Pensieri ossessivi

Amore non corrisposto; ossessione

Gennaro

Condividi su:

Gentili dottori,

Sono un ragazzo single da una vita, di 26 anni. Non ho mai avuto fino ad ora una ragazza, perché non ne sentivo il bisogno e perché avevo conosciuto, anni fa, una ragazza via chat (mai vista) che rappresenta(va) un po' il mio ideale. Insomma, l'ho "aspettata".
Fino al mese scorso questa ragazza è stata sempre fidanzata (da qui il fatto che non le abbia mai detto niente di ciò che provavo), quando giunge la rottura col fidanzato storico.
A questo punto ne "approfitto", e vista l'emergenza (siamo in regioni diverse) le scrivo i miei sentimenti, anche perché lei stava nel frattempo già frequentando un'altra persona e io non volevo perdere il treno.
Fatto sta che mi rifiuta, anche gentilmente. Mi vede solo come un amico, non sono il suo tipo e siamo anche distanti. Cosa avevo in mente? Fatto sta che non riesco a togliermela dalla testa. Per me è davvero la persona giusta, non riesco proprio a farmene una ragione. Penso a lei h24, non lavoro più, mangio poco... insomma sto perdendo il controllo.
Cosa fare?

2 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Gentile Utente,


che disdetta!


Nel momento del coraggio, quello decisivo, qualcosa va storto e veniamo rifiutati. è una possibilità, può accadere, ma nessuno può vedere quanto possa fare male. Si tratta di un vero lavoro del letto, che richiede tempo, lavoro e sostegno.


Mi permetta però di indicarle un punto: come mai un amore tanto complicato, tanto difficile? Le possibilità in questi contesti sono solitamente poche (anche se vale il sempreverde "mai dire mai!"). Tuttavia, mi incuriosisce questa ricerca di un amore lontano, complicato, da mettere in gioco quasi "proteggendosi" dietro ad un schermo.


Lavorare sulla necessità della distanza, della difficoltà di incontrare direttamente l'oggetto del desiderio, potrebbero essere possibilità che aprono a prospettive nuove!


Cordialmente,


Dottor Ricci

Buongiorno Gennaro


Immagino la sua sofferenza e come possa sentirsi a fronte di un rifiuto, e soprattutto, non un semplice rifiuto, ma quello che, lei pensa essere, un rifiuto dalla persona "giusta". Spesso alcune relazioni, soprattutto se si svolgono come la sua, via chat, tendono ad essere "idealizzate" e i sentimenti che si credono di provare, amplificati. Detto ciò, non voglio assolutamente sminuire o non ascoltare le sue parole, che manifestano delusione e sofferenza. Penso sia opportuno poter comprendere il significato che questa ragazza ha avuto nel corso di questo periodo che vi siete sentiti, e poter dare oggettivamente un dato di realtà a ciò che "siete stati". Provi a riflettere su ciò che ha significato per lei il rifiuto, e soprattutto quale valore ha dato a questa "amicizia". La sua amica è stata onesta a non illuderla e forse lei, è stato coraggioso nell'esprimere i propri sentimenti. A fronte di ciò, sarebbe importante poter andare avanti, vivendosi questo momento di "lutto", di inevitabile delusione, senza soccombere ad esso. Se avesse necessità di un aiuto maggiore, contatti un professionista, che possa dare un significato a ciò che lei sta vivendo ora, staccandosi dall'idealizzazione che ha di questa persona, e poter comprendere maggiormente il significato che può esserci dietro. 


Auguro buona fortuna


Dott.ssa Elisa Danza 

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Pensieri ossessivi"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Come faccio a controllare la mia ossessione per lo studio

Soffro di stati di ansia da quando ho 16 anni ,fino ai 20 anni più o meno con conseguenti ...

3 risposte
Non ce la faccio più ...credo di essere arrivata al capolinea.

Sono mamma, ho 3 figli meravigliosi e fino ad un anno fa la mia vita seppur non facile sembrava ...

3 risposte
Perché se una persona che conoscevamo si suicida pensiamo che dovremmo farlo anche noi?

Sono una ragazza di 21 anni. Sto per entrare fuori corso nel corso di laurea di Infermieristica...

1 risposta

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.