Disfunzioni sessuali

Problemi erezione con amante. Come superarla?

Stefano

Condividi su:

Buongiorno,
sono Stefano e ho 38 anni.
Sto con la stessa donna da più di dieci anni, ora siamo anche sposati.
Sono sempre stato fedele, ma da qualche mese, complice la routine e il lockdown, fra noi c'è stato un calo di desiderio e ho iniziato a desiderare nuove avventure sessuali.
Poche settimane fa ho conosciuto una ragazza che mi ha dimostrato subito interesse.
Questa volta ho ricambiato e dopo un po' che ci siamo scritti, ci siamo incontrati e ci siamo baciati.
Ci scriviamo cose spinte e mi eccita molto, causandomi continue erezioni.
Qualche giorno fa ci siamo incontrati e voleva farmi una fellatio.
Purtroppo non sono riuscito a eccitarmi a sufficienza e non ho avuto un'erezione.
Sottolineo che la ragazza mi piace moltissimo.
Non ho ben chiaro se è perché è la prima volta che mi tocca un'altra donna dopo mia moglie (anche se non ho particolari sensi di colpa) o qualche genere di ansia da prestazione, anche se qui non era previsto un rapporto sessuale, ma solo una fellatio.
Forse perché la ragazza è sessualmente esperta mi causa ansia?
Sottolineo che anche io le ho fatto sesso orale e le ho procurato un rapido e appagante orgasmo.
Sono cose comuni?
Come superarla?

4 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Gentile Stefano,


L’erezione dipende dai segnali inviati dal sistema nervoso ai nervi dell’area sacrale. Per cui, al maggior afflusso di sangue si accompagna il processo dell’erezione. Vissuti, pensieri, spesso, possono interferire con questo processo fisiologico e i segnali non vengono trasmessi correttamente dal sistema nervoso centrale.


Bada bene, il fatto che senta l’esigenza di desiderare ed essere desiderato sessualmente è una cosa assolutamente normale. Un conto è avere delle fantasie sessuali, un altro e viverle realmente.


Potrebbe essere, pertanto, un’occasione per riflettere sulle dinamiche di coppia, che da qualche tempo sta vivendo con sua moglie. Da quanto tempo avverte “un calo del desiderio”? Ha mai provato a parlarne con la sua partner?


A seguito di questo calo del desiderio, ha iniziato “a desiderare nuove avventure sessuali”. Provi a capire cosa lo ha spinto a “cercare altre avventure sessuali”.


Vorrebbe vivere a pieno la sessualità, ma fin quando sussistono delle dinamiche di coppia non affrontate e irrisolte, risulta difficile poterlo fare. Resto a sua disposizione.


Un saluto


Monica Meddis


Paderno Dugnano, ricevo anche online

Buondì Stefano, ho letto il suo messaggio. Capisco il suo stupore.


Dalla sua descrizione, ci possono essere vari aspetti che meritano di essere approfonditi, la relazione con sua moglie, la relazione nuova con questa donna (cosa l'ha spinta a cercarla e come si sente profondamente all'idea di avere un rapporto sessuale con questa donna), ecc. Lei fa ipotesi di senso di colpa: di sicuro è un'ipotesi sensata. L'erezione (ma non solo) è molto condizionata dal nostro stato emotivo interno.


Credo che possa diventare per lei occasione per guardarsi dentro e prendere contatto con i suoi bisogni relazionali.


Se ha bisogno di altre indicazioni, mi scriva pure: aldeghicathia@tiscali.it


D.ssa Cathia Aldeghi


 


 

Buongiorno Stefano, 


a volte il nostro corpo esprime quello che non possiamo dirci a parole e il suo sembra esprimere contemporaneamente il desiderio per questo incontro sessuale e l'impossibilità di attuarlo davvero, andando fino in fondo. Forse varrebbe la pena di approfondire e comprendere il calo di desiderio che ha sperimentato nella relazione con sua moglie e che l'ha spinta a cercare nuove avventure, perché il tradimento in una coppia, sia esso reale o solo fantasticato, può avere molti significati che non riguardano solo l'area della sessualità, ma anche quella affettiva e può segnalare qualcosa d'importante che sta accadendo nella vostra coppia, di cui ancora non siete consapevoli.  
Le suggerisco d'incontrare uno psicoterapeuta per un colloquio, così da valutare l'opportunità di approfondire il senso di quello che sta vivendo. 
Un cordiale saluto


B.C.  

Buonasera


Le consiglio di comprendere cosa sta accadendo all'interno della coppia. Lei sostiene che c'è un calo del desiderio con la sua compagna, a causa del periodo che stiamo attraversando. Forse, partendo da ciò che non va, potrebbe riuscire a comprendere il motivo per il quale, ricerca esperienze all'esterno della coppia. Se ne dovesse sentire la necessità si rivolga ad un esperto psicoterapeuta sessuologo per lei (terapia individuale) o, eventualmente, uno psicoterapeuta specializzato nella terapia di coppia, per poter capire le problematiche che si nascondono dietro al caldo del desiderio e alla ricerca al di fuori della coppia di desiderio sessuale.


Auguro buona fortuna


 

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Disfunzioni sessuali"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Calo della libido

Le scrivo per un problema che mi affligge da un po’: ho 20 anni e una relazione da un anno e ...

1 risposta
Penso di essere un caso raro...

Sono una donna di quasi 50 anni, mi mantengo ancora bene e da sempre sono stata reputata una ragazza ...

1 risposta
Ho avuto un episodio di disfunzione erettile

Salve, sono un ragazzo di 22 anni e in queste notti ho avuto un episodio che mi ha sconvolto... Ero ...

5 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.