Combattere la paura del covid

TIZIANA

Buongiorno, ho 43 anni e sono un'impiegata e mamma di un bimbo di 8 anni. Purtroppo sono ossessionata dalla paura del coronavirus anche dopo ben due anni e adesso in cui siamo arrivati al punto che non esiste più nessun tipo di restrizione. La mia paura non è quella di ammalarmi, lo sono già stata a Febbraio scorso con un decorso abbastanza veloce e senza nessuna complicazione. La mia paura riguarda soprattutto i miei familiari, marito, bimbo e suocera che possano ammalarsi o stare male, vorrei proteggerli ma non so come e alla fine finisco per soffocarli con tutte le mie paure e ansie creando purtroppo tensioni all'interno della famiglia. Ho paura delle persone, soprattutto se si avvicinano troppo e adesso al solo pensiero che ricominci la scuola ho già l'ansia.

1 risposta degli esperti per questa domanda

Salve Tiziana, mi spiace molto per la situazione che descrive poichè comprendo il disagio che può sperimentare e quanto sia impattante sulla sua vita quotidiana. Ritengo fondamentale che lei possa richiedere un consulto psicologico al fine di esplorare la situazione con ulteriori dettagli, elaborare pensieri e vissuti emotivi connessi e trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.
Credo che un consulto con un terapeuta cognitivo comportamentale possa aiutarla ad identificare quei pensieri rigidi, disfunzionali e maladattivi che le impediscono il benessere desiderato mantenendo la sofferenza in atto e possa soprattutto aiutarla a parlare con se stessa utilizzando parole più costruttive.
Credo che anche un approccio EMDR possa esserle utile al fine di rielaborare il materiale traumatico connesso ad eventi del passato che possono aver contribuito alla genesi della sofferenza attuale.
Resto a disposizione, anche online.
Cordialmente, dott FDL