Problemi relazionali

Mia mamma mi fa sentire sempre sbagliata...forse perché lo sono davvero...?

Elena

Condividi su:

Mi sono sempre sentita dire tu sbagli, non si fa così, smettila di comportarti in questo modo ... mi hanno sempre voluta diversa da quella che sono. Io lo ammetto ho un brutto carattere ma credo che sia dovuto al comportamento dei miei genitori ! Sono sempre stata timida da piccola .. per questo motivo venivo presa in giro da tutti principalmente da quello che sarebbe mio padre! Ogni giorno a pranzo o cena faceva qualche battuta stupida su di me o sui miei comportamenti.. andavo via in camera piangendo e non è mai venuto a chiedere scusa! Mia mamma guardava e stava zitta! Anzi ha sempre preso le difese di mio padre!! Questo è successo dall’età di 7 anni fino ai 16 .. dai 16 in poi non ho più mangiato in tavola con nessuno .. preferisco stare da sola! Oggi ho 22 anni e quest anno mi sposo !! (Premetto che amo da morire il mio ragazzo e sono sicura della scelta che sto facendo! ) non vedo l ora di uscire da questa casa al più presto! Mi sembra solo una prigione! Mia mamma vorrebbe che io ragionassi con la sua testa! Pretende che io andassi d accordo con mio padre! Io solo a vederlo provo rabbia! Delusione e vorrei picchiarlo!
Sono in corso i lavori per quella che dovrebbe essere la mia casa... i lavori sono sostenuti economicamente dai miei genitori! Dato che a mio fratello l hanno fatto si sentono in dovere di doverlo fare anche per me ! Io non gliel ho mai chiesto ! Non l ho mai preteso! Io e il mio futuro marito avevamo già progettato di finirla noi quando ne avremmo avuto la possibilità! Però come al solito in tutte le decisioni che prendiamo c’è sempre qualcuno che si mette in mezzo!! I miei genitori hanno deciso di finire la casa e io quasi non vengo presa in considerazione! Quando c’è da decidere qualcosa c’è sempre mio padre presente! A me la sua presenza da fastidio! Sta sempre in mezzo in ogni cosa! Faccio un esempio, io e il mio ragazzo Dovevamo andare dal fabbro perché dovevo spiegargli come doveva essere fatta una finestra ... morale della favola arrivo li trovo mio padre e aveva già anticipato lui tutto ! Mi sento quasi in competizione, come se stessi facendo una gara che chi arriva primo e dice le cose per primo vince! Nonostante questo comportamento errato da parte sua, morale della favola mia mamma da sempre ragione a lui in qualsiasi circostanza.. quella sbagliata sono sempre io perché io devo andare in contro a lui.. nonostante io non abbia detto una parola sulla questione! Mia mamma critica il comportamento mio, il comportamento del mio ragazzo di come il mio ragazzo si pone con i suoi genitori e ATTENZIONE .. il mio ragazzo ha una situazione particolare a casa e non va d accordo con i suoi genitori e secondo mia mamma il mio ragazzo si comporta con i suoi genitori -male perché vede che io mi comporto male con i miei e lui prende esempio da me .... mi viene quasi da ridere ma l ha detto sul serio .... secondo lei il mio ragazzo si fa influenzare da me a 30 anni .... assurdo ...! Sono sempre io quella sbagliata, quella che da brutti esempi, quella che ha un carattere di merda ....

Ho sempre desiderato avere un altro tipo di rapporto con mia mamma ... invece quando mi confidavo con lei non mi ha mai saputa consigliare, mi ha sempre detto di fare a modo suo .. tutto quello che gli ho confidato lo riferiva a mio padre ! Anche quando gli dicevo di non farlo perché erano cose mie e volevo solo un consiglio da lei .. gli ho raccontato segreti che sono stati riferiti a mia zia e io sono delusa da lei ! Io non posso fidarmi nemmeno di lei !!
Io ho bisogno solo dei miei spazi ! Di pensare e poter essere libera di fare come voglio ! Non voglio ragionare con la testa di nessuno !! Mi sento oppressa, sbagliata e sono veramente demoralizzata non c’è la faccio più !

3 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Carissima,


quello che i nostri genitori ci insegnano entra nel nostro inconscio e diventa “nostro”.E nonostante sappiamo di poter essere altro da quello che è il loro riconoscimento nei nostri confronti restiamo imprigionati in quei vissuti al punto da riconoscerci e avere difficoltà a sviluppare ed esprimere la nostra individualità.


Oggi però lei ha un’età in cui può affrancarsi, almeno nel concreto dall’intrusione continua dei suoi genitori, che saranno certamente ben intenzionati ma allo stesso tempo non le lasciano lo spazio che le spetta come persona con idee e pensieri propri, permettendole l’indipendenza e l’autonomia che merita, ma soprattutto la sua realizzazione personale.


Essere consapevole delle dinamiche è un primo passo per poter cambiare le cose per se stessa e liberarsi da questi condizionamenti che la fanno vivere male. Ma la mente e il cuore non vanno sempre di pari passo; si faccia aiutare, vedrà che le sarà utile rivolgersi ad un professionista.

Cara Elena


il tuo bisogno di indipendenza sembra essere molto forte.


Non è molto opportuno secondo me dispensare consigli in questo momento, posso solo dirti che il processo di differenziazione dalla famiglia di origine è un processo avvolte lungo e complesso che ci porta molto spesso a fare i conti con noi stessi e con le persone significative. 
per questo è necessario che la famiglia ci possa percepire come adulti pronti ad affrontare la vita, se lo ritieni opportuno fallo presente, fai sentire in modo chiaro il tuo pensiero, e se pensi che da sola ti risulta complesso chiedi aiuto senza alcuna vergogna.


io resto a tua disposizione anche per un consulto online
Barbara Iurato

Ciao Elena


Purtroppo nella vita tutti sbagliamo, non e bello sentirselo ripetere continuamente.


Ti consiglio di dialogare con i tuoi genitori cercando un punto di incontro, ma ovviamente nella vita devi decidere tu ciò che e più giusto fare.


Per quanto riguarda la casa in cui abiterete tu e il tuo futuro marito, accettate le decisioni da parte dei vostri genitori e in futuro potette modificare le cose a vostro piacimento.


Ricorda che il rapporto con il partner e sempre prioritario, non dimenticando i legami con propri genitori.


Per approfondire l'argomento e opportuno che ci sentiamo via Skype (giuliana2012roma) oppure su WhatsApp


 

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Problemi relazionali"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Perché non riesco ad innamorarmi?

Salve sono Francesco ho 23 anni...da 2 anni non sto più insieme alla mia ex (relazione durata ...

1 risposta
Come comportarmi con un figlio con difficoltà relazionali

Mio figlio ha 18 anni ed è nato prematuro (PCI) con mobilità ridotta all'emilato destr ...

3 risposte
Forte ansia, paura e incomprensione nella relazione

Salve! Nell'anno e mezzo appena trascorso ho superato delle delusioni amorose abbastanza forti e un ...

2 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.