

sicuramente è un comportamento ed un agito forte. Forse ciò che sta mancando in questo momento alla vostra coppia è un maggior dialogo e un creare una relazione anche coi rispettivi figli.

Non starei tanto sul giusto o sbagliato ma darei più importanza a lei come donna, mamma e lavoratrice.

Che stia vivendo un momento devastante è immaginabile ma cosa la porta a volerlo ancora al suo fianco? Che spiegazioni vi siete dati? Come siete o è arrivati/o a questa scelta?

Le consiglio di valutare degli incontri individuali con uno psicologo per essere supportata emotivamente ma anche col dialogo in questo momento particolare (di grande felicità per il nascituro) ma anche di profonda rabbia e forse frustrazione per quanto riguarda la sua vita sentimentale.

Resto disponibile per informazioni, domande aggiuntive, se volesse rispondere in privato alle domande poste (così da poterle dare maggiori rimandi) e/o per un eventuale supporto psicologico.

Cordialmente

Dott.ssa Federica Ciocca

Psicologa e psicoterapeuta

Ricevo a Torino, provincia (Collegno) e online

Buongiorno, 

ritengo che sia decisamente più importante che emozioni ha lei in questo momento piuttosto che quello che potremmo pensare noi. Il pensiero comune penso sia quello di innanzitutto pensare al benessere suo e del piccolo che sta arrivando e in caso approfondire con un professionista le emozioni che questa situazione le suscita. Eventualmente valutare un percorso di coppia. 

Resto a disposizione, 

Dr. Matteo Radavelli 

Cara Chiara,

Nella descrizione della vostra situazione mi è arrivata molta aggressività e da come tu descrivi i fatti, sembra una decisione repentina e improvvisa... È così? Non so se lui si voglia lavare le mani o se all'improvviso gli sia successo qualcosa per cui ha agito in questo modo.... Mi colpisce: come mai ha aspettato proprio l'ottavo mese per mandarvi via di casa? Questo figlio che sta per nascere è stato voluto? Capitato?.... Infine vorrei solo sottolinearvi che la priorità in questo momento non è il nascituro, ma tutti e 5 i vostri figli... Ed è importante aiutare tutti e 5 a vedervi come famiglia... Qualunque sia l'assetto fisico che deciderete di avere. Mi chiedo anche se valga la pena di fare un colloquio di coppia e provare ad esplorare cosa sia successo ad entrambi e alle rispettive vostre ex famiglie...

Se posso essere utile in qualche modo... Resto a tua disposizione!

Buona giornata

Dott. Ssa Alice Piccardi