Depressione

Come faccio a trovare una via d’uscita?

Chiara

Condividi su:

Buonasera a tutti.

Mi chiamo Chiara, sono del 2000. Sono in terapia da 3 mesi con una psicoterapeuta/psicologa.
Soffro di ansia da un anno circa.
I miei genitori sono separati da 2 anni ma loro si sono già separati due volte prima di quest’ultima.
Mia madre, a me e mia sorella, ci ha raccontato che nostro padre quando era giovane, faceva uso di sostanze stupefacenti e che ha provato anche a picchiarla.

Mia madre però gli è sempre stata affianco per amore. Poi un giorno ha scoperto che la tradiva e da lì si son separati la prima volta e io avevo solo due anni. Poi tra svariate cose si sono rimessi assieme e poi di nuovo si sono separati quando io avevo 10 anni perché non andavano più d’accordo.

Li sentivo spesso litigare e mia sorella più grande per difendermi si metteva sempre in mezzo per fermarli.
Poi si sono rimessi e dopo un po’ si sono lasciati di nuovo.
Premetto dicendo che mio padre non ci ha mai fatto mancare niente anzi ci ha dato fin troppo.
Il punto è che io tra scuola, famiglia e tutto mi sono rivolta a mia madre chiedendole di portarmi da uno psicologo e lei mi ci ha portato.
La mia psicologa è molto brava e ho già fatto grandi passi, sto facendo la terapia EMDR e mi sta aiutando.
Solo che ho dei momenti di depressione se così si può chiamare in cui non vedo un futuro per me. A volte non ho voglia di stare al mondo. Ma soprattutto me ne voglio andare via da casa perché con mia sorella non ci stiamo sopportando più.

Io vivo con mio padre principalmente e vado da mia madre un giorno si e un giorno no. Io amo la mia famiglia, ma sono arrivata ad un punto in cui non sopporto più niente.

Non capisco più niente mi sembra di impazzire. Aiutatemi vi prego, non ce la faccio più!

3 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Ciao Chiara,


Arriva tanta sofferenza dalla tua richiesta. Non c'è da vergognarsi nell'avere dei "momenti di depressione" come li chiami tu, ma forse insieme alla tua terapeuta dovreste decidere insieme un obiettivo da raggiungere rispetto alla sofferenza che porti qui oggi. L'EMDR è un ottimo metodo evidence-based che anche io utilizzo, ma non è l'unico! La terapia cognitivo comportamentale è l'orientamento elettivo per i problemi che dici ad esempio. Sondate assieme gli obiettivi raggiunti finora e valutate insieme come continuare i vostri incontri.

Gentile Chiara,


se già stai seguendo un percorso di psicoterapia che come dici, ti sta aiutando molto, perchè questa lettera? Ti consiglierei di dare tempo e fiducia al percorso che hai iniziato di permetterti di fare altri passi avanti. Direi che tre mesi non sono abbastanza per poter elaborare una situazione familiare complicata che va avanti sin da quando eri molto piccola. Nel frattempo potresti parlare con la tua psicoterapeuta delle difficoltà di cui scrivi, se ancora non l’hai fatto. Nello specifico parlare della sensazione di impazzire e di non farcela più, del tuo non vedere un futuro per te e delle difficoltà con tua sorella. Eventuali dubbi sul percorso intrapreso dovuti a malesseri che continuano a persistere, possono capitare nel corso di una psicoterapia e la cosa migliore è di affrontarli senza paura con la tua psicologa.


 

Gentile Chiara il testo della sua domanda è chiaro ma è anche chiaro che la risposta sta nella buona relazione che lei sta instaurando con la collega. E' a lei che deve porla, e non ad un gruppo di psicologi a lei distanti e non conosciuti. Sono certo che troverà l'ascolto che cerca e insieme alla collega le soluzioni ai suoi problemi.


La storia traumatica che in breve presenta è certamente approcciabile con la metodologia EMDR che anch'io utilizzo spesso. 


Ma ci vuole pazienza. Buon cammino!

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Depressione"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Aiuto

Buonasera a tutti coloro i quali spenderanno 5 minuti della propria esistenza per leggermi, e ringra ...

1 risposta
Come superare il bipolarismo?

Salve a tutto..sono Luigi ho 26 anni e vorrei un vostro parere a riguardo..si parla di paura di ...

1 risposta
Psicoterapia in inglese per stranieri

Salve, vi contatto per conto di un amico, il quale avrebbe bisogno di sostegno psicologico. Non ...

4 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.