Droghe e psiche

Io come Truman Show--III° fase

Eu Ely

Condividi su:

Salve a tutti, è la terza volta che vi scrivo una domanda..sono passati 7 mesi da quando ho lasciato il mio ragazzo sapendo che fa uso di crack, io sono seguita da una psicologa e mi sento un pochino meglio, in questi mesi sia io che lui abbiamo avuto altre persone, si ancora lo sento, molto con alti e bassi in quanto sembra che l'unica cosa al mondo che lui voglia sia tornare con me ma non faccia nulla per se stesso e per me. Non vuole andare al Sert e ne in comunità.. la situazione è degenerata ormai sopravvive con un lavoretto e vive in una camera in affitto dove gli rimangono a malapena i soldi per mangiare, si aggancia a queste ragazze per mangiare o per dormire a casa loro... non lo riconosco piu ma nonostante cio non riesco a togliermelo dalla testa, vorrei aiutarlo ma non gettare la mia vita nel cesso, visto che lui non collabora per niente. non voglio passare la vita a controllare lui che non si droghi di nuovo...messo e concesso che ormai saranno quasi 2 anni che ne fa uso.....
passa da stati dolcissimi a stati aggressivi sempre nei miei confronti, dove se lo contraddico un minimo o non sono disponibile a vederlo dà di matto, con messaggi telefonate, attacchi di panico per finire poi per bloccarmi sui social e al telefono chiedendomi di sparire dalla sua vita se gli voglio bene... ci amiamo ancora lo so ma sinceramente io non so cosa devo fare...
non riesco a lasciarlo andare del tutto.. a chiuderci per sempre...ma neanche sono disposta a rovinare la mia esistenza perche lui questo mi dimostra.... potete darmi il vostro parere?

1 risposta degli esperti pubblicate per questa domanda

Gentile utente, se lei, così come scrive,  "non è disposta a rovinare la sua esistenza" deve proprio "lasciarlo andare" mettendo al centro dei propri interessi la sua persona. Credo che ciò che  le scrivo  sia in linea con quanto le dice   la professionista che la segue. Lei, carissima, ha molto bisogno di essere aiutata e di conoscere ed approfondire le cause del suo malessere; inoltre non ha le competenze adeguate  per farsi carico del disagio altrui. Dunque, se vuole porre fine alla sua sofferenza, inizi a prendersi cura di sé stessa ascoltando i consigli di chi la segue; mi creda  non esiste  un altro modo!  Le faccio tanti auguri.

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Droghe e psiche"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Cambiare vita per eliminare le sostanze

Salve a tutti, da ragazzo ho iniziato con alcool che sarà brutto da dire ma mi ha aiutato a ...

2 risposte
Marito cocainomane, io non lo amo più

Salve, sono sposata da 5 anni e abbiamo due bimbi di 5anni e 2anni, è da 3 mesi che ho scoper ...

2 risposte
Il mio ragazzo si droga

Buonasera sono una ragazza di 34 anni mi chiamo Lucia, ho un problema che non so' come risolvere: ...

3 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.