Disturbi dell'eccitazione sessuale

Perchè non riesco più a fare sesso con mia moglie?

Angelo

Condividi su:

Salve Dottore, ho 53 anni e il mio problema giá da qualche anno è non avere il bisogno di far l'amore con mia moglie 51enne (davvero una bella donna), ma non che io non abbia stimolo sessuale, però preferisco masturbarmi davanti ad un filmino hard di sesso orale femminile 1 volta o 2 a settimana quando mia moglie è al lavoro. La mia signora a volte si lamenta che non la cerco sessualmente e io le invento qualcosa al momento ma sò benissimo che non posso andare avanti così. Come coppia siamo sempre insieme, anzi a me dá fastidio che faccia fare tutto a me, spesa, figli a scuola ecc, mentre lei è molto pigra, dopo il lavoro stá sempre a casa a dormicchiare mentre io sono sportivo, vado a correre invitando lei che non ne vuol sapere, non è indipendente per niente, devo accompagnarla al lavoro e riprenderla altrimenti si arrabbia. Se siamo al mare si vergogna di fare il bagno perchè la gente, a suo dire, le guarda il seno abbondante, si vergogna di molte cose, compreso uscire sola. Queste cose mi danno molto fastidio, ma lascio correre per non arrabbiarmi sempre. Sará forse questo che non mi fa avvicinare sessualmente? P.S. A me piacerebbe molto che la mia donna praticasse sesso orale, ma a lei non piace per niente e quando guardo un'altra bella donna lo sguardo va sulle sue labbra immaginando sesso orale. Sará mica un'ossessione? Come fare per tornare a far l'amore con mia moglie? Saluti

9 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Arianna Scarpellini Forli Cesena (FC)

Buongiorno Angelo, 

da quanto letto mi sembra di capire che il problema di fondo sia una crisi di coppia. Spesso infatti, quando una coppia è in crisi uno dei primi sintomi è proprio la mancanza di rapporti sessuali. Sembra che lei e sua moglie stiate marciando su due binari paralleli che però non riescono ad incontrarsi. 

La cosa ottimale sarebbe fare un percorso di coppia per potervi riavvicinare, far sì che lei e sua moglie riusciate a condividere maggiormente la vostra quotidianità, magari incentivando sua moglie ad essere più attiva. In alternativa, se sua moglie non fosse daccordo per i colloqui di coppia, potrebbe intraprendere lei un percorso personale sia per risolvere il risentimento nei confronti di sua moglie, sia per ritrovare la vostra serenità di coppia. Infatti, dalla mia esperienza, quando non era possibile affrontare un percorso con entrambi i coniugi, lavoravamo con quello disponibile. E i risultati si sono raggiunti perchè se una persona cambia, anche l'altra di riflesso metterà in atto dei cambiamenti. 

Cordiali Saluti. 

Gentile Angelo,

sono una Psicoterapeuta della coppia e, leggendo la sua storia, mi sembra importante che iniziate a prendere in considerazione l'idea di una terapia che coinvolga entrambi. Spesso, il malcontento e l'insoddisfazione  fra coniugi si esprime proprio attraverso il canale sessuale e il non "concedersi" potrebbe essere semplicemente il sintomo di un malessere di coppia che, in quanto tale, va affrontato in coppia. D'altronde, lo dice anche lei: continua ad avere stimoli sessuali che tuttavia non riesce a trovare in sua moglie, ma solo in altre donne o in film hard. Le consiglio, dunque, di parlarne con sua moglie e di rivolgersi insieme a lei ad uno psicoterapeuta della coppia della sua zona.

Saluti

Dott.ssa Ilenia Pagliara Forli Cesena (FC)

Salve, come lei ha già intuito, probabilmente dopo tanti anni si è “stancato di farsi comandare su tutto da sua moglie“, ma non si è mai ribellato per quieto vivere. E ha fatto male, perché invece dentro di lei il malessere è cresciuto al punto tale che a ribellarsi è stato il suo corpo, “punendo“ sua moglie a livello sessuale. Credo che avere qualche colloquio con un terapeuta sessuologo possa aiutarla ad elaborare il suo vissuto e a trovare la maniera efficace per affrontare il problema. Se ritiene utile contattarmi. Ricevo in Cesena. Saluti.

Dott.ssa Laura Messina Forli Cesena (FC)

Salve, ritengo che il sesso sia un linguaggio dell'amore e la difficoltà che lei riscontra è indice di una comunicazione che non esprime dialogo, ma quasi una rabbia celata. Come se lei volesse comunicare a sua moglie che qualcosa non va nella coppia. Credo che lei debba interrogarsi sul perchè sua moglie dipende da lei, sul perchè ha dei problemi di insicurezza che hanno ripercussioni sul vostro rapporto. E deve chiedersi il perchè ha perso interesse nei confronti di sua moglie. Cosa vuole comunicarle attraverso il suo rifiuto di un rapporto sessuale? Si interroghi cosa è avvenuto nella coppia, perchè avete smesso di dialogare e comprendere i malesseri reciproci e provate a chiedere un consulto se la situazione dovesse risultare un problema per il futuro del nucleo familiare.
Distinti saluti

