Pensieri ossessivi

Ossessione legata alla mia statura

Giancarlo Stile

Condividi su:

Salve, sono un ragazzo di 22 anni e dal luglio scorso soffro per alcuni pensieri ossessivi legati alla mia statura (169cm). Questo ha determinato un netto calo della qualità della vita perché tali ossessioni invadono l'intera giornata impedendomi di acquisire stabilità e serenità, inoltre sto avendo gravi problemi con lo studio per l'incapacità di concentrarmi e anche il rapporto con la mia ragazza, che nonostante tutto mi rimane ancora vicina e si dice pronta a volermi aiutare, ne sta risentendo inevitabilmente. Il contenuto di questi pensieri è: paura di essere discriminatori, deriso, pregiudicato per la mia statura, ho la costante paura di non essere preso sul serio per il fatto di apparire piccolo e che questo si accentuerà dal momento che le nuove generazioni crescono sempre più. A queste mie ossessioni si aggiunge anche la netta percezione che uno strisciante pregiudizio e una discriminazione nei confronti degli uomini bassi in effetti ci sia e questo lo noto da vari commenti ed episodi che mi sono trovato a leggere su internet o in televisione, dunque vi chiedo: è possibile superare questa mia ossessione e ritornare a fare la vota serena di prima?

3 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Salve Giancarlo, se questo problema è diventato cosi un'ossessione è possibile risolverlo o migliorarlo notevolmente con l'aiuto di una psicoterapia cognitivo - comportamentale, centrata sul superamento dei suoi pensieri disfunzionali. Ma la base del suo problema è incentrata sull'autostima scarsa, che la porta a focalizzarsi all'altezza, concentrando li tutte le sue paure, le realizzazioni di sé, e il timore di provare vergogna e di sentirsi giudicato.


 


Dr. Cameriero Vittorio 


 

Buongiorno Giancarlo,


Credo che la questione dentro cui la sua interiorità sta cercando di farla lavorare è quella del valore di sé, della sua autostima.


Per il momento sta valutando se stesso attraverso dei metri di misura esterni e si sente sminuito all’idea di non corrispondere a questa immagine. Si guarda e si pensa attraverso questa scala di valori, che è esterna a sé. In questo modo lascia che sia l’esterno a stabilire qual è il senso del suo valore, della sua importanza.


Un aspetto fondamentale per la propria autostima è che il senso del proprio valore si renda indipendente dal giudizio dell’altro, dal bisogno di riconoscimento. La sua interiorità la vuole impegnare in questo  percorso d’autonomia, affinchè lei possa fondare il senso di se stesso su delle basi interiori e non più esterne.


Il suo sentire sta cercando di “aprire” questa questione, di rendergliela riconoscibile,  pertanto è importante che venga ascoltato e non combattuto come qualcosa di anomalo o ostile. Mi auguro che si dia la possibilità di fare un lavoro su se stesso che la possa aiutare a capire che queste espressioni della sua vita interiore sono dense di significato e capaci, se bene avvicinate, di guidarla a effettuare le trasformazioni che le sono necessarie.


Le faccio i miei migliori auguri

Salve, si è possibile ma la invito a rivolgersi ad un professionista per elaborare questa sua paura.


Le vorrei chiedere quanta stima ha di se stesso? E perchè per lei l'altezza è così importante? E' successo qualcosa in particolare in passato che l'ha condizionato così tanto? E perchè da così tanto peso ai giudizi esterni? 


Essere se stessi è prima di tutto un percorso di evoluzione interiore e bisognerebbe accettarsi per ciò che si è.


Pone l'attenzione più all'esterno che all'interno, la invito a fare il contrario.


Rimango a sua dispozione.


Buona giornata.


Dott. Fiori

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Pensieri ossessivi"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Problema di tipo ossessivo e affettivo

Buongiorno vi contatto in realtà non per me stessa ma per il mio papà. Negli ultimi ...

2 risposte
Come faccio a controllare la mia ossessione per lo studio

Soffro di stati di ansia da quando ho 16 anni ,fino ai 20 anni più o meno con conseguenti ...

8 risposte
Non ce la faccio più ...credo di essere arrivata al capolinea.

Sono mamma, ho 3 figli meravigliosi e fino ad un anno fa la mia vita seppur non facile sembrava ...

3 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.