Ansia

Ansia immotivata

Francesco

Condividi su:

Buonasera
Parto col dire che durante la mia vita ho dovuto affrontare molti ostacoli, anche grandi, soprattutto in tenera età e in età adolescenziale ed è ormai da un anno o più che ho iniziato a soffrire di ansia. L'ansia di cui parlo è un'ansia del tutto immotivata e generalizzata e lo dico perchè più volte ho provato a trovare una ragione ma non l'ho mai trovata anche analizzando me stesso. Sono un tipo insicuro e pessimista e orma sono stufo di vivere in questa condizione. L'ansia è quasi costante ogni giorno e scompare solo quando mi distraggo (es. Quando esco con i miei amici o sono impegnato a studiare). Ho paura a comunicare questa mia sofferenza agli altri, nessuno sa che soffro di ansia. Ormai sono quasi sempre triste e giù di morale e non riesco più a godermi la vita come vorrei veramente. Ho provato a fare tante cose, nuovi stimoli, nuove attività ( per esempio ho iniziato a scrivere delle pagine di diario in cui mi sfogo nei momenti peggiori). Ho provato più volte a stare da solo e pensare per riuscire a capire cosa mi causa questo problema, cerco di non pensarci e di rassenerarmi da solo. Dico sempre tra me e me di voler cambiare ma ogni volta l'ansia si presenta e mi abbatte.Mi addormento e mi risveglio con l'ansia e prima di andare da uno psicologo vorrei sapere cosa ne pensate a riguardo.

3 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Salve Francesco, mentre le scrivevo mi è arrivata una telefonata e il sistema di Psicologi Italia prevede un tempo dopo il quale “scade” la pagina ... insomma ora riprovo! Leggevo la sua lettera chiedevo se mai si fosse rivolto a uno Psicologo, poi tra le ultime righe ho avuto la risposta. Vuole sapere cosa ne pensiamo e io ci provo. Mi viene da pensare al vissuto della vergogna, è un sentimento particolare perché produce imbarazzo in sè, abbiamo vergogna di percepire in noi stessi la vergogna, di riconoscerla e ancor di più di mostrarla agli altri. Ho quindi fatto una fantasia sul suo vissuto di ansia che potrebbe essere intrecciato alla vergogna, che forse percepisce come paura di comunicarlo ad altre persone. Se così fosse l’intervento psicoterapeutico deve rivolgersi alla ricerca di un trauma che ha ferito il Sè. Trattandolo poi con i protocolli dell’EMDR potrà avere il superamento della sofferenza che sta attraversando. Francesco voglio anche aggiungerle che spesso i traumi possono corrispondere a situazioni di vita, episodi, fatti anche blandi, che per qualche ragione spezzano la nostra continuità e non ci permettono di vivere al meglio provocandoci sintomi e quindi sofferenza. Buona giornata a lei 

Caro Francesco, capisco come ti senti, nella mia esperienza psicoterapica ho affrontato molti casi come il tuo. Sono problematiche che si possono risolvere. Hai bisogno di capire come reagisce il tuo corpo alle situazioni che ti coinvolgono emotivamente. Le tue paure, condizionano il tuo modo di leggere la realtà. Devi imparare a comprendere te stesso, prima di prendertela con l'ansia, hai bisogno di modificare qualcosa dentro di te, il tuo modo di percepire te stesso....


Chiedi una consulenza psicologica.


 

Buongiorno,


Premetto che su questa piattaforma, mi auguro, rispondano solo Psicologi, gli unici professionisti che possano dare alla sua difficoltà l'attenzione che merita, in quanto ci ha reso partecipi di una sofferenza e di un desiderio di cambiamenti che sono molto intimi e quindi sacri.


Mi colpisce molto l'aggettivo con cui descrive la sua Ansia "immotivata", che confonde e disorienta e forse lei si sente così, come una persona che ha perso la sua bussola. Questa sensazione non fa assolutamente stare bene se e solo se l'unico aggettivo che riusciamo a dare alla sua ansia è "immotivata". Le consiglio vivamente di mettersi in contatto con uno psicologo in quanto credo, da professionista, che lei abbia molte risorse che, incanalate in un buon percorso psicoterapeutico, possano aiutarla a vivere più sereno.


 

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Ansia"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Ho paura di uscire , parlare con altre persone , toccare/essere toccata e dire /fare cose sbagliate

Salve sono una ragazza di 15 anni, da quasi 2 anni soffro di disturbi alimentari (da cui sono quasi ...

4 risposte
Quando se ne esce dall'ansia?

Io prendo Xanax 0,25 mattina pranzo e sera, ma la sensazione di fastidio sul petto non sparisci mai ...

4 risposte
Non so cosa fare, sto male con me stessa e gli altri

Sono una ragazza di 20 anni, mi sento triste e vuota, cerco sempre di rendermi utile magari lavorand ...

2 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.