Domande e risposte

leggi tutte le domande
Pensiero aggressivo e paura di se stessi

Buonasera, Sono una ragazza di 21 anni che, dopo un periodo di forte stress, ha riscontrato dei problemi . La mia mente è stata invasa da pensieri ossessivi/cattivi, paura di se stessa proprio per via di questi pensieri poiché molto spesso coinvolgevano le persone a me più care, come i miei genitori. Ho subito avuto paura di me, sono stata malissimo. Per esempio, l’altro giorno ho visto un film in cui il protagonista era malato e non poteva più alzarsi dalla sedia a rotelle perché completamente paralizzato. Subito nella mia mente scatta la paura di dire una cosa del genere a mia madre (la persona a cui tengono di più in assoluto) ed è come se la mia mente, alla vista di una situazione così tragica, abbia prevenuto, per paura di fare un pensiero cattivo. Ma, mentre mi ripetevo “non lo augurerei mai a mia madre”, poi passa nella mia testa di dire il contrario e quindi penso “si”. A questo punto dico “ma che diamine dico?” Però è come se automaticamente mi convincessi che ormai è troppo tardi, sono un altro persona orribile e non merito neanche il suo amore. Ecco tutto

4 risposte
Come reagire e controllare l'ansia per un esame medico?

Recentemente sono entrata in contatto con il mondo degli esami medici: esami del sangue, elettrocardiogramma, vaccini, misurazione della pressione. Queste cose mi fanno sprofondare nella disperazione più nera e arrivo al punto di rifiutarmi di fare gli esami. Sono stata a fare un prelievo del sangue e, sebbene razionalmente sapessi di non correre alcun rischio, non sono riuscita a farlo e sono uscita dall'ambulatorio piangendo. Vorrei sapere se avete qualche consiglio per gestire il momento critico. Grazie in anticipo

1 risposta
Perché gli insetti ma soprattutto gli scarafaggi mi terrorrizano?

Buonasera sono Luigi da Salerno, volevo sapere come mai, da molti anni sono terrorizzato da gli scarafaggi, tanto che solo pensando a questi non riesco a dormire, e vivo nel ansia ogni volta che esco di casa.

3 risposte
Paura della solitudine e del silenzio

Gentili dottori,  vorrei chiedere un consulto relativamente ad un problema che mi tormenta da tanto tempo, ossia la paura esagerata e immotivata (almeno apparentemente) di stare in casa da sola, specialmente la notte.  Ho 31 anni e, già un anno, a seguito della fine di una lunga relazione, sono tornata a vivere insieme alla mia famiglia.  Ogni volta che la mia famiglia si allontana da casa per trascorrere qualche week end fuori città inizio a vivere nell'angoscia più totale. Non appena torno a casa dal lavoro, immersa nel silenzio, iniziano le crisi di pianto, accompagnate da un forte senso di solitudine, che neanche le uscite con gli amici riescono a colmare. Per non parlare del momento in cui devo andare a dormire. MI ritrovo a chiudere la porta della camera a chiave per sentirmi più protetta e a trascorrere la notte in bianco. La cosa paradossale è non ho alcun problema nello stare da sola quando mi trovo in luoghi diversi dalla mia casa. Mi è capitato di frequente, e mi capita tuttora, di dovermi allontanare da casa per via di corsi o trasferte lavorative e di alloggiare totalmente da sola per giorni o, addirittura, settimane.  E possibile superare definitivamente il problema?

3 risposte
Il mio bimbo ha paura dei rumori forti

Sono una mamma di un meraviglioso bimbo di 4 anni.Vi scrivo perché il.mio bimbo ha terrore dei rumori forti ed improvvisi.Da quando è nato non ha mai gradito i giochi rumorosi classici dei bimbi piccoli mostrando fastidio e paura. Credo di avere sottovalutato troppo la cosa....anche perché un anno fa circa è successo un episodio che sono certa lo abbia traumatizzato.Viviamo in una villa e di notte mettiamo l'allarme, la mattina si è alzato ed è sceso dai nonni, ma l'allarme non era stato tolto e lui si è ritrovato dietro la porta chiusa dei nonni con la sirena che suonava proprio dov'era lui e lui gridava....io sono scesa quasi subito ma il danno era stato fatto...ora non sopporta i tappi di spumante, i palloncini che scoppiano, i fuochi d'artificio, oggi è scoppiato in lacrime terrorizzato perché mia madre ha usato la "racchetta che ammazza le zanzare". Mentre mia madre e gli altro presenti gli dicevano che non doveva spaventarsi perché era un ometto e non doveva piangere io sono andata con lui in un'altra stanza, l'ho preso in braccio ed ho cercato di tranquillizzarlo dicendogli che capivo che si era spaventato e che gli veniva da piangere perché era un rumore nuovo ma nello stesso tempo gli dicevo che non era una cosa di cui avere paura. Era terrorizzato.Posso fare qualcosa?Grazie

1 risposta
Come posso sconfiggere la paura per gli scarafaggi?

