Ansia

Dopo aver fumato una canna avevo il cuore che mi batteva a mille e la paura di morire all'improvviso

domenico

Condividi su:

cortese psicologi-italia. dunque, mi trovavi nel perdiodo di circa 5 anni fa all'età più o meno di 18 anni. In un pomeriggio ci recammo con degli amici in un grande edificio abbandonato a fare una “canna“. Dopo aver finito tutti e 5 ci siamo alzati, e nel frattempo un mio amico iniziava a sentirsi male. Io e un mio amico lo soccorremmo tra le risate, ma mentre lo tenevo per un braccio mi venne il dubbio che anche a me poteva capitare un qualcosa e allorchè stetti male anche io. Mi andai a coricare a casa con il cuore che mi batteva a mille e la paura di morire all'improvviso. Il giorno dopo nella preoccupazione avevo ancora dei postumi , ma leggeri come il battito del cuore leggero e la bocca che mi diveniva asciutta a tratti. Il giorno dopo stetti bene. Riprovai a fumare dopo circa 3-4 giorni e mi ricapitò la stessa cosa. Allo stesso modo mi passò nuovamente ma eppi dei traumi per parecchio tempo, come preoccupazione leggera ma giornaliera. Dopo circa un mese mi ricapitò di riprovare le stesse senzazioni una sera tornato da una partita di calcetto. Purtroppo da allora l'ansia non mi ha più lasciato. Ho sempre paura di tutto e preoccupazione di tante cose. La paura peggiore ricompare dopo la fine di ogni partita di calcio, poichè si ripresentano gli stessi, poichè sono preoccupate che l'affanno e il cuore non riprendano il battito rilassato di prima.

2 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

salve , saprai già che sitrata di ataccchi di panico , sicuramente l'evento scatenante è stato quel terribile episodio in cui il tuo amico si è sentito male e dali è nata in te la consapevolezza che certe azioni sono in se rischiose. Sei molto giovane e io credo che hai il dovere verso te stesso di essere sereno , ti consiglio vivamente di farti seguire da uno psicoterapeuta per affrontare queste paure che potrebbero diventare sempre più invalidanti. Tanti auguri di cuore

Gentile utente,

mi sembra strano che una "canna" possa dare i problemi fisici che ci ha descritto, ma per sicurezza dovrebbe consultare un medico. E' probabile che la concomitanza del malore del suo amico abbia innescato in lei un disturbo d'ansia che forse si alimenta anche di problematiche a lei inconsce.

Per tutto ciò sarebbe opportuno consultare uno psicoterapeuta. La psicoterapia Strategica Breve in particolare, risolve tali disturbi con percentuali molto elevate di successo e in poche sedute.

Cordiali saluti

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Ansia"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Come combattere vomito da stress

Buongiorno, ho 28 anni e da quando sono adolescente in certi periodi la mattina mi sveglio con il ...

6 risposte
Il mio ragazzo soffre di insonnia, attacchi d'ansia, tic, come posso aiutarlo?

Il mio ragazzo soffre di attacchi d'ansia ed insonnia a causa degli esami e delle varie pressioni da ...

4 risposte
Capire se stessi

Gentili psicologi, vi allego una lettera che scrissi qualche settimana fa. Non ha un soggetto, non ...

1 risposta

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.