Problematiche sociali

La mia vita sociale, mia madre e l'alcolismo

utete

Condividi su:

Vi spiego la situazione, ho 16 anni è mia madre non mi ha mai lasciato uscire.
Non ho mai avuto amicizie vere, è sono totalmente recluso dal punto di vista sociale escludendo scuola.
Negli ultimi tre anni mia madre ha avuto gravi problemi di alcolismo, poichè nel 2018 aveva perso il lavoro, l'anno in cui la cosa è esplosa è stato il periodo 2018-2019, e in seguito ha ritrovato lavoro, persino migliore.
Negli anni seguenti fino ad 1 mese fa l'alcolismo si era limitato nei weekend, quando finalmente sono riuscito a mettermi in contatto con dei parenti e sono riusciti più e meno a risolvere la cosa, ma sono sempre costretto a tener un'occhio su mia madre non solo per responsabilità, ma anche perchè ho paura che riinizi.
Io tra 4 mesi dovrò comprare una moto e inizierò ad avere diciamo una vita sociale pian piano dopo aver preso patentino e aver fatto esperienza, sono riuscito a farmi un pò di amici e volevo cercare di mantenere queste amicizie a lungo termine.
La mia preoccupazione è, che pur se mia madre mi ha promesso che non toccherà più gli alcolici io ho paura che se io inizio a uscire con gli amici, lei riinizi a bere e che debba ripartire l'inferno, quindi mi trovo in una posizione difficile.
Poi è arrivata sta sera, ho avuto una crisi depressiva a livelli inimmaginabili tanto che a momenti ho quasi tentato il suicidio, ero pronto a impasticcarmi 30 minuti fa. Io non ce la faccio più, sento di aver perso diversi anni della mia vita che avrei potuto sfruttare al difuori e vivere ed ho un dolore inimmaginabile per tutto, oltre a molti altri avvenimenti dolorosi che hanno toccato sia mia madre che me e molti parenti in periodi molto recenti.
Vi chiedo un consiglio , vorrei essere più specifico nei fatti ma non so se sono in grado, la cosa è complicata e perdura da anni. Non so dove sbattere la testa e la cosa e fuori controllo, ho paura di avere un'altro episodio oltre alle cose dette in precedenza. Vi ringrazio in anticipo , so che magari io avendo 16 anni mi spiego in un modo non del tutto corretto. Grazie ancora.

2 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Carissimo,


D’impatto sento di dirti che provo una grande stima nei tuoi confronti, sento una forza ed una fragilità allo stesso tempo, che mi lasciano molto colpita.


Ti sei trovato a fare da genitore a tua madre e adesso che dovresti vivere la tua vita ti senti ancora estremamente responsabile bei suoi confronti.


Comprendo benissimo la tua paura, la sento forte. Sento forte anche il tuo diritto alla vita.


La tua paura è legittima, e ritengo che tu non possa farti carico di tutto questo da solo.


Hai scritto di aver avuto in passato il supporto di altri parenti, chiedilo ancora e cerca il supporto che ti serve e che ti  tocca di diritto.


Condividi questa responsabilità, e poco a poco lascia spazio all’amore che avverto forte per tua madre. Ho inteso anche che finché non vedrai tua madre star bene tu non riuscirai a goderti la tua età. Io credo tu abbia fatto tutto quanto necessario, hai fatto il meglio di te, chiedi aiuto, credo ti spetti di diritto.


Resto a tua completa disposizione

Caro ragazzo, quello che dici è assai doloroso e mi ha molto commosso. A 16 anni i problemi ti stanno sopraffacendo in  modo da toglierti serenità e obiettività. Devi assolutamente farti aiutare a slegarti da tutte queste angosce e non sentirti (soprattutto!) responsabile dei comportamenti di tua madre, perchè di fatto non lo sei e devi liberarti di queste convinzioni assurde. A 16 anni un ragazzo deve impegnarsi a costruirsi, superare i problemi dell'adolescenza e chiedere supporto, nessuno pretende che lo dia.


Se non hai adulti con cui confidarti, rivolgiti a qualcuno di cui ti fidi e soprattutto chiedi al Consultorio familiare della tua zona di poter avere dei colloqui con uno psicologo. 


Per qualsiasi informazione, supporto, resto a tua disposizione anche in privato e online. Un abbraccio sincero


Dr.ssa Daniela Benvenuti

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Problematiche sociali"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

MALATA DEVE CURARE MALATO

Buonasera, ho un disperato bisogno di un consiglio per salvare il mio matrimonio. Io soffro da circa ...

1 risposta
Perché non riesco a parlare con determinate persone ?

É da tempo ormai che mi capita di non riuscirà a parlare con determinate persone ma ...

6 risposte
Problematiche con i genitori

Slave Ho 25 anni e ho problemi con i miei genitori riguardante la mia passione/sogno. Ho iniziato a ...

3 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.