In moto ho un blocco

Marco

Buonasera,
vi scrivo perchè è da anni che soffro di un blocco in moto. Tutte le volte che vado a girare entro e senza rendermi conto inizio ad irrigidirmi a pensare troppo a quello che devo fare e bloccarmi. Adesso di recente la situazione è degenerata perchè entro e inizio a stare male, mi inizia a girare la testa, avere la sensazione di vomito! Io non riesco a capire il motivo o meglio non mi rendo nemmeno conto di cosa succede, perchè vado con amici, siamo li per divertirci insieme ma succede l'opposto!
Forse la voglia che ho sempre avuto di arrivare a far bene mi ha portato a questo stato.
Non so più cosa pensare vado e mi blocco oltre lo stare male non riesco proprio a girare ad affrontare un salto a prescindere dalla lunghezza io arrivo convinto di farlo e sono convinto, ma involontariamente chiudo il gas!
Ringraziando anticipatamente, in attesa di riscontro.

saluti

4 risposte degli esperti per questa domanda

Salve, quello che vive probabilmente in moto è una conseguenza della restimolazione/riattivazione di un vecchio ricordo traumatico. Trattando questo vecchio ricordo molto probabilmente il suo irrigidimento verrà meno (psicologo, sessuologo, traumatologo).

La nostra mente vive e si nutre di ricordi. Quando questi ricordi sono stressanti, dolorosi o traumatici il nostro organismo tende a riattivare/percepire sensazioni del passato.

Gentile Marco, dalla sua esposizione, si potrebbe pensare ad una modalità di attacco di panico, che andrebbe confermata da una maggiore informazione, ed esposizione nell'interezza della propria vita.
Non escluderei comunque sul versante organico, delle problematiche relative all'area cervicale, o altre relative alle orecchie.
Probabilmente quanto detto andrebbe accertato da un professionista del tipo neurologico, nel caso volesse invece approfondire il punto di vista psicologico, sicuramente troverà uno psicologo a cui rivolgersi, per quel che mi riguarda potrà trovarmi a Torino.
Nella speranza di averle dato qualche indicazione esaustiva, le auguro i miei migliori saluti.

Buonasera Marco,

ciò che lei vive e descrive come “soffro di un blocco in moto” potrebbe avere molte motivazioni. Ad esempio potrebbe essere causato da un’associazione tra l’azione presente che sta per compiere e un ricordo doloroso del passato, stimolato e suscitato dall’esecuzione dell’azione stessa e non completamente rielaborato. Oppure la tensione di “voler fare bene” è diventata insostenibile, favorendo l’insorgere dell’ansia da prestazione. Solamente ripercorrendo emozioni e sensazioni suscitate dall’azione presente e ricercando collegamenti con la sua storia personale e con azioni ad esso legate, si potrebbe trovare una spiegazione e di conseguenza una risoluzione. Uno psicologo e psicoterapeuta potrebbe certamente aiutarla a comprendere e superare questo disagio.

Buona sera Marco

Il suo malessere può avere diverse cause; potrebbe essere legato ad un ricordo del passato non ancora rielaborato che la nostra mente associa ad una situazione attuale, creando una situazione che fatica a gestire nel presente.

La risposta che lei descrive è tipica dell’attacco di panico , problematica che andrebbe poi confermata e analizzata.

Le chiedo anche: Quali sono le sue aspettative? Quali emozioni, quali pensieri e quali sensazioni prova? Utile sarebbe indagare la sua storia personale e escludere possibili cause organiche

Uno psicologo la potrebbe aiutare a capire prima e a risolvere poi la sua situazione. Io mi trovo a Bergamo , se ne avesse necessità mi può contattare anche in modalità a distanza.

Un cordiale saluto.

Dott.Benis