Disturbi della personalità

Psicosi e Maniadepressiva

Laura F

Condividi su:

Soffro di mania-depressiva da sempre, ma 16 anni fa, causa un pesante episodio di mobbing sul lavoro è sfociata in psicosi e sono finita al centro di salute mentale. Ho avuto tre ricoveri in Psichiatria in T:S:O: e sono in cura con Haldol e Zoloft.

In precedenza ho assunto lo ZYprexa che non mi ha risolto il problema e mi ha fatto solo notevolmente ingrassare.
Prima dell'episodio di mobbing sono stata in cura da una psichiatra privata con fluoxertina per circa due anni.
Ora faccio fatica a fare la vita di ogni giorno, sono sonnolenta ed apatica e vorrei solo stare a letto.
Anni fa, ero frenetica e facevo mille cose, accusando la stessa stanchezza mentale e soporosa tale che ho fatto un incidente in bicicletta con rottura di tibia e perone e trauma cranico.

Ero spavalda e avevo fiducia in me stessa, andavo in montagna e facevo uscite in moutainbike.

Ho girato con il mio compagno tutta Italia. Vi chiedo aiuto perche' dopo la morte di mia madre, tre anni fa, mi trovo, con i farmaci in fase di chiusura in me stessa, anche perche' causa psicosi sono stata abbandonata dalle mie amicizie pluriennali. Cerco di aprirmi, ma faccio fatica a vestirmi lavarmi e uscire. AIUTO!

2 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Gentile Laura, ha anche seguito una psicoterapia in questi anni? dalla storia che descrive la diagnosi è corretta, ma descrive solo il sintomo, lei avrebbe bisogno di un percorso di aiuto di tipo psicoterapico.


Se non lo ha fatto può contattare un terapeuta e cominciare una cura.


L'aiuto dello psichiatra e del terapeuta non sono alternativi ma complementari dunque devono essere seguiti insieme, questo è un presupposto importante se vuole migliorare il suo stato.


Cordialmente.


 

Gentile signora,


non ha mai fatto una psicoterapia che la aiutasse a capire e superare le origini psicologiche del suo malessere? Penso che farebbe ancora in tempo ad intraprenderla, senza affidarsi esclusivamente ai farmaci.


Penso anche che i vari psichiatri avrebbero dovuto consigliarla o meglio prescriverla perché, come lei sperimenta, la forza dei pensieri negativi spesso sopravanza quella dei farmaci.


Certamente la psicoterapia non potrà ottenere i risultati esistenziali che avrebbe avuto se l'avesse iniziata all'esordio dei sintomi, ma l'importante è che le dia uno stato di benessere.


La terapia breve permette di solito buoni/ottimi risultati in tempi brevi, anche se ovviamente e generalmente i disturbi più seri abbisognano di maggior tempo.


Cordiali saluti

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Disturbi della personalità"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Sono un uomo e mi vesto sempre da donna supersexy

Salve, sono un uomo di 56 anni, sposato da 28 anni ed un figlio di 21 anni. Sono ormai diversi anni, ...

5 risposte
Perché non mi riconosco?

È da 2 giorni che mi sento strana. Sento che questo corpo non mi appartiene sento e faccio ...

3 risposte
Fidanzato bipolare e con disturbo ossessivo compulsivo

Buonasera, Sto col mio fidanzato da due anni e mezzo. Ho capito che qualcosa non andava già ...

10 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.