Disturbi dell'alimentazione

In questo periodo ogni giorno mi abbuffo

Valentina

Condividi su:

Buongiorno, sono Valentina e mi trovo ad affrontare un problema di cui non riesco a capire le cause: in questo periodo ogni giorno mi abbuffo. Forse vi sarà utile qualche informazione sulla mia situazione attuale..sono una ragazza di 18 anni, ho smesso a gennaio di frequentare la classe quarta del liceo classico per problemi familiari, e in questi mesi mi sono concentrata sulla mia farma fisica. Sono sempre stata magra, ma normalmente magra, mentre io miro a un fisico da indossatrice. Quindi mi sono iscritta in palestra e ho cominciato a mangiare meno. Sono ruscita a mantenere il ritmo fino a questo periodo, in cui ogni giorno mi alzo la mattina pensando “oggi mangerò poco“, ma ogni sera arrivo in palestra con l'abbuffata da smaltire. C'è da dire che ciò succedeva anche qualche mese fa, ma ruscivo a compensare digiunando il giorno dopo. Ma adesso non riesco più a fermare la cosa, è come una reazione catena: più mangio più mangerei. Preciso che sono una ragazza molto corteggiata, e questo dovrebbe darmi autostima e autocontrollo, ma non è così e non capisco perchè. Ho bisogno di aiuto perchè sto rovinando un corpo che di natura sarebbe magro...è come se volessi autodistruggermi. Sapreste aiutarmi a capire qual è la causa di questo comportamento e come fermarlo?

5 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Carissima Valentina, innanzitutto complimenti perchè già il fatto di chiedere aiuto anche solo facendo delle domande è iniziare a prendere consapevolezza di un tuo problema ma che, per essere risolto, ha bisogno di un approfondimento circa le cause e le dinamiche che hanno condotto alla sua manifestazione. Le risposte che cerchi le puoi trovare solo dentro di te e con qualcuno che possa aiutarti a far emergere i pensieri e i sentimenti che hanno portato a questo comportamento compulsivo. Le abbuffate sono sicuramente un sintomo delle difficoltà vissute, prima fra tutte quelle familiari. L'essere corteggiata può aiutarti a sentirti bene, amata e accettata ma non è così perchè probabilmente ciò di cui hai veramente bisogno è qualcuno che ti voglia bene, ti accetti e ti capisca non per il tuo aspetto esteriore ed estetico ma per quella che sei e che senti. Ma per prima sei tu a doverti accettare e amare per quella che sei... E per questo è importante che ti dedichi del tempo per questo cammino...

Gentile Valentina,

lei ha esordito dicendoci una notizia importante e direi piuttosto negativa: che ha sospeso la frequenza scolastica. Anche solo per questo motivo probabilmente sarebbe opportuno un sostegno o una consulenza con uno psicologo/a. D'atra parte trattare un disturbo del comportamento alimentare prescindendo da altri aspetti della persona potrebbe essere infruttuoso. Ad ogni modo esistono approcci psicoterapeutici che si concentrano sui sintomi del comportamento alimentare e hanno buoni/ottimi risultati come ad es. la Strategica Breve. Le ho detto tutto ciò per indurla a consultare uno psicologo e non lasciare che le cose peggiorino ulteriormente.

Saluti e auguri

Cara signorina l'autostima non si accresce piacendo agli altri, ma sviluppando amore e accettazione verso se stessi, in modo autonomo, indipendentemente dal giudizio degli altri. Forse è proprio questa problematica che è alla base del suo problema alimentare. Lei non si piace abbastanza, e non intendo solo fisicamente, ma come persona e se non riesce a darsi il giusto valore da sola, non basteranno un battaglione di uomini che le fanno la corte per rafforzare la sua autostima. Probabilmente il recente insuccesso scolastico ha indebolito un'autostima già fragile. Secondo me deve trovare il coraggio di guardarsi allo specchio e intraprendere una psicoterapia, anche perchè il disturbo alimentare è una dipendenza, non curato peggiora nel tempo. Un caro saluto

Cara Valentina, molte possono essere le componenti che ti spingono ad abbuffarti. Da quello che dici sono evidenti alcuni punti cruciali. I problemi famigliari, l'aver smesso di frequentare il liceo, il desiderio di essere "modella". Tutto ciò ed altro ancora concorre senz'altro nel tuo comportamento, ma non si può "indovinare" a distanza, senza un rapporto di parola con te. E sai già benissimo che darti consigli pratici non risolve assolutamente il tuo stato. Già ne addotti tu, ma vedi quanto servono! Dunque sarebbe utile per te rivolgerti a qualcuno che ti aiuti a capire il perché e trovi con te una soluzione soddisfacente. Pensaci e sappimi dire.

Ti saluto augurandoti una scelta oculata.

Cara Valentina,

penso che il tuo corpo e la tua mente ti stiano mandando un messaggio importante da ascoltare. Probabilmente il tuo pensare  alla  forma fisica in un momento di crisi familiare, come a volerti concentrare su qualcosa che pensi di poter controllare, ti sta portando a perdere di vista l'insieme delle cose. Forse quella crisi familiare è importante, per te e per le persone care ed ha bisogno di un elaborazione, in modo da potersi poi alleggerire del peso che comporta. Parlo di peso proprio perche da quello che scrivi sembra che tu voglia ostinatamente alleggerire te, già magra, quando forse è il tuo animo ad aver bisogno di essere alleggerito. Forse in questo momento non hai bisogno di costrizioni, ma di essere ascoltata ed accolta e coccolata. Potresti pensare ad un supporto psicologico, magari familiare, in modo da intervenire prima che questa tua difficoltà si trasformi in qualcosa di piu pericoloso.

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Disturbi dell'alimentazione"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Obesità

Ciao a tutti sono Valentina ho 23 anni, e da quando ho memoria sono stata in sovrappeso, la prima ...

2 risposte
Circolo vizioso dieta-autostima-disturbi alimentari

Salve, ormai da più di un anno seguo una dieta ipocalorica, seguita da un nutrizionista, a ...

9 risposte
Rifiuto totale di verdure e pesce

Buonasera, sono una ragazza di 23 anni. Il mio problema è il rifiuto verso le verdure e il ...

10 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.