Gentilissimo Angelo,
leggendo la sua richiesta emerge una certa dose di aggressività che lei non esprime direttamente a sua moglie a parole ma attraverso la negazione dell'atto sessuale. Credo che lei abbia colto questo, soprattutto quando dice "queste cose mi danno molto fastidio ma lascio correre per non arrabbiarmi sempre".
Nel vostro caso sarebbe fondamentale che lei riuscisse invece a dire a sua moglie ciò che pensa e cosa la infastidisce. Se ritiene di non riuscire a farlo, si faccia aiutare, eventualmente considerando anche l'ipotesi di una terapia di coppia.
Cordialmente

Caro Angelo,

il fatto che tu non riesca a far l’amore con tua moglie e preferisca l’autoerotismo fa pensare ad una crisi di coppia dovuta certamente alle motivazioni numerose che tu hai elencato. C’è bisogno di un cambiamento ma tu da solo non puoi farlo è necessario che tua moglie prenda coscienza della vostra realtà e insieme con te cerchi di trovare un nuovo modo per comunicare e per vivere nel quotidiano. Ti consiglio di metterti in contatto con uno psicologo che si occupa di problematiche di coppia cercando di coinvolgere anche tua moglie in questo percorso che può portarvi a ritrovare la serenità che di certo meritate

Ti auguro una buona giornata!

Gentile signor Angelo,
dalle parole che lei scrive emerge che il problema di mancanza di interesse sessuale nei confronti di sua moglie non può essere visto solo come qualcosa di esclusiva pertinenza sessuale: appare che il rapporto con sua moglie non è sereno, che lei si carica di tensione e rabbia nei confronti di sua moglie , che non è contento di lei . ha pensato di parlarne apertamente con lei? invece di inventare scuse sarebbe importante riuscire a trovare le parole per farsi capire, per descrivere la sua delusione, per descrivere la sua amarezza e rabbia di essere " al suo servizio".  Forse confrontandosi con sua moglie circa le sue vergogne   la sua paura di uscire sola può emergere che il problema non è solo suo, ma anche di quella che lei chiama la mia signora..Cordiali saluti

Salve Angelo, credo che nella sua lettera possono essere racchiusi moltissimi elementi sottesi a spiegare la ragione di questo allontanamento, lei scrive che pur stando sempre assieme i compiti non sono per niente condivisi e a lei viene attribuito il carico maggiore, riferisce inoltre una mancanza di condivisione, sia nel tempo libero, dove sua moglie ai suoi occhi appare "pigra" e spesso sul divano, sia nella sessualità dove sua moglie per cause che però non riporta, non si concede ai rapporti orali che lei desidera. Ecco allora non viene difficile pensare a lei di  fronte allo schermo di un computer, perchè molto probabilmente questo suo bisogno di ricercare il porno sembra a primo acchito generato da due esigenze: la prima, di uno spazio di piacere suo, dove è lei stavolta a non condividere con sua moglie, la seconda  è il bisogno di cullarsi in una fantasia dove finalmente una donna disponibile e affettivamente calda le pratica il sesso orale, si prende cura cioè di lei, cosa che solitamente fa lei nei confronti della sua famiglia. Mi sento però di sottolineare che da come scrive sembra ancora molto attratto da questa donna e confida in una soluzione a questo problema, che per lei non è in sè per sè la visione del film porno ma l'incapacità di avere rapporti con sua moglie. Questo delinea ancora una volta quanto è importante per lei il darsi agli altri, ma anche che ama sua moglie. Per tanto l'unico consiglio utile è di tentare un dialogo con sua moglie, proponendole uno spazio che non sia quello dei suoi hobby, ma che possa piacere alla sua signora, uno spazio idoneo per parlare di voi due e del perchè vi siete scelti. Se questo tentativo non dovesse portare a buoni frutti, è consigliabile un percorso di coppia che vi aiutiaritrovarela comunicazione interrotta. Mentre sul fronte personale credo che sarebbe utile uno spazio di riflessione su di sè e su questa tendenza a prendersi in carico tutte le responsabilità del caso.

Dott. Simone Biondi Bologna (BO)

Caro Angelo,

credo che la motivazione da lei rintracciata (le cose che di sua moglie le danno molto fastidio, ma che lei lascia scorrere) possa essere la causa del problema. Per cui le consiglio di provare a parlare direttamente con sua moglie delle varie problematiche che sente esserci nel vostro rapporto e, nel caso in cui non riusciate da soli a venirne a capo, rivolgervi ad uno psicoterapeuta di coppia (non necessariamente un sessuologo).

Cordiali saluti.

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Disturbi dell'eccitazione sessuale"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Varie problematiche sessuali di coppia

Salve, mi chiamo Giulia e ho 26 anni, sono fidanzata da un anno e mezzo e ultimamente sto avvertendo ...

5 risposte
Non provo nulla.

Come dal titolo, credo di avere una "insensibilità" vaginale. Ho incominciato ad essere sessu ...

2 risposte
Non ho più rapporti con mio marito

Buongiorno sono una ragazza di 26 anni, sposata da 8 anni, con 2 figli. Ho un problema: da un paio ...

3 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.