Disturbi dell'eccitazione sessuale

Come posso risollevare il nostro rapporto sessuale?

Filippo

Condividi su:

Salve a tutti. Sono un ragazzo di 18 anni. La mia ragazza proprio oggi, dopo un anno e mezzo che stiamo insieme e più di un anno che abbiamo rapporti sessuali, mi ha detto che ha finto tutti gli orgasmi, tranne quelli dovuti a sesso orale e petting. Lei dice che lo ha fatto perché non voleva sentirsi “difettosa“, dal momento che ha subito un trauma adolescenziale dovuto al fatto che suo padre, a causa di una setticemia, adesso è praticamente un vegetale, cosa che credo proprio le causi un blocco psichico. Quindi mi ha detto piangendo che non l'ha fatto con cattiveria. Io lo so. Adesso il problema è che io ci sono rimasto abbastanza male e quando me l'ha detto mi è venuto pure da piangere. Cosa devo fare? Le ho detto che deve andare da uno psicologo. Ho fatto la cosa giusta? Come posso risollevare il nostro rapporto sessuale?

7 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Ciao Filippo,

ho visto che sei giovanissimo,ed immagino anche la tua fidanzata. Ti dico subito che dallo psicologo / terapeuta specialista in problemi di coppia dovreste andare insieme,perchè dirlo solo a lei sarebbe confermarle che ha un problema e quindi confermare le sue paure.

Se le vuoi bene davvero parlate molto soprattutto della situazione familiare che sta affrontando,perchè se la superate insieme,sarete una coppia non solo felice,ma matura.tante donne simulano per gli interessi piu meschini di questo mondo,forse la tua ragazza ha simulato per non perderti,per amore.

Amala di più condividendo la sua sofferenza e fate una buona terapia di coppia, perchè vi aiuterà in futuro se vorrete mettere su famiglia.

un abbraccio

Dott.ssa Rita Messini Latina (LT)

Salve in merito alla sue domande, anche lei insieme con la sua ragazza, vada da uno psicologo o andateci insieme come coppia, la sessualità è un'attività che si pratica in due ed entrambi come coppia avete da affrontare la situazione, non solo la sua fidanzata. Se volete scegliete un collega nella vostra città, siete maggiorenni ed andate in psicoterapia di coppia, se poi non volete iniziarla, lei può iniziare un suo percorso privato nel quale crescere e trovare un modo per affrontare al meglio la sua sessualità, in modo da essere in grado di saperla gestire con la sua fidanzata. Spero di esserle stata di aiuto, cordiali saluti.

Caro Filippo, 

Quello che pone è una questione delicata che va affrontata  tempestivamente.  Certo la sua ragazza ha agito ferendo i suoi sentimenti ma probabilmente non sapeva come gestire una situazione per lei difficile da superare, legata a quel presunto trauma a cui lei accennava. Probabilmente lei le ha dato il consiglio più utile e forse potrebbe essere utile anche  qualche incontro insieme dallo psicologo per avere entrambi i punti di vista sulla questione. Io sono a vostra disposisione. Non esitate a contattarmi. Buona serata.

Dott. Riccardo Gaglio Palermo (PA)

Gentile Filippo,

posso comprendere il suo stato d'animo: l'omissione da parte della sua ragazza le ha fatto molto male: è possibile che si sia sentito "tradito" oppure ingannato, non rispettato, etc... In questo caso però dobbiamo comprendere che il comportamento della Sua ragazza - è vero quello che Le dice - non è fatto con cattiveria in quanto è frutto di un'insicurezza personale piuttosto che un attacco alla Sua persona.

Di conseguenza il "sintomo" (così lo chiamiamo noi psicoterapeuti), ovvero il fatto che la Sua ragazza ha finto degli orgasmi e non glielo ha mai detto fino ad ora, è semplicemente espressione di un malessere.

Ha espresso questo malessere con la finzione degli orgasmi ma poteva esprimerlo in tanti altri modi.

In questo momento sarebbe auspicabile un atteggiamento di ascolto e comprensione da parte Sua. Dovrebbe (se ce la fa e so che le costa) fare capire alla Sua ragazza che ha compreso che il comportamento non è stato fatto con cattiveria ed ha capito che è frutto di una sofferenza/insicurezza. Già mi pare una nota positiva che, pur in ritardo, finalmete glielo ha rivelato. Ho seguito casi nei quali un segreto simile non è stato mai rivelato.

Dunque il consiglio da Lei dato è ottimo: uno psicologo potrà aiutare la Sua ragazza ad elaborare i suoi traumi e renderla più sicura. Ricordi che il trauma e l'insicurezza della Sua ragazza è il vero problema; il finto orgasmo è, per quanto Le abbia fatto male e La capisco, solo un "sintomo".

RingraziandoLa per l'attenzione, rimango a disposizione per ulteriori confronti.

Cordiali saluti.

 

 

Gentile Filippo, capisco che deve essersi sentito tradito dalla menzogna della sua ragazza. Tuttavia la su ragazza le ha anche detto che è in grado di raggiungere l’orgasmo attraverso altre modalità che insieme  a lei ha costruito e sperimentato. Il mio consiglio è quello di andare insieme, come coppia, da un sessuologo clinico. Questo potrà permettervi di comprendere meglio alcune dinamiche e migliorare la vostra relazione sia sul piano comunicativo che sessuale. Ho studio sia a Trapani che a Palermo. 

Caro Filippo, sicuramente le problematiche che viviamo nelle nostre relazioni familiari e la poca esperienza ci portano a fare degli errori. Fare un percorso di psicoterapia non è altro che decidere di conoscersi più a fondo e migliorare il rapporto con sè stessi e con gli altri, quindi consigliarlo è sempre un bene. Il modo però in cui lo facciamo può cambiare le cose. Se già la sua ragazza si sente inadeguata, sicuramente la sua affermazione sarà risuonata come " Hai dei problemi! Curati!". Capisco che tu sia rimasto male. Ma le persone a volte agiscono nel modo migliore che conoscono e nonostante questo possono ferire chi è più vicino. Il sesso in ogni caso, soprattutto alla vostra età dovrebbe essere vissuto come gioco esplorazione e scoperta, non restare male. Non devi dimostrare nulla, solo divertirti insieme alla tua ragazza, con le dovute precauzioni. Io farei qualche incontro di coppia da uno psicoterapeuta, meglio se sessuologo. Sono convinta che aiuterà entrambi nel percorso di crescita e relazione.

Cari Saluti.

Gentilissimo,

consultare uno psicoterapeuta mi sembra la decisione più saggia; se vuole, può anche utilizzare questo portale per individuare quello più vicino alla sua città. L'anorgasmia ha una molteplicità di cause, a volte anche relazionali, ma da quello che scrive ho la sensazione che ci sia dell'altro che sarebbe utile approfondire mediante un consulto vis a vis.

Resto a disposizione, un caro saluto

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Disturbi dell'eccitazione sessuale"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Come poter eliminare una perversione?

Sono un ragazzo che ha il feticismo per i piedi femminili, un certo masochismo, mi piace essere ...

7 risposte
Asessualità?

Buonasera a tutti, io sono Gioele e ho 18 anni. Il dubbio che mi spinge a fare questa domanda ...

1 risposta
Varie problematiche sessuali di coppia

Salve, mi chiamo Giulia e ho 26 anni, sono fidanzata da un anno e mezzo e ultimamente sto avvertendo ...

5 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.