Come non assorbire l’ansia indotta da altri?

Martina

Salve, il problema originario della mia attuale situazione d’ansia proviene da mia madre. Abbiamo avuto diverse discussioni più o meno accese poiché da un paio di mesi a questa parte non accetta il mio fidanzato con la sua situazione lavorativa precaria e la sua famiglia pressoché assente per ovvi motivi. Vorrei solo avere appoggio e comprensione da parte sua ma non sta facendo altro che alimentare una rabbia e ansia immotivata che trasmette su di me che potrebbe evitarsi, poiché la persona che ho accanto mi va benissimo ( anche per lei era più che ok fino a poco tempo fa). La sua idea è che non avendo stabilità economica non è una relazione sana poiché mi porta al nulla in termini di realizzazione di coppia. Io sono stanca di avere confronti che portano al nulla, quindi chiedo, in che modo posso riuscire a non assorbire tutte le frecciatine e cose brutte che ascolto? E in che modo posso mostrarmi non del suo stesso parere

2 risposte degli esperti per questa domanda

Nella vita troveremo sempre qualcuno che non sarà d'accordo con il nostro parere e punto di vista, diventare adulti significa ascoltare anche pareri differenti, riflettendo su quello che ci viene detto ma ragionando sempre con la propria testa. Certo non avere una situazione economica stabile non e' di aiuto ad ottenere quello che desiderate, ci metterete di più ma se e' lui quello che vuoi fai capire che quello non e' in discussione ma che possono aiutarvi a realizzare pian piano i vostri progetti. Ti consiglio di pensare e crearti le tue certezze, gli altri poi vedendo la tua sicurezza ti parleranno in modo diverso

Buongiorno Martina. La questione è piuttosto "classica". Ha a che fare con l'importanza di certi legami (l'opinione di uno sconosciuto non le darebbe uguali problemi). Quindi richiederebbe un processo di separazione ed individuazione, vale a dire un processo che porti un giusto distacco (anche e soprattutto emotivo) e conseguente senso di essere unica e particolare. In pratica ciò che avviene naturalmente a tutti i cuccioli di mammifero... Ma con le complicazioni di noi cuccioli di umano, così complessi.

Se vuole affrontare un percorso che la aiuti in tal senso, io ci sono. Mi trova facilmente su web.

Marcello Schmid