Ansia

Ansia da studio, studente universitario

Marco

Condividi su:

Sono uno studente universitario al terzo anno di economia e commercio.

Vi racconto in breve la mia storia: sono sempre stato un ragazzo che ha dato il massimo nello studio, ho sempre avuto paura di sbagliare e questo mi ha portato a studiare sempre al meglio, cosi sono riuscito ad ottenere 100 e lode agli esami di maturità. Dopo quel momento avevo il sogno di diventare un grande game designer, l'idea mi piaceva e iniziai la facoltà di informatica subito. Incontrai subito le prime difficoltà: tra l'ardua matematica e insegnanti poco competenti, non riuscivo a rendere al meglio e diedi solo un esame in un anno. Poi spuntò nella mia testa l'idea di diventare un grande produttore musicale (ero sempre stato un fan di grandi Dj) e forse questo successe perchè mi stavo rendendo conto che il mondo dell'informatica non fosse per me. Portai avanti l'idea, studiando sempre di meno e passando i giorni a cercare ottimi corsi di produzione musicale, ma al termine di questo periodo i miei sogni furono stroncati di nuovo, poichè per motivi economici non mi sarei potuto permettere di pagare il corso e tutto svanii. Allora cercai un'alternativa, un qualcosa che potesse essere almeno accettabile per me, a livello di lavoro futuro che mi avrebbe garantito: scelsi economia. Iniziai molto bene dando subito due esami su tre di seguito, ma dopo un pò le motivazioni calarono, ed in questo periodo incontrai una ragazza con cui sto attualmente insieme. Fu bellissimo, finalmente avevo trovato una ragazza seria con cui iniziare una relazione e preso da questa situazione, non mi preparai al meglio e infatti non passai un esame preso da mille incertezze e paure. Da qui è iniziato un periodo in discesa dove da una parte non trovavo motivazioni per lo studio e dall'altra ero molto felice con la mia ragazza; feci solo esami scritti perchè la paura di riaffrontare quell'esame orale non andato bene, era ancora in me. Dopo un pò riuscii a trovare una giusta motivazione per proseguire (una magistrale di economia abbinata al mondo della tecnologia che amo molto), ma presi un'altra botta, non superai un altro esame orale. Studiai nuovamente e finalmente un mese fa, seppur con fortuna, sono riuscito a superare il primo esame orale della mia carriera universitaria. Oggi però, dopo essermi recato in aula per sostenere un altro esame orale, sono stato preso nuovamente dall'ansia, dalla consapevolezza di non farcela e me ne sono andato. Le stesse cose che provai nell'esame precedente ma in quella situazione, l'insegnante mi chiamò e quindi non ebbi il tempo di andarmene e superai la situazione scomoda. Ora sono molto giù, sono sempre stato abituato ad affrontare i problemi con la sicurezza e tutto quello in cui mi cimento, con poche certezze, è un inferno per me.

3 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Salve il suo sembra un disturbo d' ansia sociale, quindi si prova a.sia e paura quando si e' di fronte alle situazioni in cui si teme il giudizio degli altri. Si possono avere anche attacchi di panico magari con tachicardia o non riuscendo  a parlare durante le sitiazioni sociali. Attraverso una psicoterapia basata sul riconoscimento delle emozioni potra' ritrovare il benessere sperato ericominciare a fare gli esami con assoluta serenita'

Dott. Roberto De Pas Milano (MI)

Il consiglio migliore è che Lei affronti questo problema d'ansia, ma anche di autostima, con uno Psicoterapeuta. Mi sembra importante il disagio che Lei avverte. Inoltre, c'è anche il problema della progettualità, dove mi pare che sia presente una buona dose di dispersività. Dopo di che, io posso dirLe che indirizzerei il lavoro psicoterapico verso il tema dell'intenzionalità, della progettualità, in contemporanea con il problema dell'autostima, quindi dell'ansia. Questi sostantivi che ho usato non hanno tra loro un rapporto gerarchico, ma, come si dice, tout se tien, o per meglio dire sono tra loro in un rapporto dialettico e strutturale. Il mio Studio è a Milano, e lo trova sulla pagina web di Psicologi Italia. 


Un caro saluto

Buongiorno Marco, ho la sensazione che Lei si cerchi comunque sempre obiettivo alla Sua portata, cose che in fondo Lei sa di poter superare, mentre quando si tratta di situazioni nuove allora c'è il blocco...cerchi di concentrarsi sul perché Lei crede di essere inadeguato all'orale e come gli altri la vedono...forse l'aiuterà a capire quale sia il vero motivo che La spinge a non affrontare la prova...in bocca al lupo!

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Ansia"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Paura

Salve, sono una ragazza di 20 anni e da 3 anni sono in cura con zoloft per ansia ed attacchi di ...

9 risposte
Paura ad uscire di casa

Salve, due giorni fá, ho avuto un giramento di testa molto forte che mi ha spaventata molto, ...

18 risposte
Fatico a piacermi.

Sono un adulto, e da sempre convivo con un disagio psicologico che fatico a superare, il fatto &eacu ...

5 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.