Problemi relazionali

l'ho trattato male per mesi e mi ha lasciata

susanna

Condividi su:

Buongiorno,

purtroppo pochi giorni fa si e' conclusa una relazione di due anni, lui mi ha lasciata.

L'ho trattato davvero male, augurandogli cose spiacevoli e insultando i suoi amici e parenti.
Ho sempre assunto questo atteggiamento e lui mi ha sempre rincorsa, ma un bel giorno mi ha detto che non gli do niente, se non cattiverie e mi ha lasciata, dice di aver conosciuto una donna gentile e che e' interessato a lei.
Mi ha chiesto un periodo di decompressione.
Come posso comportarmi?
Credo sia giusto non cercarlo, faccio bene?
Grazie.

4 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Buonasera


Una relazione d'amore è come un respiro, deve lasciare spazio ad entrambi e consentire crescita e tutela del benessere. Si prenda del tempo per valutare se realmente ci sta bene in questa storia e se la sua aggressività possa essere dovuta ad altro. Potrebbe essere utile parlarne con uno specialista per fare chiarezza. Nel frattempo le faccio i miei auguri. 

Ciao,


sì, credo sia giusto lasciare a questo ragazzo il periodo di decompressione che ti ha chiesto.


Credo sia importante che tu rifletta su cosa ti ha fatto rimanere per due anni in relazione con un ragazzo che hai trattato davvero male come, immagino, non meritasse. E cosa ti portasse a trattarlo così. E riflettere anche, nell’eventualità di un ritorno insieme, se lo tratteresti ancora così male o saresti disposta ad una relazione di reciproco dare e ricevere senza avere con lui atteggiamenti spiacevoli e insultanti.


 

Buongiorno Susanna,


Dice di aver sempre assunto quell'atteggiamento con lui, e che lui l'ha sempre rincorsa, quindi ipotizzo che la relazione sia stata piuttosto burrascosa e non molto serena. Secondo me dovrebbe chiedersi se questa relazione nel lungo termine possa essere giusta per lei, o se invece non sarebbe meglio trovare una persona con cui instaurare un rapporto più equilibrato. Questa dovrebbe essere la domanda centrale in un rapporto al di là delle dinamiche che si instaurano. in questo caso comunque, credo sia giusto non cercarlo e rispettare la sua volontà.


Un saluto

Buongiorno Susanna,


lei ha già le risposte che le provengono dall'esperienza e da quanto le ha detto il suo fidanzato. I comportamenti aggressivi e offensivi nei confronti della dignità dell'altro non seminano amore né desiderio. 


Farebbe bene ad approfondire questa sua modalità relazionale con l'aiuto professionale diretto. Ciò ovviamente se lei comprende che tale modalità è disfunzionale ai rapporti, perché respingente.


Cordiali saluti

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Problemi relazionali"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Mio figlio e i videogiochi

Buongiorno, Sono molto preoccupata x mio figlio. Ha 14 anni e fino a poco tempo fa aveva molti amici ...

3 risposte
Se ne può fare a meno?

Salve a tutte/i, chi vi scrive non ha mai avuto una vera relazione sentimentale (e non ho più ...

4 risposte
Andarsene di casa per l'uni, famiglia disagiata, cosa fare?

Ho 19 anni, ho appena dato la maturità ed adesso dovrei scegliere cosa fare nella vita, io ho ...

9 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.