Perché sono infelice?

Ismail

La mia vita non è altro che un vuoto ho delle carenze non so più come colmare le mie lacune
So di essere debole per questo sogno di dominare il mondo e manipolarlo a modo mio ho questo forte desiderio di soggiogare gli umani
Ho passato un infanzia difficile sin da piccolo mi isolavo dal gruppo manifestavo un comportamento insolito giocavo solo guardavo gli altri con timore poi alle elementari sono stato bullizzato e ridicolizzato dai miei compagni di classe forse a causa della mia scarsa intelligenza, non riuscivo e non riesco a integrarmi o a trovare soluzioni ai miei problemi
Il mio insuccesso nella vita mi rende ancora furioso perdo spesso il controllo a volte agisco d'impulso le ragazze mi rifiutano perché non ho un bell'aspetto io sono un gentiluomo
Quanto vorrei perdere l emozioni e tutti i sentimenti, a volte mi viene la voglia di torturare e uccidere qualcuno
25 anni di sofferenza non ho mai conosciuto la pace

4 risposte degli esperti per questa domanda

Vada subito in terapia: cerchi un terapeuta emdr vicino casa.

Subito!!!

 

Caro ragazzo, mi è molto dispiaciuto leggere la sua email. Sarò conciso perché di cose ne avrà sentite dagli altri e da se stesso forse anche troppe, nonostante la giovane età. La Pace è un bene che si conquista lavorando sulla coscienza, e cioè sulla possibilità di conoscersi in modo sempre più completo giorno dopo giorno, brutto dopo bello, gioia dopo dolore. A lei la scelta di continuare a rimanere nella sofferenza e domandarsi sempre come fare, oppure chiedere veramente aiuto a chi glielo può dare! Spero prenda la decisione più importante per se stesso, qualsiasi essa sia! G.O. 

Caro amico

forse è arrivata l'ora di fare un taglio con il passato. Tutto si può cambiare quando lo si vuole. Incomincia a chiederti seriamente e senza pregiudizzi cosa vuoi veramente dalla vita. Poniti degli obiettivi e delle priorità. Poi chiediti cosa puoi fare per  raggiungere quegli obiettivi e quelle priorità  e cosa devi mettere in atto giorno per giorno decidendo tu, lasciando perdere cosa possono dire gli altri. Ascolta quello che ti dicono ma poi decidi tu. Se ti è possibile non farti influenzare dalle opinioni correnti e soprattutto fai dipendere solo da te il tuo star bene. Quando una strada ti sembra che non funziona cambia e provane un'altra. In passato hai dovuto subire troppo  e ti ha procurato disagio e dolore.Ora ti viene voglia di "vendicarti", ma non ti servirebbe a niente perchè rimarresti sempre succube degli altri. La vita è bella se noi decidiamo di viverla come la vogliamo. Se ti vengono sentimenti negativi non rifiutarli ma vedi quale può essere l'alternativa per sentirti a tuo agio. Sei giovane e hai ancora una bella vita da vivere. Ciao

Carissimo Ismaele,

Credo che nella tua esperienza di vita hai sperimentato la frustrazione, la negazione delle tue reali emozioni, di tutto ciò che sei e di tutto ciò che provi, a tal punto da diventare facilmente irascibile o come qualcuno che pensa di poter uccidere. La repressione è come essere diventato una pentola a pressione che può sempre esplodere... è importante che tu possa iniziare un percorso di Psicoterapia che ti permetta di esplorare il vissuto più doloroso che porti, e il tuo aver sperimentato una condizione di non " essere accettato dagli altri" forse anche dai tuoi genitori. Da ciò che racconti mi sembra di capire che non ti sei mai sentito voluto profondamente, amato ed integrato. Lo psicoterapeuta ti aiuterà a rivedere certi spetti viscerali della tua vita o che non conosci fino in fondo o che probabilmente hai messo da parte.

Cordiali saluti