Problemi relazionali

Assertività e comunicazione efficace

Dott.ssa Marta Bevilacqua contattami

Condividi su:

Siete in fila in un ufficio ed una persona vi passa davanti. Iniziate a guardarvi intorno con faccia sorpresa, sbuffando, cercate lo sguardo di qualcuno che vi appoggi, ma alla fine ve ne state buoni e non dite nulla.
Un vostro amico vi chiede di prestargli la macchina. Voi non vorreste perché sapete benissimo che non è molto affidabile ed ha già fatto degli incidenti. Però è un vostro amico, non sapete come dirgli di no… e alla fine accettate e gli prestate l’auto a malincuore.
Non vi è mai capitato?
Se la risposta è affermativa, se vi siete rivisti in queste situazioni, significa che avete avuto qualche difficoltà nell’esprimere le vostre opinioni o i vostri diritti. Tecnicamente non avete avuto un comportamento assertivo.
Cos’è l’assertività e perché ci aiuta nella vita di tutti i giorni?
L’assertività è la capacità umana di esprimere in maniera chiara ed efficace le proprie emozioni ed idee, senza però calpestare i diritti degli altri: rispettare e farsi rispettare.
Nella vita sociale e di relazione è quindi la capacità di interagire positivamente con le persone, di instaurare nuove relazioni, di comunicare con estranei ed avviare nuove amicizie. Nella vita lavorativa, invece, è la capacità di assumere incarichi di responsabilità, di guidare le attività degli altri ed esercitare la propria influenza.
Assumere un comportamento assertivo consente di vivere meglio le proprie relazioni, sia a livello affettivo che lavorativo, trovare un equilibrio emotivo e diventare persone migliori.
Quali sono i capisaldi dell’essere assertivo?
L’autostima. Senza una buona autostima non ci può essere assertività; solo nel momento in cui impariamo a rispettare noi stessi, riusciamo a farci rispettare dagli altri.


La comunicazione

L’assertività passa per una comunicazione efficace: parlare con un tono pacato ma chiaro, esprimere le idee in modo conciso, ma incisivo sono ingredienti indispensabili per far valere le proprie posizioni.
La gestione dei conflitti e delle critiche. Di fronte ad un conflitto o ad una critica, in genere, si tende o a perdere il controllo o a farsi controllare. La persona assertiva invece è consapevole che ogni conflitto o critica, se opportunamente gestito, può rappresentare un’ottima opportunità di crescita.
Aspetti complessi e non facili da attuare, ma non preoccupatevi, non si può pretendere di diventare assertivi dall'oggi al domani.
Serve esercizio, pratica e un po’ d’impegno, ma quando il vostro nuovo modo di essere e di comunicare comincerà a sembrarvi spontaneo vi sentirete più sicuri e più contenti di voi stessi. Ed allora potrete finalmente dire di essere liberi di manifestare le vostre opinioni, desideri ed emozioni e soprattutto di essere gli unici giudici di voi stessi

Dott.ssa Marta Bevilacqua

Condividi su:

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Problemi relazionali"?

Domande e risposte

Non riesco ad innamorarmi...

Sono Anna ho 21 anni.. da un anno a questa parte sono fidanzata.. fin qui tutto bene se non fosse ...

3 risposte
Come aiutare una bambina totalmente esclusa?

Salve, io ho una nipotina di 10 anni che soffre tantissimo perché tutte le amichette di class ...

1 risposta
Continuare una relazione d'amore non ufficiale?

Ciao sono una ragazza di 23 anni e frequento un ragazzo di 32. Ci conosciamo ormai da 4 anni; appen ...

5 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.