Ciao sono Martina ho 16 anni, è da 3 anni che ho questa fobia per gli scarafaggi, mi viene l’ansia appena viene l’estate. L’altro giorno mia cugina mi ha raccontato che ha trovato uno scarafaggio in casa sua ed io sono andata in panico ed ho iniziato a sigillare tutte le finestre in casa, la sera quando sono in camera mia non riesco a spegnere la luce perché vedo delle macchie nere sento dei rumorini e lo stesso anche con la luce accesa e come se li vedessi dappertutto e come se me li sentissi addosso sono 4 notti che non dormo, prima mi sono messa nel letto cercavo di dormire ma non ci riuscivo ho aperto gli occhi e visto che ho un poster attaccato in camera mia ho visto qualcosa sono saltata giù dal letto e mi è venuto un attacco di panico e ho iniziato a piangere non lo so se era davvero uno scarafaggio perché il poster a una piccola apertura sopra come se ci si fosse infilata dentro, non ho avuto il coraggio di avvicinarmi per vedere se era vero e mi sono chiusa in bagno a piangere, mi mancava l’aria non riuscivo a respirare. Adesso sono le 3 di notte e tutti dormono non ho il coraggio di andare a svegliare qualcuno perché ho paura di vederla volare ho paura anche di vederla solo in foto persino quando la nominano. Non ce la faccio più a vivere cosi e come se li vedessi dappertutto ho anche le allucinazioni e come se le vedessi volare in qualsiasi momento anche adesso che sono chiusa in bagno. Vi prego aiutatemi sto per impazzire

1 risposta
Paura di guidare su strade alte

Ho letto diverse volte di persone che hanno paura di guidare, ma in nessuno dei casi ho riscontrato il mio problema che penso sia più specifico. NON ho paura di guidare, guido tranquillamente sia in città che in autostrada dove posso andare tranquillamente a velocità anche sostenute, guido tranquillamente anche su statali e provinciali, nessun problema. MA, appena mi trovo su viadotti o strade di montagna scatta il blocco. Da esperto guidatore mi ritrovo a percorrere questi tratti a velocità ridotta fino a tornare indietro laddove mi è possibile. Per anni non ho percorso la Roma Pescara, fin quando un giorno che mi sentivo rilassato sono riuscito a percorrerla tutta anche se con un po' di timore. E ora riesco a percorrerla, forse perchè la conosco. Premetto che questa stessa autostrada l'avrò percorsa decine di volte e mai avevo avuto problemi fino a quando poi si sono presentati su una strada di montagna. Un attacco di panico. Da quel momento, sono passati 15 anni, la stessa cosa. Se non conosco una strada che sale o la classica di montagna vado nel panico. Il terrore del "dietro curva cosa trovo", "come sarà la strada", mi inizia a prendere i muscoli fino a disturbi di equilibrio...ho pensato alle vertigini, certo ho paura delle altezze. Faccio un lavoro che mi vede in continua competizione, sono un fumettista/illustratore. Già sono andato da differenti analisti per gli attacchi di panico ma questo problema delle strade permane. A volte riesco a "vincere" altre desisto e torno indietro...

4 risposte
Molta ansia ad uscire di casa panico

Buona sera, ho 58 anni e da circa un anno sono terrorizzata con una forte ansia ad uscire di casa. Tutto questo è cominciato piano piano dopo essere stata lasciata da un uomo da allora sono andata in depressione ma uscivo poi dopo la morte di mio cognato sono caduta in una spirale di non ritorno. Non ho più una vita chiusa in casa tutto il giorno con addosso una forte ansia anche se decido di non uscire è uguale. Sto malissimo, sono seguita da una psichiatra e prendo farmaci per ansia e antidepressivi. Per favore aiutatemi ho una figlia e la mia famiglia è preoccupata che io non mi riprenda più. Aiutatemi per favore. Grazie

4 risposte
Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.